unci banner

:: NEWS

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Divertitevi, siate attenti e curiosi. Guardate oltre voi stessi per cercare nell’altro qualcuno che vi stimoli, vi arricchisca, vi renda più determinati e vi accompagni in questo percorso con la...

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Alla guida della Regione, grazie all'azione concreta di un nuovo movimento e di una classe dirigente che nulla ha a che fare con i disastri del passato. Per uscire dalla...

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

“La prima cosa che faccio quando vado in un’altra città è andare a vedere il mercato”, ci dice una commerciante. Infatti il mercato è il polso di una città, ne...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAUSB: la politica non può restare sorda alle problematiche delle strutture psichiatriche reggine

USB: la politica non può restare sorda alle problematiche delle strutture psichiatriche reggine

Pubblicato in POLITICA Lunedì, 29 Luglio 2019 10:32

Giovedì 1 agosto dalle ore 14 USB e i lavoratori delle strutture psichiatriche reggine saranno in presidio davanti Palazzo Campanella in occasione dei lavori del Consiglio Regionale.
La situazione di crisi in cui versano le strutture psichiatriche reggine continua così come crescono le preoccupazioni dei lavoratori del settore. Sebbene la chiusura della fase di accreditamento, il cui termine è stato fissato per la fine dell’anno, rappresenta la possibilità di andare finalmente verso un rapporto certo tra Asp e cooperative, il taglio dei posti letto sancito con l’approvazione della nuova Rete territoriale determinerà un’importante riduzione dei posti di lavoro, oltre che della qualità dei servizi erogati. A queste inquietudini si aggiunge l’ennesimo ritardo nei pagamenti, fermi allo scorso marzo.

Sappiamo bene che l’Asp di Reggio Calabria è commissariata e sull’orlo del dissesto, così come è commissariato tutto il settore della Sanità in Calabria. Ma questo non può e non deve rappresentare un alibi per la politica, che non può fare spallucce su questo problema e rimandare tutto ai commissari. Soprattutto quando i commissari non degnano di risposte, come sta facendo il Generale Cotticelli da tempo ignorando le varie richieste di incontro inoltrate.
Per questo abbiamo deciso di presidiare i lavori del Consiglio Regionale, affinché anche la politica, per il ruolo che le compete, spinga per un tavolo che possa vedere coinvolti tutti gli attori interessati al fine di trovare la soluzione migliore per i lavoratori e, soprattutto, per i pazienti psichiatrici e le loro famiglie.
Reggio Calabria, 29.07.2019
USB Reggio Calabria

Letto 141 volte

Articoli correlati (da tag)

  • USB: incontro in Prefettura sulle problematiche dei lavoratori stranieri

    Nella giornata di ieri, 23 agosto, una delegazione di USB ha incontrato nei locali della Prefettura di Reggio Calabria responsabili degli uffici immigrazione della stessa Prefettura e della Questura, al fine di discutere alcune problematiche emerse dal lavoro politico e sindacale che viene realizzato sulla Piana di Gioia Tauro, soprattutto attraverso le attività dello Sportello dei diritti Soumaila Sacko. Negli ultimi mesi, infatti, è emerso che a sempre più cittadini stranieri – in massima parte lavoratori – titolari di forme di protezione (internazionale, umanitaria e sussidiaria) viene di fatto negato il diritto al rinnovo del permesso di soggiorno in assenza di una certificazione di residenza o di domicilio che viene loro richiesta presso gli uffici immigrazione del territorio.

  • L’USB incontra Cotticelli sulle strutture psichiatriche reggine

    Nella giornata di ieri una delegazione dell’USB ha incontrato il Generale Cotticelli, Commissario straordinario alla Sanità in Calabria. L’atteso incontro era stato richiesto a seguito della definizione della nuova Rete territoriale di assistenza psichiatrica riabilitativa residenziale per il territorio di competenza dell’ASP 5, atto che ha destato forti perplessità tra i lavoratori del settore, soprattutto per l’indicazione del fabbisogno di posti letto, già praticamente soddisfatto e che non tiene conto delle reali esigenze del territorio della provincia reggina.

  • Strutture psichiatriche, Coolap: segnali positivi da via Diana

    Il Coo.la.p. (coordinamento lavoratori psichiatria), come dichiarato si è presentato, insieme ai lavoratori del settore, presso la sede Asp di via Diana a Reggio Calabria. Il tutto presagiva una giornata di protesta intensa e con risvolti non del tutto positivi. Va ricordato però che il problema delle fatture si era arenato al dipartimento di salute mentale e che, come c’è stato ribadito, risolvibile solo dallo stesso. Dopo un’attesa incessante e varie pressioni abbiamo avuto l’agognato incontro con il direttore del dipartimento di salute mentale dott.re Zoccali che si è preso l’impegno di concludere l’iter di congruenza delle fatture regresse e che sono di propria competenza. Il passaggio successivo si dovrebbe concludere con il pagamento delle fatture stesse.

  • Reggio, strutture psichiatriche: martedì 30 luglio nuovo sit-in di protesta

    L’ultimo sit-in di protesta non ha dato i frutti sperati, così il Coolap coordinamento lavoratori psichiatria) torna a presidiare la sede ASP di via Diana per ottenere ciò che gli spetta. Martedì 30 alle ore 9.30, gli operatori del settore psichiatrico faranno sentire ulteriormente la propria voce, considerando la ‘sordità’ dei commissari ai problemi presentati nei giorni scorsi, nonostante il coinvolgimento della Prefettura. La rabbia monta, così come confermato dallo stesso Coordinamento in una nota: “Martedì protesteremo nuovamente di fronte la sede dell’ASP, perché vogliamo che i nostri diritti vengano rispettati. Non siamo stati ancora ascoltati e questo ci fa infuriare, pretendiamo che il nostro lavoro venga riconosciuto e soprattutto onorato. Stiamo lavorando inoltre con Catanzaro per quanto riguarda i posti letto, è nostro obiettivo ottenere presto un incontro”.

  • Strutture psichiatriche, Coo.la.p.: arriva "uno spiraglio di luce"

    Il Coo.la.p, questa mattina, ricevuto in prefettura, ha reso presente le difficoltà a cui i lavoratori sono sottoposti da tempo. Queste riguardano il mancato pagamento, da parte dell’Asp, delle mensilità pregresse inerenti al secondo trimestre. Inoltre, gli operatori avanzano anche la richiesta di una mediazione per l’istituzione di un tavolo tecnico in Regione, per quanto concerne il fabbisogno dei posti letto. Da parte di Sua Eccellenza il Prefetto e dei suoi collaboratori, ai quali porgiamo i nostri ringraziamenti, c’è stata da subito una predisposizione a far sì che i problemi venissero celermente risolti, soprattutto per quanto riguarda i pagamenti che si sono bloccati, inspiegabilmente e per motivi futili, al dipartimento di salute mentale.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.