Ferragosto: carne e birra i prodotti preferiti dagli italiani

Agosto 2019. Piena estate, agosto, un evento tra tutti rappresenta il popolo italiano e la voglia di festeggiare: stiamo parlando di Ferragosto e della mitica grigliata. Non importa se fa caldo o se p...

Sant'Eufemia d'Aspromonte: ViviEstate2019, convenzione tra Comune-Agape per progetto contro isolamento e solitudine

Creare una rete di supporto psicologico a persone non autosufficienti, fragili, affinché sia una stagione estiva diversa e serena per tutti. Vincere l’isolamento e combattere la solitudine, coinvolger...

Farmaci generici, gli italiani ne sanno molto ma li usano poco

Campioni europei sulla teoria, rimandati nella pratica. “Gli italiani conoscono molto bene il sistema dei medicinali equivalenti, cosa che non trova riscontro in altri Paesi” nonostante “quote di merc...

Grande Ospedale Metropolitano: calo nelle donazioni di sangue è tipico del periodo estivo, nessuna emergenza

In riferimento alle notizie circolate negli ultimi giorni sugli organi di stampa ed i social network circa la carenza di sangue di gruppi 0+ ed A+, la Direzione Strategica del Grande Ospedale Metropol...

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Anche quest’anno, il tanto atteso bagno a mare, viene messo a repentaglio dalle meduse, creature marine dal caratteristico aspetto gelatinoso, a volte trasparenti e anche per questo insidiose, divenut...

Opi Reggio Calabria, “Estate sicura” 2019: Educazione alla rianimazione in spiaggia

Più sicurezza per residenti e turisti, maggiore formazione sanitaria: a questo scopo, l’Ordine degli infermieri (Opi) di Reggio Calabria ha elaborato e finanziato anche per il 2019 il progetto Estate...

Le vacanze estive aumentano il rischio di sovraesposizione dei bambini ai dispositivi mobile

Luglio 2019. Sono arrivate le vacanze estive, i giorni più attesi dell’anno per dimenticarsi della routine e godere della famiglia. Tuttavia, l’organizzazione dei viaggi con bambini e adolescenti può...

Il maestro Pistoletto e Yuval Avital in visita alle Cantine Statti

Domenica 14 Luglio visita privata alle Cantine Statti di Lamezia Terme di Michelangelo Olivero Pistoletto, artista, pittore e scultore di fama internazionale animatore e protagonista della corrente de...

La Direzione del Grande Ospedale Metropolitano chiarisce sul trasferimento di Oncoematologia pediatrica

In relazione alle notizie di stampa circa il trasferimento, presso il Presidio “Morelli”, della UOSD di Oncoematologia pediatrica, attualmente ospitata nel reparto di Ematologia del Presidio “Riuniti”...

Incontro tra Camera di Commercio, Regione e Consorzio dei Vini di Reggio Calabria

Si è tenuto presso la sede camerale un importante incontro tra Camera di commercio di Reggio Calabria, Regione Calabria e Consorzio dei Vini di Reggio Calabria quale occasione di confronto sulle poten...

Sei qui: HomeRubricheHealth&FoodRiflettori sulla neuroradiologia pediatrica: all’Ordine dei Medici un interesse confronto con diversi esperti del settore

Riflettori sulla neuroradiologia pediatrica: all’Ordine dei Medici un interesse confronto con diversi esperti del settore

Pubblicato in Health&Food Martedì, 21 Maggio 2019 09:50

Fari puntati sulla neuroradiologia pediatrica all’Ordine dei Medici di Reggio Calabria con una giornata di studio che ha convogliato in riva allo Stretto alcuni tra i maggiori esperti del Bel Paese in materia.
Ad aprire i lavori è stato il coordinatore della formazione aggiornamento dell’ente ordinistico reggino, Antonino Zema che ha sottolineato come questo evento formativo rappresenta «un appuntamento fondamentale di confronto e crescita di tutta la disciplina in cui è stato dato spazio non solo alla diagnostica ma anche alla discussione di casi clinici».

