Ferragosto: carne e birra i prodotti preferiti dagli italiani

Agosto 2019. Piena estate, agosto, un evento tra tutti rappresenta il popolo italiano e la voglia di festeggiare: stiamo parlando di Ferragosto e della mitica grigliata. Non importa se fa caldo o se p...

Sant'Eufemia d'Aspromonte: ViviEstate2019, convenzione tra Comune-Agape per progetto contro isolamento e solitudine

Creare una rete di supporto psicologico a persone non autosufficienti, fragili, affinché sia una stagione estiva diversa e serena per tutti. Vincere l’isolamento e combattere la solitudine, coinvolger...

Farmaci generici, gli italiani ne sanno molto ma li usano poco

Campioni europei sulla teoria, rimandati nella pratica. “Gli italiani conoscono molto bene il sistema dei medicinali equivalenti, cosa che non trova riscontro in altri Paesi” nonostante “quote di merc...

Grande Ospedale Metropolitano: calo nelle donazioni di sangue è tipico del periodo estivo, nessuna emergenza

In riferimento alle notizie circolate negli ultimi giorni sugli organi di stampa ed i social network circa la carenza di sangue di gruppi 0+ ed A+, la Direzione Strategica del Grande Ospedale Metropol...

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Anche quest’anno, il tanto atteso bagno a mare, viene messo a repentaglio dalle meduse, creature marine dal caratteristico aspetto gelatinoso, a volte trasparenti e anche per questo insidiose, divenut...

Opi Reggio Calabria, “Estate sicura” 2019: Educazione alla rianimazione in spiaggia

Più sicurezza per residenti e turisti, maggiore formazione sanitaria: a questo scopo, l’Ordine degli infermieri (Opi) di Reggio Calabria ha elaborato e finanziato anche per il 2019 il progetto Estate...

Le vacanze estive aumentano il rischio di sovraesposizione dei bambini ai dispositivi mobile

Luglio 2019. Sono arrivate le vacanze estive, i giorni più attesi dell’anno per dimenticarsi della routine e godere della famiglia. Tuttavia, l’organizzazione dei viaggi con bambini e adolescenti può...

Il maestro Pistoletto e Yuval Avital in visita alle Cantine Statti

Domenica 14 Luglio visita privata alle Cantine Statti di Lamezia Terme di Michelangelo Olivero Pistoletto, artista, pittore e scultore di fama internazionale animatore e protagonista della corrente de...

La Direzione del Grande Ospedale Metropolitano chiarisce sul trasferimento di Oncoematologia pediatrica

In relazione alle notizie di stampa circa il trasferimento, presso il Presidio “Morelli”, della UOSD di Oncoematologia pediatrica, attualmente ospitata nel reparto di Ematologia del Presidio “Riuniti”...

Incontro tra Camera di Commercio, Regione e Consorzio dei Vini di Reggio Calabria

Si è tenuto presso la sede camerale un importante incontro tra Camera di commercio di Reggio Calabria, Regione Calabria e Consorzio dei Vini di Reggio Calabria quale occasione di confronto sulle poten...

Sei qui: HomeRubricheHealth&FoodISS: diabete in Italia, nuovi dati. Calabria regione più colpita

ISS: diabete in Italia, nuovi dati. Calabria regione più colpita

Pubblicato in Health&Food Mercoledì, 13 Febbraio 2019 15:13

Presso l’aula “Pocchiari” dell’Istituto Superiore di Sanità si è tenuto il convegno “La malattia diabetica e le sue complicanze”, organizzato con il patrocinio dell’Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta – ACISMOM e dell’ISS e con il contributo non condizionante di Mundipharma. Un’occasione per rimarcare l’importanza della multidisciplinarietà nell’approccio sul diabete e la necessità di sinergia tra pubblico e privato. Il mondo farmaceutico ritiene fondamentale promuovere questi appuntamenti di alto livello scientifico nella propria strategia di conoscenza e nel rispetto della centralità del paziente.

“La nostra realtà vanta un forte patrimonio in tutta Europa nella medicina generale e specialistica. Attraverso il nostro lavoro nel diabete rafforziamo ulteriormente il nostro impegno nel rendere disponibili medicinali innovativi che aggiungano valore reale ai pazienti e ai sistemi sanitari” commenta Franco Rapari, Regional Access Manager di Mundipharma Pharmaceuticals. “Come ribadito anche da illustri farmacologi in queste ore, se si vuole la salute come un diritto, va detto che ai diritti corrispondono dei doveri. E abbiamo il dovere di mantenerla, la salute. Per questo conta moltissimo lo stile di vita. Chi non fuma, beve pochissimo alcol, mangia con moderazione si preserva certamente”.

