Ristorazione e vegan: quali accorgimenti per i consumatori?

Negli ultimi anni il così detto pasto fuori casa è divenuto un fenomeno in costante aumento. I dati della FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) relativi al 2018 fanno emergere, infatti, come i...

Al Villaggio Scirubetta giornata per l'Hospice: "Il gusto della solidarietà"

“Seconda stella a destra questo è il cammino” era ed è la frase di una popolare canzone di Edoardo Bennato ma sembra anche essere ultimamente a Reggio Calabria uno di quei ritornelli che non ti togli...

L’Accademia di Belle Arti in supporto dell’Hospice Via delle Stelle

L’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria sposa la campagna di sensibilizzazione promossa per l’Hospice “Via delle Stelle”. In questo momento di difficoltà, l’ABARC – rappresentata dal direttore us...

Cardiochirurgia Grande Ospedale Metropolitano: ottantasettenne operato alla valvola mitrale senza trasfusioni di sangue

È stato dimesso nelle scorse settimane un paziente di 87 anni Testimone di Geova sottoposto ad un delicato intervento chirurgico di sostituzione della valvola mitrale con protesi biologica nella U.O.C...

Il ringraziamento della Rete Sociale per il sostegno nella campagna pro Hospice

Ennesimo gesto, ennesima tappa, ennesima risposta positiva dalla cittadinanza verso una struttura che dire nevralgica è poco: l’Hospice è importante per Reggio! E ad ennesima dimostrazione di tutto ci...

Torna l'appuntamento con il Festival del Gelato Artigianale Scirubetta

Dal 14 al 17 settembre 2019 torna a Reggio Calabria Scirubetta, il Festival del Gelato Artigianale. La prima edizione è stata un successo andato oltre ogni previsione con numeri da capogiro: 24 Maestr...

Dalle terre di Brancaleone il supersucco nutraceutico al SANA 2019

SANA 2019 è la fiera internazionale del biologico e dal 6 al 9 settembre a Bologna, diventa la vetrina ideale per le novità agroalimentari e per il mondo del food bio e salutistico nonché trampolino d...

Donazione degli organi: cresce la solidarietà in Calabria, maratona trapianti anche al G.O.M. di Reggio Calabria

Grande gara di solidarietà per la sanità calabrese: una maratona di tre giorni che ha coinvolto gli Ospedali “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, “Annunziata” di Cosenza ed il “Grande Ospedale Metropolita...

Estate e intossicazioni alimentari: i consigli del Tecnologo Alimentare

Il caldo estivo, lunghe percorrenze per raggiungere casa dopo aver fatto la spesa e qualche disattenzione nel rispettare la catena del freddo possono essere causa di alterazione per i nostri alimenti....

Wish List: perché tutti dovrebbero averne una

Agosto 2019 - L’estate sta finendo… tempo di bilanci e di ritorno alla routine. C’è chi considera il post vacanze estive come una sorta di nuovo inizio. Carichi di energie positive ci si prepara ad af...

Sei qui: HomeRubricheHealth&FoodBiomedicina, prime indicazioni. A Reggio la riunione nazionale di monitoraggio del percorso progettuale

Biomedicina, prime indicazioni. A Reggio la riunione nazionale di monitoraggio del percorso progettuale

Pubblicato in Health&Food Venerdì, 03 Maggio 2019 18:37

Si è svolta a Reggio Calabria la prima riunione nazionale di monitoraggio del percorso di biomedicina ideato dal liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” e dall’Ordine dei Medici della provincia di Reggio Calabria, un progetto nato nella città dei Bronzi che oggi è sperimentato su scala nazionale grazie ad un accordo sottoscritto tra il MIUR e la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici.
Dopo l’inno di Mameli, che ha aperto i lavori, Domenico Tromba, referente scientifico del progetto e consigliere dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria, ha rammentato che «il traguardo raggiunto rappresenta motivo di grande orgoglio ma il bello deve ancora venire perché si stanno aprendo importanti prospettive per questo progetto partito dalla nostra città».

