unci banner

:: NEWS

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

L' Associazione di Promozione Sociale Italia Night & Day con il patrocinio di S.E. Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace e con il patrocinio del Comune...

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Si è insediata questa mattina a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria.Immediatamente operativo l’organismo, del quale fanno parte Luciano Cama, Giuseppina Palmenta, Eleonora Maria...

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Questa mattina, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha effettuato un sopralluogo sul cantiere del Ponte di Paterriti. L’imponente infrastruttura è fondamentale per gli abitanti della frazione collineare visto che, ad opera...

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l’iscrizione alle Consulte per le associazioni già iscritte all’Albo comunale.Lo comunica l’assessore con delega alla partecipazione Irene Calabrò. “Dall’esame dell’Albo delle Associazioni abbiamo rilevato che erano...

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Mancano ormai poche settimane alla partenza della programmazione prevista nella Città metropolitana di Reggio Calabria dalla Esse Emme Musica, che proporrà come di consueto una ricca serie di grandi eventi....

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICASiclari (MNS) si rivolge al centrodestra: rompere gli indugi, i silenzi, i rinvii

Siclari (MNS) si rivolge al centrodestra: rompere gli indugi, i silenzi, i rinvii

Pubblicato in POLITICA Venerdì, 30 Agosto 2019 11:10

Ho avversato l’amministrazione Falcomatà sin dal suo insediamento. E l'ho fatto perché non la ritenevo ed ancor più oggi non la ritengo capace di governare la nostra città, la mia Reggio.
Per tanto tempo in solitudine, col grande contributo di tutti i miei Dirigenti di partito. Potrei tranquillamente affermare di essere stato per un lungo periodo una vera e propria opposizione extraconsiliare a questa amministrazione comunale di sprovveduti signorini.
In questi 5 anni i reggini hanno assistito attoniti ed inermi allo sprofondare nell’abisso del degrado un territorio metropolitano intero, alla resa incondizionata a scippi istituzionali condotti da governi amici ma a senso unico, a continui, ripetuti e ormai ampiamente obsoleti rimbalzi di responsabilità al passato per nascondere le proprie palesi inadeguatezze.

Ma questi amministratori rappresentano plasticamente la sinistra italiana più moderna e antica allo stesso tempo, capace di fare nero di fuliggine e rappresentarlo turchino di re, specialisti nel condurre la città ben oltre il baratro e trovare la sfrontatezza di parlare di un suo sviluppo. Per fortuna della verità essa è davanti agli occhi dei reggini tutti i giorni, per le strade e nei vicoli, nei rubinetti delle case e ovunque si svolga la difficile vita della gente, tra disservizi e anarchica convivenza.
E nel tentativo maldestro di sancire affermazioni e risultati mai raggiunti, ogni anno, nel rispetto di consolidata tradizione demagogica, si organizzano per “S’intetizzare” il nulla, per fingere un coinvolgimento di una comunità che viene invece durante l’anno lasciata fuori dai palazzi dorati a protestare per l’insostenibilità della situazione reale.
Ed in piena linea con la stucchevole retorica, si parla di Villaggio delle Idee, ancora...; a fine mandato stiamo ancora alle idee, quando viceversa dovremmo averle ben concretizzate..., qualora queste ci fossero mai state, in questo Villaggio del Nulla così come a Palazzo San Giorgio e Corrado Alvaro.
Ed invece siamo lì a registrare il fondo toccato delle classifiche di ogni tipo di vivibilità, a leggere sui giornali di parentopoli e di voli soppressi e a guardare in volto i pochi esterrefatti turisti, smarriti tra un info point chiuso e un depuratore guasto.
Ma quali idee ancora cercate, se non ne avete mai avuta una?
Reggio deve ripartire dalla valorizzazione di ciò che ha, non servono molte idee, serve rendere vivibile un territorio facendo funzionare i servizi, serve programmare le attività più elementari e spingere sull’unico pedale della progettazione turistica, del rendere fruibili le risorse naturali e la vocazione unidirezionale di questa città.
Serve una squadra forte, nuova e competente, condotta da un Sindaco capace, innamorato e coraggioso, che allarghi gli orizzonti della nostra prospettiva liberandosi di questa accidia pericolosa e umiliante che ha fatto cadere l’intero indotto in una depressione economica e morale senza precedenti.
È il mondo associazionistico di settore che chiede una sferzata alla annichilita capacità imprenditoriale, che contesta i dati sulla differenziata, che invoca a gran voce un rinnovamento. Sono in tanti ed autorevoli gli esponenti della società civile reggina intenti a manifestare perplessità per una azione politica più incline ad accomodanti cliché che alla soluzione delle reali problematiche cittadine e metropolitane.
E la politica deve dare risposte serie e puntuali. Ed è per questi illustrati motivi che nelle settimane passate ho invitato i rappresentanti dei partiti e dei movimenti politici che fanno capo alla coalizione del centrodestra a rompere gli indugi, i silenzi, i rinvii.
Reggio è stanca di ascoltare bugie, di leggere proclami cui mai una volta segue un risultato ottenuto davvero. I reggini stufi di farsi canzonare, gli esercenti disincantati di fronte al nulla concretizzatosi dopo le tante promesse non mantenute.
A questa totale disillusione si contrappone una sfacciataggine politica unica nel suo genere, la negazione della realtà, una richiesta di fiducia inaccettabile e che i reggini restituiranno al mittente presto. Perché, fuori dai facili slogan ascoltati in questi due giorni di propaganda del niente è ormai ben chiaro a tutti che per restituire dignità all’azione politica reggina basterà che finisca questo triste mandato.
Il Coordinatore Metropolitano
Ernesto Siclari