I NUMERI DEL DIABETE: DISTRIBUZIONE REGIONALE E CULTURALE – La diffusione del diabete in Italia nella popolazione generale ha raggiunto il 6%, a cui si può aggiungere una quantità di sommerso preoccupante, stimabile attorno al 2% di coloro che hanno il diabete e non lo sanno (stimate circa 2 milioni di persone). Secondo gli studi della Società Italiana di diabetologia, quasi il 65% delle persone con diabete si colloca nella fascia di età pari o superiore ai 65 anni. Circa un paziente su 5 ha età pari o superiore a 80 anni, circa il 2% ha età inferiore a 20 anni e circa il 35% dei soggetti è in età lavorativa (20-64 anni). La prevalenza complessiva è maggiore nei maschi. Questi dati confermano il fatto che il diabete affligge moltissimi anziani, ma sottolineano anche che moltissime persone con diabete (oltre 200 mila in questa casistica e oltre 1 milione su base nazionale) non sono anziani e sono nel pieno dell’età lavorativa. Nella fascia 25-44 anni, si va dallo 0.9% di pazienti diabetici tra chi ha una laurea o un diploma superiore, al 2.6% di chi ha una licenza elementare o nessun titolo. Salendo con l’età, i numeri crescono e anche il divario in questo senso va aumentando. Tra i 45 e i 64 anni, tra chi ha una laurea il tasso è del 2.7% a fronte dell’11.5% di chi ha una licenza elementare o nessun titolo di studio; queste due categorie raggiungono rispettivamente l’8.4% e il 16.5% tra gli over 65. Questo dato fa riflettere, poiché valorizza uno dei “pilastri” della terapia del diabete, quello dell’educazione: “per ritardare la comparsa del diabete e per contrastarne la progressione, la terapia si basa su 4 pilastri fondamentali, di cui 3 non sono farmacologici” spiega il prof. Giaccari, diabetologo, Professore Associato di Endocrinologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Responsabile del Centro per le Malattie Endocrine e Metaboliche della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli IRCCS. “Anzitutto, l’alimentazione, non intesa come dieta, ma come alimentazione sana, per raggiungere un peso forma e mantenerlo nel tempo. Il secondo pilastro è l’attività fisica, cui segue proprio l’educazione: è fondamentale che il soggetto sappia cosa sta succedendo, quali sono gli effetti delle conseguenze della malattia diabetica, affinché tenga sotto controllo il proprio diabete e i relativi fattori di rischio. La terapia farmacologica è solo il quarto pilastro che regge il “tempio” della terapia del diabete”.
I dati ISTAT che hanno contribuito a questo quadro permettono di definire ulteriori dettagli. Ad esempio, si riscontra che al Sud la prevalenza del diabete raggiunge il 6.5%, con un picco superiore all’8% in Calabria.

LE POSSIBILI CONSEGUENZE DEL DIABETE – L’ignoranza sul tema diabete è spesso connessa alla mancata conoscenza delle patologie che esso può amplificare o generare. “Serve maggiore informazione sul diabete, soprattutto con una mirata formazione delle generazioni più giovani” spiega la dottoressa Chiara Cadeddu Ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità. “La malattia inficia sia la qualità che la durata della vita: la mortalità associata al diabete e alle sue complicanze risulta infatti maggiore rispetto a quella degli individui non affetti. Le complicanze del diabete possono essere acute (a breve termine), come l’iperglicemia e l’ipoglicemia, frequenti cause di ricovero, oppure croniche (a lungo termine), come le complicanze cardiovascolari, la neuropatia, la nefropatia, la retinopatia, oltre a quelle che si verificano in gravidanza”. Tra le complicanze che più frequentemente causano grave invalidità si annoverano: la riduzione della vista che può condurre alla cecità; la neuropatia che, associata alla vasculopatia, può determinare ulcere (piede diabetico) e gangrena degli arti inferiori; le malattie cardio e cerebro vascolari, causate dalla disfunzione endoteliale e dall’iperaggregazione piastrinica; la nefropatia, che può esitare in insufficienza renale cronica fino al trattamento sostitutivo dialitico.
Le persone con diabete hanno una probabilità 2-5 volte maggiore di essere ricoverati, rispetto alle persone non diabetiche. Nella popolazione ospedaliera i diabetici rappresentano il 6-8% dei pazienti ricoverati (oltre il 20% nei reparti di medicina o di terapia intensiva). La durata della degenza è generalmente più lunga, le complicanze e la mortalità intraospedaliera sono più frequenti rispetto ai pazienti non diabetici. I costi del ricovero del paziente con diabete sono maggiori rispetto alle persone senza diabete.

