Nidificazione degli uccelli rapaci, divieto di “arrampicata” all’interno del Parco dell’Aspromonte

Per salvaguardare le specie avifaunistiche di particolare interesse conservazionistico, tra cui i rapaci rupicoli che utilizzano come siti di nidificazione le pareti rocciose all’interno del Parco del...

L'assessore regionale Rizzo ha presentato a Roma il progetto "Ululone Appenico"

L’assessorato regionale Antonella Rizzo ha presentato a Roma, nella sede del Ministero dell’ambiente, il progetto “Ululone Appenico”, prima azione pilota di replicazione di una buona pratica nell’ambi...

LIPU: cicogna bianca uccisa a fucilate in Calabria

Colpito e ucciso da un colpo di fucile da caccia. Un esemplare di Cicogna bianca è stato ritrovato morto adagiato sul nido nella zona valliva al confine tra i comuni di Luzzi, Lattarico e Torano, in p...

Parco Aspromonte, le azioni di tutela per salvaguardare le foreste vetuste

Aree di monitoraggio permanente, specifici rilievi forestali e botanici, mappatura e georeferenziazione di ogni singola pianta arborea. Entra nel “vivo” delle sue attività l’Azione di Sistema svolta d...

Il Parco dell’Aspromonte studia come la Natura combatte l’insetto nemico dei castagni

La grave crisi del settore castanicolo in Calabria ha interessato anche il Parco Nazionale dell’Aspromonte. In particolar modo, negli ultimi anni i produttori hanno assistito all’attacco di un parassi...

Iniziativa "A Natale adotta un cane...diventerete amici per la vita!"

Visita il canile comunale di Mortara nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00, troverai sicuramente un amico a quattro zampe che aspetta proprio te! Per informaz...

Il Video del Parco dell’Aspromonte da record: il più visto tra le Aree Protette italiane

Sono numeri da record quelli della campagna di promozione e comunicazione digitale ideata e progettata dal Parco Nazionale dell’Aspromonte e realizzata dai giovani di “Tripinyourshoes.com”.Il primo de...

La Rete dei Comuni Solidali contro l'uso del glifosato

Alla fine del 2017, nonostante 1.300.000 firme raccolte contro, la Commissione europea ha prorogato l'utilizzo del glifosato per altri 5 anni. Questo pesticida è uno dei più diffusi nel mondo, è fonda...

I VVF salvano una mucca finita in un dirupo a Vinco

I Vigili del Fuoco di Reggio Calabria sono intervenuti questa mattina per salvare un bovino precipitato in un burrone nella frazione di Vinco. Necessario anche l'intervento dell'elicottero insieme agl...

Agraria, il tartufo protagonista delle Giornata Micologiche 2018

E’ il tartufo calabrese il protagonista assoluto dell’edizione 2018 delle Giornata Micologiche alla facoltà di Agraria dell’Università Mediterranea. Puntuale i funghi dei nostri boschi con l’arrivo de...

Sei qui: HomeRubrichePets&GreenL'assessore regionale Rizzo ha presentato a Roma il progetto "Ululone Appenico"

L'assessore regionale Rizzo ha presentato a Roma il progetto "Ululone Appenico"

Pubblicato in Pets&Green Martedì, 05 Febbraio 2019 08:09

L’assessorato regionale Antonella Rizzo ha presentato a Roma, nella sede del Ministero dell’ambiente, il progetto “Ululone Appenico”, prima azione pilota di replicazione di una buona pratica nell’ambito della “Piattaforma delle conoscenze”, strumento sviluppato dal Ministero dell’ambiente per la condivisione di conoscenze acquisite nell’ambito dei progetti “Life natura”.
Il progetto realizzato in Calabria diventa una buona pratica che il Ministero per l’ambiente propone a tutte le Regioni.

Infatti, come evidenziato dalla dirigente della direzione sviluppo sostenibile del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Giusy Lombardo, la Calabria è la prima Regione italiana che ha saputo cogliere le grandi opportunità che possono derivare dalla condivisione delle conoscenze scientifiche acquisite con i progetti “Life natura” e ha perciò elogiato l’esperienza positiva realizzata in Calabria, auspicando la replicazione di altri progetti nelle diverse Regioni italiane.