«Il monitoraggio che viene effettuato oggi, peraltro a Reggio – ha aggiunto il dr Domenico Tromba - con risultati certamente positivi, non può che renderci felici ed orgogliosi. Oggi c’è l’Italia a Reggio Calabria per questa idea progettuale partita dalla nostra città ed oggi sperimentata in molte province italiane. Grazie ai medici che hanno permesso la realizzazione di questo percorso ma anche ai ragazzi che lo hanno frequentato».
«Siamo partiti ben 11 anni fa – ha ricordato la prof.ssa Giusy Princi, dirigente scolastico del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Reggio Calabria - con l’idea di orientare i nostri studenti e garantire loro una competenza biologico-sanitaria importante sin dal terzo liceo scientifico, oggi è diventata una realtà che sta facendo scuola nel resto d’Italia. Basti pensare che abbiamo circa 5000 studenti coinvolti, 400 docenti, siamo stati sentiti alla Camera ed al Senato in quanto il nostro modello è alla base della proposta di revisione dell’accesso alle facoltà di Medicina. Il Liceo Da Vinci e l’Ordine dei Medici di Reggio Calabria, quali enti capofila, coordinano circa 70 tra licei scientifici e classici del Paese e, sono numerose le richieste che ci pervengono, da ogni angolo d’Italia, per aderire al progetto. Grazie alla tenacia, alla determinazione ed alle competenze anche la Calabria può fare scuola al resto d’Italia».
«Questa idea – ha rilanciato il Presidente dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria, Pasquale Veneziano - è nata, quasi per caso, parlando in sala operatoria con il collega anestesista, Nicola Loddo, per far conoscere, agli studenti, meglio e più da vicino, quanto di buono c’è nella sanità per poi strutturare un vero e proprio percorso, in 5 anni, sino a guardare alle potenzialità che questo poteva avere nell’ambito dell’orientamento scolastico. Ho proposto l’idea in Federazione dove, tra grande scetticismo, ho trovato il sostegno deciso del coordinatore della Commissione Formazione, Roberto Stella che ha sostenuto il percorso. Lo stesso ha fatto, presso il Miur, la prof.ssa Princi».
«Oltre a ciò questo percorso è utile per gli studenti per conoscere le malattie, fare prevenzione, imparare le manovre salvavita, attraverso il Bls, e far capire, al contempo, le difficoltà di essere medico. Per noi medici, invece, il confronto con i ragazzi rappresenta un utile palestra per meglio rapportarsi, poi, con i pazienti, stimolando le proprie attitudini comunicative».
«Questo progetto – ha evidenziato il dr Roberto Monaco, Segretario Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri – ha il pregio di mettere insieme i due valori cardine della società, ovvero sanità e scuola. Tuttavia, occorre proseguire la sperimentazione perché si parla con i fatti. Abbiamo necessità di capire i numeri ed i dati che scaturiranno al termine della fase sperimentale di questo progetto che si sta estendendo nelle varie province italiane e che darà la possibilità ai futuri cittadini di poter diventare buoni medici o quantomeno capire le difficoltà di questa professione».
Il dr Monaco ha chiesto ai Ministeri competenti di aumentare il numero di posti messi a bandi nelle scuole di specializzazione mediche, ribadendo che «è impossibile, al momento, abbandonare il numero chiuso».
«L’orientamento – ha ribadito il Presidente dell’Ordine dei Medici di Varese e Responsabile Area Strategica Formazione FNOMCeO, Roberto Stella - è un tema che ci è particolarmente caro e, da tempo, anche i Ministeri stanno lavorando, al fine di indirizzare chi davvero ha la vocazione verso questa professione. Ogni anno, infatti, assistiamo a circa 70 mila aspiranti medici che partecipano ai test di accesso alla facoltà di Medicina ma, alcuni di loro, durante il percorso, poi, abbandonano perché si accorgono che questo non è un lavoro esattamente tagliata per loro. Abbiamo puntato su questo progetto ed i risultati pare ci stiano dando ragione per capire se siamo in grado di avviare alla professione sanitaria quelli che hanno davvero una “vocazione”, non solo tecnica perché fare il medico ha delle sfaccettature relazionali ed umane molto importanti».
Presente in collegamento skype, il Presidente della Commissione Cultura ed Istruzione della Camera dei Deputati, Luigi Gallo che si è impegnato a sostenere il percorso ed a visitare la nostra città da cui è partito.
Come ha ricordato il Presidente della Commissione Istruzione della Camera, «da questo territorio è partito un progetto molto lungimirante che punta a premiare il merito» aggiungendo che tra i temi che la Commissione Cultura è decisa ad affrontare, in maniera trasversale, vi sono senza dubbio il contrasto alla povertà culturale e formativa del Paese invertendo il dato che vede l’Italia, al penultimo posto in Europa, davanti solo alla Bulgaria, per numero di laureati.
Rosanna Barbieri, ispettore tecnico del Miur, ha espresso un pauso per «un lavoro nato come divulgativo e che poi diventato formativo per rispondere all’esigenze dei nostri ragazzi».
Massimo Esposito, ispettore tecnico del Miur e coordinatore della cabina di regia del progetto, ha sottolineato l’obiettivo dell’incontro odierno ovvero mettere a confronto le varie realtà che operano sul progetto analizzando aspetti positivi e negativi.
Francesca Torretta, docente referente per i licei scientifici, Elisa Colella, dirigente scolastico del liceo classico “Cutelli” di Catania e Maria Grazia Chillemi, docente presso gli Orientamenti del Miur, hanno snocciolato tutti i dati relativi al monitoraggio intermedio del percorso, evidenziando aspetti positivi e criticità.
Numerosi i rappresentanti degli Ordini e dei Licei coinvolti nella sperimentazione che hanno animato un proficuo dibattito con suggerimenti, analisi, chiarimenti e testimonianze.
Special guest della riunione, il maestro orafo calabrese, Gerardo Sacco, vero e proprio ambasciatore del made in Italy e della Calabria in tutto il mondo, che ha omaggiato i componenti della cabina di regia del progetto, con dei preziosi realizzati per l’occasione.
Presenti, inoltre, il Vicepresidente dell’Ordine reggino, Giuseppe Zampogna, il tesoriere, Bruno Porcino, i consiglieri: Francesco Biasi, Rocco Cassone, Anna Maria Danaro, Domenico Pistone, Antonino Zema ed il revisore dei conti, Antonino Loddo.
Rc 03.05.2019

