unci banner

:: Evidenza

Presentata la VII edizione del Festival Miti Contemporanei

Presentata la VII edizione del Festival Miti Contemporanei

di Giusi Mauro - Un Festival sui Miti che sta diventando esso stesso “mito”. O forse lo è già. E’ giunto così alla sua VII edizione, il Festival Miti Contemporanei, ideato dalla compagnia Scena Nuda...

Viola, Allen Agbogan fa il punto della settimana

Viola, Allen Agbogan fa il punto della settimana

Allen Agbogan in un'intervista rilasciata a "Tutti I Figli di Campanaro" ha commentato il proprio momento personale e quello della Viola in vista del big match di Domenica contro Caserta. Caserta è il secondo miglior...

Incendio in via del Torrione: domani tutti in piazza per protesta e solidarietà

Incendio in via del Torrione: domani tutti in piazza per protesta e solidarietà

di Tatiana Muraca -Un invito a scendere tutti in piazza, quello lanciato da Libera, a seguito dell’ultimo episodio incendiario verificatosi in città ai danni dell’azienda della signora Anna Pontari, sita in via del Torrione.Stamane la...

Sequestrata Nave Aquarius per "smaltimento illecito di rifiuti pericolosi" in 11 porti italiani

Sequestrata Nave Aquarius per "smaltimento illecito di rifiuti pericolosi" in 11 porti italiani

Reggio Calabria. Rifiuti pericolosi a rischio infettivo, sanitari e non, scaricati in maniera indifferenziata nei porti italiani come se fossero rifiuti urbani: questa l'accusa nei confronti della Ong Medici Senza Frontiere e di due agenti...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAVilla San Giovanni, prima seduta del Consiglio Comunale dell’amministrazione Siclari

Villa San Giovanni, prima seduta del Consiglio Comunale dell’amministrazione Siclari

Pubblicato in POLITICA Mercoledì, 11 Luglio 2018 20:34

È stata una gran festa e durante la prima seduta del Consiglio Comunale dell’amministrazione Siclari, ad accogliere il sindaco eletto è stata una sala gremita di cittadini e autorità. Presenti tutti i sindaci dell’area dello Stretto, consiglieri regionali, i parlamentari Maria Tripodi e Francesco Cannizzaro e il senatore Marco Siclari. Dopo i saluti il presidente del consiglio Antonino Giustra ha consegnato tra gli applausi la fascia tricolore al sindaco Giovanni Siclari che, con entusiasmo misto a commozione, ha ringraziato quanti hanno atteso con pazienza il suo rientro. Dopo aver salutato tutti i presenti, la famiglia, l’intero consiglio, le Forze dell’Ordine cittadine,