«A volte vi è la necessità di studiare l’encefalo sin dai primi mesi dalla nascita – ha puntualizzato Antonino Zema - partendo dagli ultrasuoni cioè ecografia sino alla risonanza magnetica che, rispetto alla tac, non usa radiazioni ionizzanti».
Il vicepresidente dell’Ordine, Giuseppe Zampogna ha evidenziato l’importanza dell’approccio con un soggetto fragile qual è il bambino ai fini di una diagnosi appropriata «considerato che il contatto con i piccoli pazienti avviene attraverso dei mediatori che sono rappresentati dai genitori con tutte le ansie che si portano dietro».
Antonio Armentano, dirigente di secondo livello di Neuroradiologia al Grande Ospedale metropolitano di Reggio Calabria e fra i promotori dell’evento, ha rimarcato il coinvolgimento dei maggiori esperti del settore ed ha ringraziato per il supporto organizzativo la collega Alessandra Porcelli.
Fabio Maria Triulzi, docente universitario di neuroradiologia alla Statale di Milano, si è occupato delle basi metodologiche della neuroimaging in pediatria e nelle patologie del neonato viste attraverso l’utilizzazione della risonanza magnetica con particolare riferimento allo stato ipossico-ischemico mediante diagnostiche modificate per l’età pediatrica come avviene quando si trasforma tutto in affascinanti ambienti marini.
«Il bambino – ha affermato Triulzi – deve essere studiato con accorgimenti specifici e diversi in ambiente dedicato».
Della neuroimaging nelle emergenze pediatriche ha disquisito Cecilia Parazzini, dirigente medico dell’ospedale “V. Buzzi” di Milano.
«E’ importante utilizzare la risonanza magnetica come primo approccio, sostituendola all’esame tac – ha raccomandato Cecilia Parazzini – per diagnosi differenziali particolarmente complesse per giungere, poi, ad una diagnosi definitiva».
«Negli ultimi anni sono aumentate le conoscenze sui mezzi di contrasto a base di gadolinio – ha spiegato durante la sua relazione, Maria Camilla Rossi-Espagnet, dirigente medico presso l’unità operativa di radiologia del Bambin Gesù di Roma - con nuove informazioni che hanno avuto delle implicazioni sia dal punto di vista legislativo che in riferimento alla pratica clinica. E’, infatti, importante considerare i possibili effetti a breve e lungo termine per favorire un utilizzo ragionato degli stessi. Le ultime scoperte, infatti, hanno documentato un possibile deposito del farmaco nei tessuti e nel sistema nervoso centrale e, sulla base di queste evidenze, l’Agenzia Europea del farmaco ha deciso di restringere l’utilizzo dei mezzi di contrasto a base di gadolinio limitatamente a quelli con una maggiore stabilità cinetica».
Al convegno ha portato un saluto il Presidente dell’Ordine, Pasquale Veneziano ed ha presenziato, fra gli altri, il direttore dell’Unità operativa complessa di radiologia del Grande Ospedale Metropolitano, Nicola Arcadi.
Reggio Calabria 21.05.2019 OMCEO RC

Letto 130 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Medici sotto tiro: altre due intimidazioni

    Un altro triste e amaro capitolo di una lunga saga in cui la storia è sempre la stessa e vede come vittima designata un medico della provincia di Reggio Calabria. Questa volta, i delinquenti di turno hanno colpito, con vigliaccheria, due colleghi stimati e sempre disponibili verso il paziente, Guido Zavettieri, specialista ortopedico, dipendente Asp, di Melito Porto Salvo e Saverio Cambareri, medico di medicina generale, di Gioia Tauro. In entrambi casi, i criminali hanno incendiato e distrutto le autovetture di proprietà dei due camici bianchi.
    Messaggi minatori di inaudita gravità che ci rammentano, ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che fare il medico, a queste latitudini, significa essere in trincea in un senso che viaggia sempre più verso la letteralità del termine. Lavorare in queste condizioni, nel compito delicato di tutelare la vita e la salute del cittadino, è, dunque, quasi impossibile.

  • Domenica appuntamento con il Giuramento d’Ippocrate

    Si rinnova il tradizionale appuntamento annuale con il Giuramento d’Ippocrate per i giovani medici e dentisti reggini. Domenica prossima, 23 giugno, infatti, a partire dalle ore 9,30 presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria, è in programma la solenne cerimonia del Giuramento d’Ippocrate durante il quale verrà consegnato il codice deontologico a tutti i giovani medici-chirurghi ed odontoiatri, di nuova iscrizione, che si apprestano ad intraprendere un cammino professionale teso alla tutela della salute e della vita del paziente.

  • Falcomatà alla consegna delle borse di studio dell’Ordine dei Medici: “E’ la bella immagine della Calabria”

    Un’occasione per condividere un risultato che vede Reggio Calabria “fare scuola” al resto del paese dimostrando, ancora una volta, il talento, le capacità e una straordinaria voglia di emergere. Sabato 7 giugno 2019 si è tenuta, presso la sede dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria la cerimonia di premiazione del percorso di biomedicina ideato e sperimentato dal liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria scuola capofila di rete a livello nazionale del progetto e dall’Ordine dei Medici. Il percorso nato otto anni fa è stato esteso a tutti i Licei Scientifici e Classici d’Italia grazie ad un accordo tra il MIUR, Direzione Generale degli Ordinamenti Scolastici e la Fnomceo, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

  • Nuovo bando per borse di studio all’Ordine dei Medici dedicate ai giovani iscritti

    Ci sarà tempo fino al 31 maggio prossimo per partecipare al bando per il conseguimento di alcune borse di studio promosse dall’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria. Il bando prevede due borse di studio per gli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi ed una borsa di studio per gli iscritti all’Albo degli Odontoiatri di importo pari a mille euro cadauna. Potranno partecipare al bando coloro che si sono laureati nell’anno accademico 2017/2018 e iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria dal 1 giugno 2018 e sino alla data di scadenza del presente bando.

  • Nefrologi e medici di medicina generale a confronto

    “Aspetti metabolici della malattia renale cronica: confronto tra medico di medicina generale e nefrologo”: è stato questo il tema di un’interessante giornata formativa promossa dall’Ordine dei Medici di Reggio Calabria con la collaborazione del reparto di nefrologia del Grande Ospedale Metropolitano guidato dal Direttore dell’Unità Operativa Complessa, Francesca Mallamaci.
    «Questa giornata di studio – ha spiegato Antonino Zema, coordinatore della Commissione formazione ed aggiornamento dell’Ordine dei Medici - ha avuto lo scopo di fornire informazioni utili per creare percorsi condivisi tra reparti ospedalieri di nefrologia ed i medici di famiglia al fine di consentire ai pazienti di fruire di un’assistenza qualificata».

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.