unci banner

:: NEWS

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

Un viaggio attraverso le immagini per conoscere e comprendere eventi che hanno segnato la vita della società italiana, nel corso del XX secolo e agli inizi del terzo millennio. È...

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Cala il sipario sulle sfilate della IV edizione dell’International Fashion Week. Un successo di talenti, ospiti e pubblico per l’evento promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con...

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Da 5 anni portiamo avanti come cooperativa Comunità Sant’Arsenio la sperimentazione del progetto “Orto e Mangiato”, un orto Comunitario: piccoli appezzamenti di terreno “affittati” a servizio di “nuovi contadini”. Negli...

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Nell’Ottocento un romanziere inglese scriveva che “qui, dovunque mi volgessi, incontravo maiali neri e magri che grugnivano, sgambettavano e strillavano”. Parlava del suino nero di Calabria, un maiale che si...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAVinitaly: si chiude un'edizione da record per la Regione Calabria

Vinitaly: si chiude un'edizione da record per la Regione Calabria

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 11 Aprile 2019 08:15

Si è chiuso ieri il Vinitaly 2019, Salone internazionale dei vini e distillati a Verona. Un'edizione ricca di testimonial illustri, eventi e contatti preziosi per la Regione Calabria e per le cantine ospitate all'interno dello stand istituzionale, oltre che per i produttori di eccellenze gastronomiche in quello del padiglione Sol&Agrifood, Salone internazionale dell'agroalimentare di qualità che si è svolto nell'ambito di Vinitaly. Edizione da record prima ancora di cominciare: ben 73 cantine (rispetto alle 32 del 2014) e 2 Consorzi di Tutela hanno rappresentato il panorama vitivinicolo calabrese, caratterizzato da nove DOP e dieciIGP. Record confermato anche dal numero di visitatori: oltre 6mila solo nello stand della Regione Calabria, per l'82% italiani e per il 18% stranieri.

E ancora: 8 eventi nello stand istituzionale, 9 in quello del Sol&Agrifood e testimonial illustri (Attilio Scienza, docente di Viticoltura ed Enologia presso l'Università degli Studi di Milano, Francesco Mazzei, chef calabrese di fama internazionale, Walter Speller, esperto che segue l'Italia per Jancis Robinson, istituzione internazionale del vino) ma anche del giornalismo di settore (il conduttore radiofonico e televisivo Federico Quaranta, i giornalisti Massimo Proietto della Rai, Maria Rosaria Sica di Alice TV, Andrea Radic di GuideEspresso.it).
"I risultati sempre in crescita di questa edizione confermano che andiamo nella giusta direzione sostenendo la promozione dei nostri vini e dei nostri prodotti enogastronomici, dando concrete nuove opportunità di commercializzazione alle aziende calabresi – ha detto il presidente della Regione Mario Oliverio – La strategia messa in campo sin dall'inizio del nostro mandato alla Regione, di coniugare le nostre eccellenze enologiche ed agroalimentari con la promozione turistica, sta dando ottimi risultati. Non per niente la Calabria ha avuto il suo record di presenze turistiche nel 2017, che è stato superato nel 2018. La stagione turistica si é ampliata ed ora va da Aprile a Ottobre, ma attraverso incentivi messi in campo da noi attraverso dei bandi per i privati e per i comuni, i nostri borghi possono tornare a vivere per tutto l'anno. Stiamo lavorando su un progetto ben preciso, per mettere a regime tutto il potenziale della nostra terra sinora rimasto inespresso".
"Dato il notevole numero di aziende calabresi che hanno scelto il grande contenitore istituzionale della Regione al Vinitaly - ha affermato il Consigliere regionale delegato all'Agricoltura Mauro D'Acri - quest'anno abbiamo ulteriormente ampliato lo spazio espositivo per accogliere e rappresentare tutti in maniera efficace. La Calabria finalmente si presenta in squadra, facendo leva sulla sinergia e la cooperazione tra aziende e istituzioni. Gli imprenditori calabresi ed il frutto del loro lavoro, tra l'altro, hanno il merito di diffondere, in una vetrina così prestigiosa ed internazionale come Vinitaly, il nostro brand Rosso Calabria". Lo stand, inaugurato dal Presidente Oliverio e dal Consigliere D'Acri, ha avuto anche gradite visite, come quella del Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, di origini calabresi , e del Presidente della CIA, Confederazione Italiana Agricoltori, Dino Scanavino. Vinitaly è stata l'occasione anche per presentare il secondo meeting internazionale della dieta Mediterranea a cura di Federico Quaranta, insieme al testimonial Francesco Mazzei, con l'attualissimo tema "No waste", cioè no allo spreco alimentare. Il meeting, che certamente replicherà il successo ottenuto dall'edizione dello scorso anno, si terrà a fine maggio in Calabria.
Nel corso della manifestazione veronese, inoltre, è stato celebrato il Cirò, il primo vino calabrese ad aver ottenuto, nel 1969, il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta (DOP). I giudici del concorso Five Stars Wines, provenienti da Cina, Ungheria, Giappone, Belgio e Stati Uniti, hanno potuto riassaporare i vini calabresi che (bendati) avevano assaggiato e premiato durante il concorso, in un viaggio virtuale della regione, tra i vigneti affacciati sul mare e spinti alle spalle dagli Appennini. Buyers internazionali provenienti da Norvegia, Russia, Ucraina, Lettonia ed Azerbaijan hanno invece potuto assaggiare tante eccellenze calabresi, guidati dalla narrazione sulla loro provenienza e preparazione, tra le quali bergamotto, pecorino crotonese DOP, fichi di Cosenza Dop, Torrone di Bagnara IGP, cipolla rossa di Tropea IGP, oli extravergine d'oliva e olive da mensa, salami e nduja. Un'edizione nella quale hanno avuto, infine, un ruolo strategico anche l'ARSAC, l'Azienda Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura e l'Enoteca Regionale Casa dei Vini di Calabria. f.d.

