Stampa questa pagina

Sant'Eufemia d'Aspromonte: ViviEstate2019, convenzione tra Comune-Agape per progetto contro isolamento e solitudine

Pubblicato in Health&Food Mercoledì, 07 Agosto 2019 16:28

Creare una rete di supporto psicologico a persone non autosufficienti, fragili, affinché sia una stagione estiva diversa e serena per tutti. Vincere l’isolamento e combattere la solitudine, coinvolgere i quartieri e la comunità nel sostegno alle persone più deboli.
E’ un nobile intento quello che ha ispirato la firma della Convenzione tra Comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte e l’Associazione di Volontariato “AGAPE” per l’attivazione di un progetto di assistenza sociale che grazie all’impegno dell’associazione AGAPE, vuole favorire la socializzazione e partecipazione ad attività di svago di adulti disabili, l’aggregazione e uno stile di vita adeguato, alleviare la solitudine degli anziani contrastando fenomeni di emarginazione sociale degli anziani in condizione di solitudine.

Grazie alla Convenzione, firmata dal Sindaco Domenico Creazzo, dall’assessore alle politiche sociali Caterina Martino e dalla Presidente dell’associazione Agape Iolanda Luppino, saranno numerose le attività che coinvolgeranno il Comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte per il periodo estivo, con diverse attività che saranno organizzate e promosse dall’Associazione Agape quali l’acquisto di viveri e farmaci, l’accompagnamento verso strutture sanitarie per analisi cliniche, visite mediche percorsi terapeutici e ancora uscite organizzate al mare per tutti i pomeriggi della prima settimana di agosto, compagnia domiciliare, escursioni e passeggiate al parco Presenza a Sant’Elia e al Santuario di Seminara.
“Mi preme ringraziare l’associazione Agape per l’impegno che andrà a profondere in questo nobile progetto e che grazie a lei potuto siglare e fornire sei servizi importanti per la cittadinanza. “Viviestate” è un progetto che racchiude al suo interno molteplici obiettivi tutti di grandissima importanza. Innanzitutto vuole combattere l’isolamento e la solitudine attraverso attività quotidiane che daranno ad anziani e persone non autosufficienti momenti di svago e vitalità, dall’altro rappresenta un momento di incontro, anche tra diverse generazioni e che possono insieme aiutare la comunità a crescere. È una semplice ma fondamentale buona azione per fare sentire alle persone che non sono sole, che se hanno bisogno di aiuto, c’è qualcuno a cui possono chiedere, spesso infatti è facile dare per scontate molte cose, che invece non lo sono”, ha dichiarato il Sindaco Domenico Creazzo.

Sant'Eufemia d'Aspromonte 7 agosto 2019

Letto 98 volte

Articoli correlati (da tag)