Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

L’Ufficio del Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza si unisce all’articolazione calabrese dell’Associazione Italiana Celiachia, a partire dalla difesa dei diritti costituzionali alla sa...

Già operativo il Track del cuore a Reggio Calabria

Riparte il Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare, “Truck Tour Banca del Cuore 2019”, promosso dalla Fondazione per il Tuo Cuore - HCF Onlus dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Os...

Accademia Italiana della Cucina, alla cena Ecumenica di Cittanova sfilano i piatti della migliore tradizione calabrese

Anche quest’anno l’Accademia italiana della Cucina, prestigiosa istituzione culturale della Repubblica italiana fondata a Milano nel 1953 da Orio Vergani, ha organizzato lo scorso 17 Ottobre la Cena E...

Presentati i risultati della campagna pro hospice "Seconda stella a destra"

Giorno 14 Ottobre 2019 rappresenta il punto di arrivo di una campagna estiva che ha raggruppato tanti apparati istituzionali e associativi della città a titolo gratuito e spinti solo da un amore verso...

Callipo porta il lavoro in carcere: 7 detenuti assunti a Vibo Valentia

E’ partito anche quest’anno l’importante progetto che Callipo, azienda calabrese con una storia di 106 anni nelle conserve ittiche di qualità, realizza con la casa circondariale di Vibo Valentia e che...

Avo, una storia di amore e gratuità lunga oltre trent’anni. Al via il corso gratuito per aspiranti volontari ospedalieri

L’associazione Volontari Ospedalieri Avo, attiva a Reggio Calabria dal 1987, rilancia la sua proposta di impegno civile e sociale da profondere nel luogo deputato alle cure del territorio, ossia il Gr...

Il più grande Pasticcere Sebastiano Caridi apre a Bologna

Il cibo incontra l'arte: succede a Bologna, a Palazzo Fava in via Manzoni 2, quando all'interno del Palazzo delle Esposizioni aprirà il nuovo locale di Sebastiano Caridi. L'inaugurazione in anteprima...

Il Kiwanis Club Juppiter Reggio Calabria dona tremila euro all'Hospice

Il Kiwanis Club Juppiter Reggio Calabria, presieduto da Angela Latella, ha conferito all'Hospice "Via delle Stelle" una donazione di tremila euro, frutto dell'attività di service svolta nell'anno soci...

La solidarietà di Atam e Accademia del Tempo Libero per l'Hospice: consegnato un assegno da sei mila euro

Mercoledì 9 ottobre si è tenuto l’evento conclusivo di “ATAM for Hospice” presso il Terminal Bus di Largo Botteghelle. L’Iniziativa avviatasi lo scorso 16 settembre con il concerto organizzato da ATAM...

A Reggio il congresso nazionale della Società Italiana di Reumatologia

Due giornate dedicate alla reumatologia, 11 e 12 ottobre, con interessanti tematiche che spazieranno dalla diagnosi alla terapia. Su questi argomenti, la Società Italiana di Reumatologia, ha incentrat...

Sei qui: HomeRubricheHealth&FoodRiflettori accesi sulla patologia vascolare ischemica ed emorragica

Riflettori accesi sulla patologia vascolare ischemica ed emorragica

Pubblicato in Health&Food Venerdì, 20 Settembre 2019 18:59

“Update in patologia vascolare ischemica ed emorragica” è stato questo il tema affrontato nella terza giornata di studio promossa nell’ambito del programma “La neuroradiologia della Calabria” sviluppato lungo l’arco del 2019, dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria.
Ad introdurre i lavori ed a portare i saluti istituzionali del presidente dell’Ordine dei Medici, Pasquale Veneziano, assente per concomitanti impegni, è stato il coordinatore della Commissione formazione ed aggiornamento, Antonino Zema.

