unci banner

:: NEWS

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Brunori SAS torna con un nuovo tour. Il 5 aprile concerto al PalaCalafiore

Farà tappa anche al PalaCalafiore di Reggio Calabria il tour 2020 di Brunori SAS. Lo rende noto la Esse Emme Musica che organizza il concerto del cantautore calabrese in programma...

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

Presentato in Pinacoteca il programma del primo Festival Olistico Morgana

È stato presentato nella Pinacoteca del Comune di Reggio Calabria il programma della prima edizione del Festival Olistico Morgana, organizzato dall’Associazione culturale Maradan, che si terrà dal 20 al 22...

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Art Bonus, incontro formativo in Biblioteca

Mercoledì 18 Settembre l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, si renderà promotrice di un incontro formativo-informativo sugli strumenti dell’Art bonus e del Fundraising a supporto degli interventi di recupero e valorizzazione...

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio offre il Cero votivo alla Madonna della Consolazione, patrona della città

Palazzo San Giorgio rinnova l'offerta del Cero votivo alla Madonna della Consolazione, Patrona della Città. Queste le parole del sindaco Giuseppe Falcomatà: Eccellenza reverendissima, Reverendo Capitolo Metropolitano, porgo a voi...

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il concerto di Carmen Consoli chiude l'Estate reggina 2019

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà l’aveva presentata a inizio giugno, nella Sala dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, come un contenitore ricco di grandi appuntamenti nazionali e internazionali...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAWaterfront, il presidente di Confindustria Vecchio: "La rivoluzione di cui Reggio ha bisogno"

Waterfront, il presidente di Confindustria Vecchio: "La rivoluzione di cui Reggio ha bisogno"

Pubblicato in POLITICA Giovedì, 12 Settembre 2019 11:38

"Il nuovo waterfront con il museo del mare progettato dall'archistar Zaha Hadid è una di quelle opere che possono rivoluzionare il volto di Reggio Calabria e il rapporto tra quest'ultima e il Mediterraneo. Ecco i progetti di cui la città ha bisogno per nutrire le proprie ambizioni e spiccare finalmente il volo. Per questo, a prescindere dalla dialettica politica che non ci interessa, ribadiamo con la massima convinzione la necessità che questa grande opportunità si concretizzi e in fretta, recuperando il tempo perduto". Lo afferma il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio, che esprime la posizione degli imprenditori metropolitani nel dibattito, tornato d'attualità, sull'avveniristica e suggestiva proposta dell'archistar irachena scomparsa nel 2016.

"Sgombro subito il campo da ogni equivoco: la Confindustria non si appassiona alle battaglie tra partiti ma al bene della collettività e alla crescita dell'economia locale. Ciò che per noi conta è altro, e cioè che il waterfront con il Museo del mare si realizzi, perché siamo convinti che attraverso questo investimento Reggio cambierà il proprio volto, ricucendo l'antica cesura con lo Stretto di Messina che l'ha resa, storicamente, una città 'sul' mare e non una città 'di' mare. Nel bacino del Mediterraneo sono numerosi gli esempi di realtà urbane che hanno tratto da simili investimenti un impulso straordinario dal punto di vista socio-economico, turistico e occupazionale. Penso - aggiunge Domenico Vecchio - a Barcellona dopo le Olimpiadi del 1992, penso a Valencia, penso alla Costa Azzurra, dove le bellezze naturali, la qualità urbanistica, l'attrattività di eventi artistici e culturali, ma soprattutto la presenza di progettualità e la visione delle classi dirigenti hanno consentito di costruire modelli di business vincenti e apprezzati nel mondo".
Secondo il presidente di Confindustria Reggio Calabria, "su questioni come il waterfront non bisogna dividersi ma unirsi; e se è giusto riconoscere il merito di chi ha avuto una grande intuizione nel passato, è altrettanto giusto apprezzare lo sforzo di chi oggi vuol riprendere quella intuizione. L'economia reggina è stata distrutta dalla crisi più lunga della storia recente e per questo ci ritroviamo oggi ad avere una città affamata di benessere, di crescita e di sogni. Un'opera del genere - aggiunge Domenico Vecchio - genererebbe ricadute positive di vasta portata sull'economia metropolitana, dando linfa vitale al settore delle costruzioni che rappresenta lo storico punto di forza e di eccellenza del tessuto produttivo provinciale. Auspico - dice ancora il presidente Vecchio - che sulla possibilità di realizzare il waterfront si apra una stagione nuova di confronto costruttivo con l'unico obiettivo di arrivare al completamento dell'opera che rappresenterebbe una vittoria di tutti. E sarebbe già un bel passo avanti se del waterfront si continuasse a discutere nei dibattiti pubblici e nelle sedi istituzionali. Confindustria, in questa direzione, è pronta a fare la propria parte - conclude l'ingegnere Vecchio - per concorrere a restituire a Reggio il ruolo di capitale del Mediterraneo che le compete a livello internazionale e non solo per la sua baricentrica collocazione geografica".

