unci banner

:: NEWS

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

L’Ufficio del Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza si unisce all’articolazione calabrese dell’Associazione Italiana Celiachia, a partire dalla difesa dei diritti costituzionali alla salute e allo studio, a fianco dei...

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Sport e generosità si incontrano. La Pallacanestro Viola è lieta di annunciare la collaborazione per la stagione 2019/2020 con l’A.V.I.S. Comunale di Reggio Calabria – OdvL’ AVIS (Associazione Volontari Italiani...

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

Giovedì 24 ottobre alle ore 10, al Rifugio “Il Biancospino” di Delianuova (loc. Carmelia), l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte presenterà il Laboratorio “Dal grano al pane” e la nuova area faunistica.Le...

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Continua il processo partecipativo diretto all’aggiornamento del piano spiaggia comunale, uno strumento di pianificazione che necessita di essere revisionato a seguito della ridefinizione delle funzioni amministrative affidate ai comuni sul...

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

I sentimenti protagonisti dei "Salotti Biesse "con Racconti e altre storie di Nino Mallamaci dichiara la Presidente Bruna Siviglia, una serata dedicata alla riflessione prendendo spunti dagli scritti di Nino...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAVertenza Gicap, De Stefano (Uiltucs) dopo incontro con sindaco Falcomatà

Vertenza Gicap, De Stefano (Uiltucs) dopo incontro con sindaco Falcomatà

Pubblicato in POLITICA Mercoledì, 09 Ottobre 2019 12:38

«Il grido di dolore degli 85 dipendenti Gicap è stato finalmente ascoltato. La sollecitazione della Uiltucs alle istituzioni ha avuto un primo effetto. Siamo soddisfatti per l’essere stati ricevuti dal sindaco Falcomatà, ma la strada è ancora lunga. Bene che abbia espresso solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie comprendendo il momento drammatico che stanno vivendo. Così come la sua testimonianza della consapevolezza che il lavoro in una realtà come Reggio sia vitale e vada difeso ad ogni costo, specialmente in uno dei settori strategici per lo sviluppo economico e sociale del nostro territorio come il commercio. E il suo impegno a fare il massimo secondo le proprie prerogative e possibilità, in primis con la riapertura di un apposito tavolo tecnico in Prefettura con aziende e curatori e con l’informarsi direttamente presso l’Inps su come sbloccare l’erogazione della cassa integrazione. Ma saremo veramente appagati quando questa vicenda finalmente si risolverà in modo positivo».

Così la segretaria provinciale della Uiltucs Sabrina De Stefano a margine del vertice di Palazzo Alvaro con il primo cittadino metropolitano Giuseppe Falcomatà sulla vertenza “Gicap”.
«Al sindaco abbiamo spiegato come i preoccupati ed esasperati 85 abbiano solo ricevuto qualche saldo di stipendio da dicembre e come l’invio incompleto della documentazione all’Inps per la cassa integrazione da parte dei gestori dell’azienda non abbia portato alla sua erogazione. E gli abbiamo raccontato del futuro occupazionale incerto, visto che lo scorso maggio i 42 punti vendita siciliani “Gicap” sono passati a “Like Sicilia”, azienda facente parte del gruppo “Apulia”, ma non i 9 reggini, poiché la società vuole prenderne solo 3 per un massimo di una quarantina di lavoratori» afferma la sindacalista.
«A Falcomatà abbiamo ribadito come l’azienda non possa più scherzare con la vita dei lavoratori e delle rispettive famiglie ed auspicato che questa, se ha il coraggio di un progetto imprenditoriale autorevole che consenta il mantenimento di tutti gli 85 posti di lavoro, faccia una proposta seria e concreta senza calpestare la dignità dei lavoratori o che lasci spazio ad altri che vogliono creare sviluppo e dare lavoro. Non si possono perdere posti di lavoro. E non se ne possono “salvare” alcuni e “condannare” altri. Chiediamo che si risolva la questione dell’ammortizzatore sociale e a “Like Sicilia” una risposta chiara ed immediata, al giudice di aiutarci in questa operazione e ai curatori di aprire eventualmente ad altri eventuali imprenditori. E alle istituzioni, fra i quali il sindaco Falcomatà che ringraziamo per sensibilità e disponibilità, di fare il massimo nella vertenza Gicap e di accendere i riflettori su un comparto fondamentale come il commercio, dichiarandoci sin da subito a dare il nostro contributo come fatto finora» è la conclusione della De Stefano.

Rc 9 ottobre 2019

Letto 108 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Vertenza distribuzione Cambria, Uiltucs e Fisascat: “chiediamo attenzione, salvate 70 posti di lavoro”

    «Chiediamo attenzione al Governo, alle Regione e alle istituzioni locali per la regolare erogazione degli ammortizzatori sociali e, soprattutto, per il mantenimento dei livelli occupazionali attraverso il sostegno a forze imprenditoriali che vogliano subentrare con serietà».
    Così le rsa Giuseppe Vilasi (Uiltucs-Uil) e Roberto Pecora (Fisascat-Cisl) sulla vertenza “Distribuzione Cambria”, caso che ha visto la chiusura di Arghillà, Pellaro e Rosarno e degli altri punti vendita calabresi sin dallo scorso settembre e che coinvolge 70 lavoratori rimasti senza impiego nel Reggino e 600 totali fra Calabria e Sicilia.

  • De Stefano (Uiltucs): salvare posti di lavoro ex dipendenti bar Riuniti

    Reggio Calabria 20/12/2016 - «Non entriamo nel merito dell’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura nei confronti dell’azienda che gestiva il bar degli “Ospedali Riuniti” del “Grande Ospedale Metropolitano Bianchi-Melacrino-Morelli”. Allo stesso modo, non ci esprimiamo sulle dinamiche fra il management dello stesso GOM “Bianchi-Melacrino-Morelli” e la medesima ditta interdetta,

  • Tornano in piazza gli ex dipendenti del bar dell'ospedale

    Reggio Calabria 07/11/2016 – Questa mattina in piazza Italia sit-in degli ex dipendenti del bar degli Ospepdali Riuniti, organizzato dalla Uiltucs. Ricorderete che un provvedimento interdittivo antimafia ne causò la chiusura insieme al bar Sireneuse e i rispettivi dipendenti licenziati

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.