ai presidenti dell’associazioni culturali, sportive e di volontariato presenti, è stato dato spazio a due messaggi importanti quello di Nico D’Ascola e Rosanna Scopelliti entrambi costanti sostenitori di Siclari in tutta questa lunga attesa e non solo.
«Carissimo Giovanni, mi congratulo sinceramente per la conclusione delle vicende che sino ad ora non Ti hanno consentito di svolgere le funzioni di Sindaco – ha scritto l’onorevole Nico D’Ascola - L’augurio che Ti faccio è che Tu possa meritare la fiducia che gli elettori Ti hanno manifestato a conclusione del mandato. Non si è uomini politici sol perché si viene eletti ma lo si diventa allorquando, concluso il mandato, si è data dimostrazione di esserne stati degni».
Non meno importanti le parole dell’onorevole Rosanna Scopelliti: «Da oggi finalmente i Villesi potranno essere amministrati dal Sindaco che hanno votato. Ti aspetta un compito gravoso, ma sono profondamente convinta che farai bene e lo eserciterai con disciplina e onore, come vuole la nostra Costituzione per ogni incarico politico e amministrativo ma, soprattutto, come vuole quella legge non scritta che vede nell’impegno politico e amministrativo il servizio più alto che si può rendere al Popolo. So che farai bene, e nel nostro piccolo con la Fondazione intitolata a papà che presiedo, siamo pronti ad esserti al fianco per diffondere quella cultura della legalità e del ricordo dei nostri martiri caduti per difendere lo Stato che entrambi abbiamo a cuore».
Il Sindaco ha poi dedicato un sentito ringraziamento per l’importante lavoro svolto «a chi mi ha sostituito quest’anno, la Vice Sindaca Mariagrazia Richichi, gli assessori e i consiglieri, per la determinazione, il coraggio, la serietà e l’orgoglio con i quali hanno affrontato le molteplici difficoltà sopravvenute, senza mai tentennare o dimostrare la minima perplessità. E’ passato un anno dalla competizione elettorale che ha sancito la mia elezione a sindaco. Un anno nel quale questa amministrazione, questa città, hanno dovuto affrontare prove difficili».
Parole di profondo orgoglio nel ringraziare la città, la Prefettura e quanti hanno garantito durante la sua assenza una guida ribadendo che le parole chiave della sua amministrazione saranno trasparenza e legalità.
«Non basta l’orgoglio per essere un degno sindaco e amministratore, bisogna avere ben altro, il forte senso di responsabilità, che dobbiamo sentire ancora più forte dopo l’importante esito della commissione d’accesso che ha sancito la Legalità dell’amministrazione e dell’Ente. La cittadinanza ci ha affidato l’alto e prestigioso compito di amministrare il Paese. Tocca a noi ricambiare tanta fiducia con altrettanto impegno e dedizione. Impegno e dedizione che mi aspetto anche da voi consiglieri di minoranza, non ci deve guidare la contrapposizione ideologica tra destra e sinistra, ma la capacità di scegliere tra opzioni diverse, quella che sa portare il migliore beneficio alla città, con questi presupposti avrete in me un vostro attento ascoltatore. Lavorando uniti e convinti di operare per il bene della città riusciremo a superare ogni difficoltà, ogni divisione, al di là di ogni democratico e corretto confronto politico. La mia solitudine decisionale, non sarà mai un’imposizione, ma sarà sempre il risultato del mio confronto costante con la comunità. Questa fascia la indosso io, ma la portiamo tutti assieme. Dobbiamo sentire il peso e la responsabilità che comporta, perché con questa fascia portiamo il peso delle speranze della nostra città, dei nostri concittadini, dei nostri figli».
A chiudere il consiglio sono stati i tanti interventi di stima e fiducia dei colleghi amministratori nei confronti di Siclari che, come sua prima uscita da sindaco ha incontrato la sera stessa il ministro dell’interno Matteo Salvini in visita a Villa San Giovanni discutendo con lui diverse problematiche che Villa dovrà affrontare e, considerando la conoscenza della questione, raccogliendo i complimenti del ministro per il traguardo raggiunto e gli auguri per l’importante ruolo che dovrà svolgere. Il sindaco ha poi raggiunto tutta l’amministrazione a cena per chiudere un capitolo buio e ripartire con ottimismo ed entusiasmo.

Villa San Giovanni 11 luglio 2018

Letto 94 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Villa cardioprotetta, ambizioso programma per dotare la città di 14 defibrillatori

    Prevenzione e tutela della salute sono le parole chiave da cui parte l’ambizioso progetto “Villa Cardioprotetta”. Il tavolo tecnico, voluto per arrivare in tempi celeri alla conclusione, si è riunito per la seconda volta per fissare un obiettivo importante: entro un anno Villa San Giovanni sarà dotata di 14 defibrillatori, distribuiti in ogni quartiere uno ogni mille abitanti, e saranno formate 250 persone per il loro utilizzo.
    Il progetto è stato presentato quest’estate durante la “Domenica del cuore” organizzata da Gianni Calabrese in collaborazione con l’amministrazione comunale, in quell’occasione sono stati donati alla città i primi tre defibrillatori dallo stesso Calabrese, dalla ditta Silem e dal Lions Club. Secondo le linee guida del progetto che sta prendendo forma, tutta la città sarà dotata delle apparecchiature salvavita secondo una mappatura strategica elaborata grazie al prezioso aiuto dell’ufficio anagrafe e del settore affari generali.