Reggio Calabria, 12 settembre 2019

Letto 48 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Confindustria Reggio Calabria: Giuseppe Febert eletto vicepresidente

    Il consiglio direttivo di Confindustria Reggio Calabria ha eletto Giuseppe Febert alla carica di vicepresidente. Febert, 56 anni, è sposato e ha due figlie, dal 1981 lavora nell'azienda di famiglia, la Febert Srl, dal 1962 realtà imprenditoriale leader nel mercato degli impianti elevatori. Dal 1994 Febert ne è legale rappresentante con incarichi tecnici e gestionali. Già componente del Cda della Banca popolare delle province calabre, Febert ricopre attualmente la carica di presidente Anacam Calabria e di vicepresidente nazionale della stessa associazione di categoria. Ha inoltre fatto parte del Gruppo giovani imprenditori di Confindustria Reggio Calabria di cui è stato anche vicepresidente. In seno alla territoriale di Confindustria Reggio Calabria ha presieduto la sezione Meccanica e Impiantistica e, dallo scorso 8 maggio, guida la stessa sezione a livello regionale, nell'ambito di Unindustria Calabria.

  • Progetto Waterfront, le reazioni della politica

    Ancora una volta la manifestazione da propaganda elettorale S’Intesi è occasione per il Sindaco e per i suoi compagni di sciorinare argomenti a piacere, deformazioni della realtà, attacchi a categorie e le solite promesse che sanno di non potere mantenere.
    Si comincia con una notizia dai dati incerti che però conosce solo Falcomatà: la presenza di una maggioranza (ripetiamo, maggioranza!), silenziosa di cittadini che lo stimerebbe, lo appoggerebbe e rivorrebbe a Palazzo San Giorgio. Premessa dal sapore di utopistico la cui evidente fantasiosa assurdità viene da lui stesso giustificata con un attacco ai social network e ai giornali on line, rei di remare contro la sua “splendida” sindacatura.

  • Sanità, Confindustria Reggio Calabria chiede di incontrare i commissari Asp: "Situazione drammatica"

    “A distanza di quattro mesi dall'approvazione del cosiddetto 'Decreto Calabria', la situazione della sanità nella nostra regione ed in particolare nella provincia di Reggio appare sempre più drammatica”. E' quanto si legge in un comunicato di Nino Cuzzucoli, presidente territoriale per Confindustria Reggio della sezione Sanità di Unindustria Calabria. La nota prosegue: “Gli ospedali pubblici sono allo stremo per mancanza di personale o per difficoltà negli approvvigionamenti, mentre la sanità privata è al collasso a causa del blocco totale dei pagamenti relativi al 2018, oltre che per l'incertezza che avvolge quelli futuri.

  • Confindustria Reggio Calabria interviene sulla questione Aeroporto dello Stretto

    "Investire bene, investire subito sull'aeroporto dello Stretto. Deve essere questo l’imperativo categorico della classe dirigente e politica cittadina e calabrese dopo lo stanziamento di 25 milioni di euro a favore dello scalo, un finanziamento che può dare davvero l’opportunità al 'Tito Minniti' di intraprendere la strada dello sviluppo infrastrutturale e dunque della crescita sul mercato”. E’ quanto dichiara il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio, dopo la conferenza stampa tenuta dal viceministro dell’Economia Laura Castelli, dal deputato reggino Francesco Cannizzaro, dal presidente di Enac Nicola Zaccheo e dal presidente di Sacal Arturo De Felice.

  • Arresti operazione DDA reggina, dichiarazione del presidente di Confindustria Reggio Calabria

    In relazione all'operazione di polizia giudiziaria condotta ieri dalle forze dell'ordine e coordinata dalla Procura distrettuale antimafia reggina, si diffonde la seguente dichiarazione del presidente di Confindustria Reggio Calabria, Domenico Vecchio: “L'indagine della DDA di Reggio Calabria, che ieri mattina ha portato a numerose misure cautelari e che ha riguardato un potentissimo clan della 'ndrangheta, ha consegnato uno spaccato della realtà reggina che non può lasciare indifferenti. È una vicenda giudiziaria assai delicata, nel merito della quale non entriamo, anche in forza dei nostri valori ispirati al garantismo vero, perché è compito della magistratura accertare i fatti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.