Letto 196 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Medici sotto tiro: altre due intimidazioni

    Un altro triste e amaro capitolo di una lunga saga in cui la storia è sempre la stessa e vede come vittima designata un medico della provincia di Reggio Calabria. Questa volta, i delinquenti di turno hanno colpito, con vigliaccheria, due colleghi stimati e sempre disponibili verso il paziente, Guido Zavettieri, specialista ortopedico, dipendente Asp, di Melito Porto Salvo e Saverio Cambareri, medico di medicina generale, di Gioia Tauro. In entrambi casi, i criminali hanno incendiato e distrutto le autovetture di proprietà dei due camici bianchi.
    Messaggi minatori di inaudita gravità che ci rammentano, ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che fare il medico, a queste latitudini, significa essere in trincea in un senso che viaggia sempre più verso la letteralità del termine. Lavorare in queste condizioni, nel compito delicato di tutelare la vita e la salute del cittadino, è, dunque, quasi impossibile.

  • Domenica appuntamento con il Giuramento d’Ippocrate

    Si rinnova il tradizionale appuntamento annuale con il Giuramento d’Ippocrate per i giovani medici e dentisti reggini. Domenica prossima, 23 giugno, infatti, a partire dalle ore 9,30 presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria, è in programma la solenne cerimonia del Giuramento d’Ippocrate durante il quale verrà consegnato il codice deontologico a tutti i giovani medici-chirurghi ed odontoiatri, di nuova iscrizione, che si apprestano ad intraprendere un cammino professionale teso alla tutela della salute e della vita del paziente.

  • Falcomatà alla consegna delle borse di studio dell’Ordine dei Medici: “E’ la bella immagine della Calabria”

    Un’occasione per condividere un risultato che vede Reggio Calabria “fare scuola” al resto del paese dimostrando, ancora una volta, il talento, le capacità e una straordinaria voglia di emergere. Sabato 7 giugno 2019 si è tenuta, presso la sede dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria la cerimonia di premiazione del percorso di biomedicina ideato e sperimentato dal liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria scuola capofila di rete a livello nazionale del progetto e dall’Ordine dei Medici. Il percorso nato otto anni fa è stato esteso a tutti i Licei Scientifici e Classici d’Italia grazie ad un accordo tra il MIUR, Direzione Generale degli Ordinamenti Scolastici e la Fnomceo, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

  • Nuovo bando per borse di studio all’Ordine dei Medici dedicate ai giovani iscritti

    Ci sarà tempo fino al 31 maggio prossimo per partecipare al bando per il conseguimento di alcune borse di studio promosse dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria. Il bando prevede due borse di studio per gli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi ed una borsa di studio per gli iscritti all’Albo degli Odontoiatri di importo pari a mille euro cadauna. Potranno partecipare al bando coloro che si sono laureati nell’anno accademico 2017/2018 e iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria dal 1 giugno 2018 e sino alla data di scadenza del presente bando.

  • Riflettori sulla neuroradiologia pediatrica: all’Ordine dei Medici un interesse confronto con diversi esperti del settore

    Fari puntati sulla neuroradiologia pediatrica all’Ordine dei Medici di Reggio Calabria con una giornata di studio che ha convogliato in riva allo Stretto alcuni tra i maggiori esperti del Bel Paese in materia.
    Ad aprire i lavori è stato il coordinatore della formazione aggiornamento dell’ente ordinistico reggino, Antonino Zema che ha sottolineato come questo evento formativo rappresenta «un appuntamento fondamentale di confronto e crescita di tutta la disciplina in cui è stato dato spazio non solo alla diagnostica ma anche alla discussione di casi clinici».

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.