Roma 13 febbraio 2019

Studio Comunicazione Diessecom 

Letto 246 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Calabria. Giornata mondiale del diabete 2019: al via la campagna informativa

    Reggio Calabria. Nonostante i numeri siano allarmanti, è previsto che per il 2030 ci saranno 522 milioni di persone con diabete, oltre un milione di bambini e adolescenti nel mondo hanno un diabete di tipo 1, ovvero quello autoimmune, nel 2017 ci sono stati, a livello globale, quattro milioni di morti, in Italia ci sono 3,7 milioni di persone con diabete, resta una patologia poco

  • Iniziativa Diabaino Vip-Vip a piazza Camagna per la Giornata del Diabete

    Tutti in piazza, insieme per il diabete. Questo lo slogan che ha accompagnato la manifestazione svoltasi il 10 dicembre 2017 nella centralissima piazza Camagna a Reggio Calabria e legata alla Giornata Mondiale per il Diabete. Voluta fortemente dall’associazione Diabaino Vip-vip dello Stretto ONLUS affiliata FAND, in collaborazione con i Lions Club “Città del Mediterraneo”, Reggio Calabria Host e il Leo club “Vittoria G.S. Porcelli”, con la partecipazione dei clown “Volontari in corsia” del teatro Proskenion la giornata è stata dedicata allo screening gratuito, fondamentale per prevenire l’insorgenza del diabete, informando la cittadinanza, o scoprendone la presenza.

  • Sensibilizzazione e screening sul diabete a Reggio Calabria

    Il Leo Club Reggio Calabria Host “Vittoria G.S. Porcelli”, insieme ai Lions Club Reggio Calabria Host e Città del Mediterraneo, all’associazione Diabaino Vip-Vip dello Sterto (ONLUS “Affiliata FAND”, Associazione Nazionale Diabetici) e ai clown volontari del teatro Proskenion, è sceso in piazza Camagna nel centro storico di Reggio Calabria, la mattina di domenica 10 dicembre, per un evento dedicato interamente alla prevenzione del Diabete Mellito. L’attività rientra in un ampio progetto di Leo e Lions che ha visto numerosi club prendere parte a simili iniziative in tutta Italia; anche la Calabria ha risposto bene e i risultati si sono visti con l’adesione di diversi club, con ultimi in ordine cronologico proprio il Leo Club Reggio Calabria Host e i Lions Club Reggio Calabria Host e Città del Mediterraneo.

  • Convegno sui protocolli di trattamento del paziente diabetico in ospedale

    Il diabete sarà il protagonista del convegno ad alta valenza scientifica che si terrà mercoledì prossimo, 29 Novembre 2017, nella Sala meeting e congressi dell’  “è Hotel”  di Reggio Calabria. Nel corso dell’incontro dal titolo “Il Diabete in Ospedale: protocolli di trattamento” saranno trattati vari argomenti scientifici sull’importanza delle cure della patologia diabetica seguendo i nuovi protocolli e linee guida di trattamento dei pazienti ospedalizzati. Responsabile scientifico dell’interessante congresso è il reggino Dott. Domenico MANNINO Direttore UOC Diabetologia / Endocrinologia presso l’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria ed attuale Presidente nazionale AMD ( Associazione Medici Diabetologici).

  • L'associazione Giada Medical Onlus in campo per la Giornata mondiale del Diabete tra prevenzione e sport

     In occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2017, l’Associazione Giada Medical Onlus in collaborazione con DnA Cycling , scende in campo Sabato 18 Novembre presso piazza Chiesa Santa Maria del Lume in Pellaro a partire dalle ore 15:30.
    La giornata viene organizzata per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul diabete, sulla prevenzione e gestione, una patologia grave e diffusa che può essere prevenuta e curata grazie all’adozione di un corretto stile di vita o con semplici interventi farmacologici.
    Il tema della Giornata Mondiale del Diabete è: “Le donne e il Diabete…il nostro diritto ad un futuro più sano”; per tale motivo al centro della campagna ci sarà il diabete gestazionale, ovvero quello che insorge durante una gravidanza.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.