  • Scuola di Pezzo, sopralluogo del sindaco con i rappresentanti dei genitori. Siclari: «presto riaprirà»

    Entro i primi mesi del 2019 la scuola elementare di Pezzo sarà riconsegnata ai bambini e al quartiere che attende la riapertura da tanto tempo. Lo aveva promesso appena insediato e sta mantenendo la promessa. Il sindaco Giovanni Siclari ha posto tra le priorità la riapertura della scuola di Pezzo e, con un sopralluogo voluto per monitorare l’avanzamento dei lavori, è stata l’occasione per condividere con i rappresentanti dei genitori i passi avanti fatti verso la consegna della struttura. Infatti, ieri, il primo cittadino con una delegazione di rappresentanti insieme al responsabile dell’ufficio tecnico Franco Morabito e al direttore dei lavori, ha incontrato la ditta facendo un sopralluogo in seguito al quale è stato verificato che rimangono da ultimare nei primi due piani soltanto la collocazione di una guaina protettiva sul tetto, la pitturazione, la sostituzione della pensilina e poi ovviamente la pulizia e il posizionamento del materiale didattico.

  • Mobilità in deroga, 30 lavoratori al Comune di Villa San Giovanni

    Anche quest'anno gli uffici comunali e i servizi esterni si avvarranno del prezioso supporto dei lavoratori in mobilità in deroga selezionati dalla responsabile del settore Risorse Umane Maria Grazia Papasidero che ha agito su indirizzo dell'assessore al ramo, nonché del welfare formazione e politiche sociali, Maria Grazia Richichi.
    I lavoratori che a breve inizieranno questo percorso di collaborazione, per sei mesi prorogabili, sono stati accolti dal primo cittadino Giovanni Siclari, dal vice sindaco Richichi, dal presidente del Consiglio Antonino Giustra che ha portato il saluto dell’intero Consiglio augurando loro buon lavoro, dall’assessore Pietro Caminiti, dall’assessore Sonia Labate e dai responsabili degli uffici.

  • Villa San Giovanni, Potere al Popolo: solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori de 'Le Rose Blu'

    Apprendiamo sgomenti la notizia relativa alla chiusura del centro diurno 'Le Rose Blu'.
    Che di questi tempi la solidarietà non sia una virtù gradita al potere non è un mistero. Il recente sgombero del presidio Baobab, a Roma, e la messa in strada di centinaia di persone, bambini compresi, ad opera delle ruspe fascio-leghiste è l'ultimo esempio. Appena preceduto dalla distruzione del sistema di accoglienza SPRAR, il cui venir meno accrescerà la produzione di soggetti irregolari e non inseriti in un sistema capace di garantire diritti e tutele.

  • Rose Blu, Richichi: dall’amministrazione volontà di salvare la cooperativa

    Esistono realtà, come quella della cooperativa Rose Blu, che vanno tutelate per l’importante ruolo sociale che svolgono per chi vive spesso ai margini della società e ha la necessità di vivere giornalmente un po’ di serenità. I volontari del centro diurno per disabili svolgono un lavoro importantissimo per tutta la comunità e dall’amministrazione è arrivata prontamente la risposta a una richiesta d’aiuto perché il centro Rose Blu non deve chiudere. Anche se in silenzio, l’amministrazione già da tempo, da quando si è presentato inizialmente il problema, ha lavorato e continua a farlo per dare un aiuto concreto alla cooperativa, infatti, diverse sono state le riunioni e gli incontri fino a ieri mattina.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.