Il progetto "Ululone Appenico" rientra nella più ampia azione che l’assessore Rizzo sta portando avanti nell’ambito della Strategia Regionale Biodiversità ed è stato realizzato nella Riserva naturale regionale del Lago di Tarsia, per la tutela di questa specie, inserita a livello internazionale nelle “liste rosse” delle specie a maggior rischio, che ha registrato una riduzione della presenza dell’80%.

“Il riconoscimento avuto a livello nazionale - afferma l’assessore Rizzo - è solo uno dei tasselli della strategia che stiamo portando avanti su tutto il territorio regionale per la conservazione e tutela della biodiversità. Innumerevoli sono i progetti che abbiamo messo in campo per la tutela del capitale naturale regionale e la valorizzazione turistica dei territori, uno fra tutti la ‘Ciclovia dei parchi’ che è una grande infrastruttura che offre ai cicloturisti un percorso di ben 450 chilometri attraverso gli straordinari paesaggi dei Parchi calabresi, intercettando anche i borghi di interesse culturale”.

La rete di collaborazione che la Regione ha intrecciato con il Ministero dell’ambiente, l’Ente gestore del Parco regionale della Murgia Materana e l’Ente gestore della Riserva regionale Lago di Tarsia, ha consentito di realizzare un centro di riproduzione e allevamento dell’ululone appenninico, finalizzato al suo ripopolamento, azioni di monitoraggio per conoscere e mitigare le cause di degrado della specie e, infine, l’individuazione ed il ripristino dei siti idonei ad accogliere i futuri interventi di reintroduzione. L’interesse della comunità scientifica verso questa iniziativa è testimoniata anche dal recente congresso della Società Italiana di Erpetologia che si è tenuto proprio nella Riserva naturale del Lago di Tarsia per conoscere direttamente l’esperienza che si sta realizzando nell’ambito del progetto “ululone appenninico”.

Per i lusinghieri riconoscimenti avuti durante l’iniziativa del Ministero, l’assessore all’ambiente Antonella Rizzo ringrazia tutta la struttura dipartimentale, in maniera particolare la dirigente generale Orsola Reillo, il dirigente del settore Parchi Giovanni Aramini, che ha rappresentato la Calabria durante l’incontro, e non ultimo, l’ente gestore della Riserva regionale Lago di Tarsia nella persona del direttore Agostino Brusco. pg

ufficio stampa

Cz 5 febbraio 2019

Letto 55 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Rifiuti, nel 2017 raggiunto il 39,7% di raccolta differenziata sul territorio calabrese

    Dichiarazione dell’assessore regionale all’ambiente Antonella Rizzo sui rifiuti in Calabria.

    “La pubblicazione da parte di ISPRA del rapporto sui rifiuti urbani per l’anno 2017 è un’occasione per fare il punto sulla situazione della gestione dei rifiuti in Calabria. Il rapporto fotografa e mette nero su bianco i dati che ho più volte dichiarato in diverse circostanze e che rappresentano i risultati attesi, peraltro per niente scontati, frutto di un intenso lavoro di pianificazione e programmazione.

  • Rizzo: Ambiente e turismo binomio inscindibile

    “Ambiente e turismo, da sempre un binomio inscindibile soprattutto per una terra come la Calabria con i suoi 800 chilometri di cosa, trovano senza dubbio nel mare l’elemento di congiunzione. E le politiche ambientali della Regione si riversano in maniera positiva sul settore turistico come dimostrano i numeri in forte crescita, sintomo di un lavoro e di una strategia che sta portando i propri frutti”.
    Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’ambiente Antonella Rizzo portando anche ad esempio il riconoscimento di nove Bandiere Blu alla Calabria.

  • Mare Locri, l'assessore regionale Rizzo plaude il lavoro dell'Arpacal

    “Creare allarmismi non fa bene a nessuno. Soprattutto alla popolazione. La chiazza schiumosa galleggiante nel mare della Locride non è infatti fonte di inquinamento. Il Dipartimento provinciale dell’Arpacal ha comunicato l’esito delle analisi fatte tempestivamente sulle schiume prelevate dalla Guardia Costiera di Siderno ed ha rilevato che non provengono da scarichi di depurazione ma dalla presenza mucillagine”. Lo dichiara l’assessore all’ambiente Antonella Rizzo che rivolge un plauso all’Arpacal “per il lavoro costante per la protezione dell’ambiente, improntato su un’attività scientifica che è sempre comprovata e certificata.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.