Ufficio stampa

Rc 11 aprile 2019

Letto 87 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Terza giornata a Vinitaly: vini e gastronomia protagonisti

    Terza giornata di presentazioni e degustazioni dei vini e dei prodotti gastronomici di Calabria, al Vinitaly, Salone internazionale dei vini e distillati che si conclude domani a Verona. A cominciare da quella dedicata ai giudici del concorso Five Stars Wines. Provenienti da Cina, Ungheria, Giappone, Belgio e Stati Uniti, i 10 giudici hanno potuto riassaporare i vini calabresi che (bendati) avevano assaggiato e premiato durante il concorso, in un viaggio virtuale della regione, tra i vigneti affacciati sul mare e spinti alle spalle dagli Appennini. Manager di scuole di sommelier, importatori, giornalisti e formatori del settore hanno potuto conoscere meglio il panorama vitivinicolo calabrese, in un'occasione che la Regione Calabria ha saputo cogliere come vetrina privilegiata.

  • Seconda intensa giornata della Calabria a Vinitaly 2019, festeggiati i 50 anni del Cirò

    "Il Cirò è stato l'apripista della presenza della Calabria nel mondo dei vini con riconoscimenti. Una storia che viene tramandata oggi alle nuove generazioni che hanno acquisito il saper fare e la passione dei nonni e che portano avanti questa tradizione. Sarebbe davvero importante ottenere adesso anche la DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) per allargare la base produttiva e affinare il prodotto". Così il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, nella seconda giornata del Vinitaly 2019, Salone internazionale dei vini e distillati, in programma a Verona fino a mercoledì 10.

  • Il presidente Oliverio promuove la Calabria al Vinitaly

    "Ben 73 cantine, più del doppio rispetto alle 34 che parteciparono all'edizione del 2014. Un risultato frutto della strategia da noi messa in campo a supporto alle cantine calabresi perché possano presentare i propri prodotti nel corso di questo imprescindibile appuntamento, tutte insieme, facendo rete e non disperdendosi". Così il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha inaugurato lo stand istituzionale al Vinitaly 2019, Salone internazionale dei vini e distillati, in programma a Verona da ieri a mercoledì 10. "Dobbiamo in questa direzione, impegnandoci in una programmazione a lungo termine, dando certezze alle nostre aziende, per una promozione rivolta ai mercati esteri, anche alla luce del sempre maggior interesse dei buyers esteri, non ultimi i mercati asiatici, nei confronti dei vini calabresi - ha aggiunto il Presidente Oliverio -

  • La Regione Calabria al Vinitaly 2019

    Più che raddoppiate le cantine calabresi che quest’anno partecipano al Vinitaly 2019, Salone internazionale dei vini e distillati, in programma a Verona da domenica 7 aprile a mercoledì 10. Un appuntamento fisso per produttori, importatori, ristoratori, tecnici, giornalisti e opinion leader, che ogni anno si ritrovano in fiera per presentare i propri prodotti e conoscere le tendenze del mercato. Un evento che le cantine calabresi hanno imparato ad apprezzare sempre di più, passando dalle 32 del 2014 alle ben 73 di quest’anno. Un aumento che si riflette anche sull’area istituzionale ed espositiva dedicata alla Regione Calabria, collocata nel Padiglione 12, sempre più grande ed accogliente, oltre che rappresentativa delle eccellenze vitivinicole e delle esigenze dei suoi protagonisti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.