Rc 30 agosto 2019

Letto 104 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Ernesto Siclari (MNS): Amministrazione Falcomatà scaricabarile

    Un dato certo è emerso in questi quasi cinque anni di amministrazione comunale: lo sport preferito del Sindaco Falcomatà è lo scaricabarile. Se fosse disciplina olimpica gli attuali amministratori sarebbero certamente candidati a riempire il medagliere, con il gradino più alto del podio riservato al primo cittadino.
    Nel corso dei primi anni si sono distinti nell’addossare le responsabilità delle disastrose condizioni in cui ci fanno tutt’oggi vivere alle “precedenti amministrazioni”, locuzione sulla bocca di chiunque appartenesse alla squadra di governo, quasi fosse un mantra da ripetere ritualmente ad ogni legittima protesta per disservizi e problematiche, sorte peraltro da quando sono loro a governare e non prima di quella reggenza commissariale, che già tanti danni aveva arrecato per le vie di Reggio.

  • Ernesto Siclari (MNS): Reggio non può aspettare

    Lo urlano di dolore le strade: Reggio non può aspettare. Reggio prima di tutto.
    Gli infimi livelli conseguiti in termini di degrado non consentono più tatticismi, attese, né insensato antagonismo. La cittadinanza si aspetta che le rispettive formazioni politiche stringano le proprie fila per schierare una coesa e compatta offensiva da contrapporre ad una sinistra non più tollerabile per arroganza e incapacità. Il Movimento Sovranista è impegnato da sempre al perseguimento dei valori di coesione, di condivisione di percorsi, nell’intento di dare alla coalizione del Centro Destra un programma che possa vederci tutti uniti verso il riscatto di questa terra.

  • All'Oasi Village il convegno del MNS "Il Turismo è una cosa seria"

    Nella giornata di ieri all’Oasi Village di Pentimele, si è tenuto il convegno “Il Turismo è una cosa seria”. Oltre ad un folto pubblico, erano presenti il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari, coadiuvato da tutti i dirigenti del partito. Hanno inoltre presieduto il dibattito: il Presidente degli “Amici del Museo” Professore Francesco Arilotta, il Presidente di Confesercenti di Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi, ex Dirigente al Turismo della Regione Calabria ed infine l’Avvocato Fabio Colella Presidente del Circolo Nautico di Reggio Calabria. L’evento si è concluso con il discorso del Professore Giuseppe Bombino, Docente Universitario ed ex Presidente dell’Ente Parco dell’Aspromonte.

  • All'Oasi stasera (30 maggio 2019) incontro dibattito sul turismo organizzato dal MNS

    Turismo non è improvvisazione. Serve organizzazione, studi approfonditi, supporto della professionalità e quella lungimiranza che sola potrà fare di Reggio e del suo territorio metropolitano una vera attrazione per i flussi turistici.
    Di questo ed altro si parlerà stasera alle 18 e 30 presso l'Oasi Village di Pentimele, dove il Coordinatore Metropolitano del Movimento Nazionale per la Sovranità Ernesto Siclari insieme a tutti i Dirigenti di partito incontreranno, il Presidente degli Amici del Museo Prof. Francesco Arillotta, il Presidente di Confesercenti Reggio Calabria Claudio Aloisio, il Dott. Giuseppe Biacca, Broker portuale e croceristico, Pasquale Anastasi ex Dirigente Turismo Regione Calabria, e l'Avv. Fabio Colella del Circolo Nautico reggino.
    Chiuderà i lavori il Prof. Giuseppe Bombino, docente universitario e già Presidente dell'Ente Parco dell'Aspromonte.

  • Siclari (MNS): L’unica vera risata proviene dalla disperazione

    “L’unica vera risata proviene dalla disperazione” e questo aforisma ben si stende addosso alla prosopopea del Sindaco Falcomatà, al quale sembrerebbe che anche le briciole appaiono oggi come una prelibata e gustosa torta.
    All’indomani delle consultazioni europee egli cerca di attribuirsi meriti e successi, mescolando numeri e confondendo le idee attraverso un’analisi monca e faziosa dei risultati elettorali.
    Non si spiega altrimenti la gioia e la soddisfazione sbandierate per aver conquistato circa 4.000 preferenze, peraltro appannaggio di un suo assessore, Anna Nucera, unica candidata reggina in lista, unica rappresentante del Partito Democratico locale: su di lei, infatti, sono confluite le preferenze e l’appoggio elettorale di tutti i rappresentanti istituzionali reggini del PD.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.