«Oggi – ha sottolineato Antonio Armentano, dirigente di secondo livello della Neuroradiologia del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria - la formazione e l’informazione sullo stroke è divenuta particolarmente importante poiché risulta essenziale riuscire a gestire correttamente un paziente che deve essere trattato in pochissimo tempo sia per salvargli la vita sia per evitare conseguenze gravi legate al verificarsi della patologia. Proprio per questo motivo è fondamentale una rete ben organizzata tra 118, neurologi e neuroradiologi. In questa occasione, poi, abbiamo avviato un confronto fra i più esperti rappresentanti della branca; nonché un raffronto tra altre realtà e quella di Reggio Calabria, dove, da un anno e mezzo, è attiva una Stroke Unit di secondo livello. A tal proposito è stata avviata una proficua collaborazione anche con l’Università di Catanzaro».
Luciano Arcudi, Direttore dell’Unità Operativa di Neurologia del Gom, ha sull’inquadramento diagnostico tracciando le linee generali della patologia cerebro-vascolare in cui è fondamentale «riconoscere precocemente i segni della malattia per poter intervenire celermente ed in maniera appropriata».
Salvatore Mangiafico, Responsabile della Struttura organizzativa complessa di interventistica neurovascolare dell’azienda ospedaliera universitaria di Careggi, ha ribadito l’importanza della presenza di una rete organizzativa territoriale per il trattamento dell’ictus.
«Oggi questo territorio – ha osservato Mangiafico – può contare su competenze e professionalità notevoli, adesso occorre stabilire dei percorsi organizzativi per non perdere questa grande occasione di crescita».
Per il Coordinatore scientifico della Rete Stroke della Calabria, Domenico Consoli, anche Primario della Divisione di Neurologia dell’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia «l’obiettivo principale è quello di rispondere all’esigenza di consolidare l’organizzazione al fine di velocizzare il percorso del paziente colpito da ictus cerebrale verso il trattamento trombolitico che può salvare la vita».
«La trombolisi, oggi praticata nelle due Stroke Unit di secondo livello della Calabria ovvero Reggio Calabria e Cosenza – ha aggiunto Consoli - presto sarà disponibile anche a Catanzaro. L’obiettivo è quello di rendere il trattamento il più possibile raggiungibile per i pazienti calabresi con importanti ricadute in termini di vite salvate».
«Gli aneurismi – ha spiegato Mauro Campello, primario della Neurochirurgia degli Ospedali Riuniti – possono rimanere silenti per gran parte della vita di un individuo, prima di sanguinare. Questo sanguinamento può dar luogo a sintomi diversi e, nei casi più gravi, può portare al coma ed alla morte improvvisa. In considerazione dei vari fattori che incidono sul caso concreto, la patologia può essere trattata per via chirurgica o per via endovascolare».
Francesco Causin, Direttore dell’Unità Operativa di Neuroradiologia e Radiologia interventistica dell’Azienda Ospedaliera di Padova ha evidenziato che «gli aneurismi cerebrali non rotti rappresentano un’entità che viene sempre più in evidenza, in modo occasionale, nell’esecuzione di indagini strumentali che generano ansie nel paziente e scelte terapeutiche complicate in quanto non tutti si caratterizzano per la stessa pericolosità per cui vanno attentamente analizzati per essere affrontati in maniera adeguata».
«Gli aneurismi cerebrali non rotti – ha aggiunto Causin - si riscontrano nel 2% della popolazione adulta ma solo su 8 casi su 100 mila si va incontro ad emorragie cerebrali motivo per cui occorre scovare, fra i tanti aneurismi, quelli che rappresentano una concreta minaccia per la salute del paziente».
Marcello Longo, ordinario di neuroradiologia all’Università di Messina, nonché direttore del medesimo reparto presso il Policlinico peloritano, si è occupato delle basi metodologiche del neuroimaging dello stroke».
Reggio Calabria 20.09.2019
Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria

Letto 44 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Medici sotto tiro: altre due intimidazioni

    Un altro triste e amaro capitolo di una lunga saga in cui la storia è sempre la stessa e vede come vittima designata un medico della provincia di Reggio Calabria. Questa volta, i delinquenti di turno hanno colpito, con vigliaccheria, due colleghi stimati e sempre disponibili verso il paziente, Guido Zavettieri, specialista ortopedico, dipendente Asp, di Melito Porto Salvo e Saverio Cambareri, medico di medicina generale, di Gioia Tauro. In entrambi casi, i criminali hanno incendiato e distrutto le autovetture di proprietà dei due camici bianchi.
    Messaggi minatori di inaudita gravità che ci rammentano, ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che fare il medico, a queste latitudini, significa essere in trincea in un senso che viaggia sempre più verso la letteralità del termine. Lavorare in queste condizioni, nel compito delicato di tutelare la vita e la salute del cittadino, è, dunque, quasi impossibile.

  • Domenica appuntamento con il Giuramento d’Ippocrate

    Si rinnova il tradizionale appuntamento annuale con il Giuramento d’Ippocrate per i giovani medici e dentisti reggini. Domenica prossima, 23 giugno, infatti, a partire dalle ore 9,30 presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria, è in programma la solenne cerimonia del Giuramento d’Ippocrate durante il quale verrà consegnato il codice deontologico a tutti i giovani medici-chirurghi ed odontoiatri, di nuova iscrizione, che si apprestano ad intraprendere un cammino professionale teso alla tutela della salute e della vita del paziente.

  • Falcomatà alla consegna delle borse di studio dell’Ordine dei Medici: “E’ la bella immagine della Calabria”

    Un’occasione per condividere un risultato che vede Reggio Calabria “fare scuola” al resto del paese dimostrando, ancora una volta, il talento, le capacità e una straordinaria voglia di emergere. Sabato 7 giugno 2019 si è tenuta, presso la sede dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria la cerimonia di premiazione del percorso di biomedicina ideato e sperimentato dal liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria scuola capofila di rete a livello nazionale del progetto e dall’Ordine dei Medici. Il percorso nato otto anni fa è stato esteso a tutti i Licei Scientifici e Classici d’Italia grazie ad un accordo tra il MIUR, Direzione Generale degli Ordinamenti Scolastici e la Fnomceo, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

  • Nuovo bando per borse di studio all’Ordine dei Medici dedicate ai giovani iscritti

    Ci sarà tempo fino al 31 maggio prossimo per partecipare al bando per il conseguimento di alcune borse di studio promosse dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria. Il bando prevede due borse di studio per gli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi ed una borsa di studio per gli iscritti all’Albo degli Odontoiatri di importo pari a mille euro cadauna. Potranno partecipare al bando coloro che si sono laureati nell’anno accademico 2017/2018 e iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria dal 1 giugno 2018 e sino alla data di scadenza del presente bando.

  • Riflettori sulla neuroradiologia pediatrica: all’Ordine dei Medici un interesse confronto con diversi esperti del settore

    Fari puntati sulla neuroradiologia pediatrica all’Ordine dei Medici di Reggio Calabria con una giornata di studio che ha convogliato in riva allo Stretto alcuni tra i maggiori esperti del Bel Paese in materia.
    Ad aprire i lavori è stato il coordinatore della formazione aggiornamento dell’ente ordinistico reggino, Antonino Zema che ha sottolineato come questo evento formativo rappresenta «un appuntamento fondamentale di confronto e crescita di tutta la disciplina in cui è stato dato spazio non solo alla diagnostica ma anche alla discussione di casi clinici».

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.