Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Si sa, gli dei amano le rose. Coloro che, domenica scorsa, sfidando pioggia, fulmine e saette previsti al sud, sono arrivati alla Casa delle Erbe, ad Antonimina, hanno potuto verificarlo. Per la Festa...

Codacons: banca dati con il dna dei cani per multare gli incivili

Nelle antiche società contadine gli escrementi degli animali rappresentavano qualcosa di molto prezioso tanto che, ancora oggi, qualcuno continua a ritiene che calpestarli porti fortuna. Magra consola...

“Segni, impronte e armonie d’Aspromonte”, nuovo progetto di educazione ambientale del Parco

Un “eco progetto” innovativo con l’intento di far conoscere la biodiversità dell’Aspromonte ed educare all’importanza della tutela degli ecosistemi, coinvolgendo attivamente la collettività nel proces...

Il mondo misterioso dei pipistrelli agli “Incontri di Natura” del Parco

Gli “Incontri di Natura” giungono a metà percorso: il ciclo di eventi promossi e organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Ca...

Movìmundi - A Path for Gaia: prosegue verso Roccella Jonica il cammino iniziato il 3 maggio a Locri

Venerdì 10 maggio 2019. «Movìmundi è un grido collettivo al femminile… ma è il grido di tutti!». Con queste parole Arturo Rocca, presidente dell’“Osservatorio Ambientale – Diritto per la Vita”, conclu...

Afrodite non ce l'ha fatta! E' morta la tartaruga marina che aveva commosso l'Italia intera!

"E' arrivata la notizia che mai avremmo voluto darvi. Purtroppo Afrodite non ce l'ha fatta! La tartaruga marina che ha toccato il cuore di tutta Italia, soccorsa il 17 marzo a Reggio Calabria dal pers...

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti...

Rondini e rondoni di scena agli “Incontri di Natura” del Parco Aspromonte

Secondo appuntamento con gli “Incontri di Natura” questa settimana a Reggio Calabria: giovedì 11 aprile il ciclo di conferenze organizzate dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, insieme al Touring...

AgrariaUniRC: prestigioso progetto sul Microbioma Vegetale finanziato nell'ambito PRIN (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale)

Il Dipartimento di Agraria dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, attraverso il gruppo di Patologia vegetale, ha avuto finanziato un prestigioso progetto nell'ambito del bando PRIN 2017 (htt...

Parco dell’Aspromonte e Gea siglano protocollo per valorizzazione “Sentiero del Brigante”

Integrare e potenziare la segnaletica dedicata al “Sentiero del Brigante”, rendere fruibile il tracciato attraverso la manutenzione ordinaria e promuovere il percorso inserito dal Ministero dei Beni C...

Sei qui: HomeRubrichePets&GreenParco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Pubblicato in Pets&Green Mercoledì, 24 Aprile 2019 12:51

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti nel Parco dell’Aspromonte, integrare la banca dati a disposizione della ricerca e divulgare all’esterno informazioni utili per la salvaguardia e la tutela della biodiversità.
La Collana del Parco si arricchisce di un nuovo preziosissimo volume scientifico, pubblicato dall’EPNA e che rappresenta il risultato di due stagioni di campionamento condotte dai tecnici della Stazione Ornitologica Calabrese (StOrCal) per conto dell’Ente Parco dell’Aspromonte nell’Area Protetta. Il libro, “Gli Uccelli nidificanti nei boschi e nelle aree aperte del Parco Nazionale dell’Aspromonte” è stato presentato nel corso degli “Incontri di Natura”, ciclo di eventi organizzati a Reggio Calabria per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco e con l’intento di promuovere la biodiversità e la geodiversità dell’Aspromonte.

L’Ente Parco ha voluto contrapporre alla carenza di informazioni e dati un’azione sistematica e strategica con programmi di indagine faunistica e floristica, anche con il supporto delle Università, calabresi e non solo, con il duplice obiettivo di colmare le lacune esistenti e, nello stesso tempo, favorire la crescita professionale di tanti giovani, laureati in discipline scientifiche. La pubblicazione riporta i risultati della prima indagine organica, svolta secondo uno specifico protocollo, sugli uccelli che frequentano gli ambienti forestali e le aree aperte dell’Aspromonte. Il lavoro svolto costituisce un’ottima base conoscitiva, sulla quale impostare ulteriori sforzi di ricerca, andando a coprire l’intero territorio protetto.
Il Parco ha così creato una prima check-list aggiornata di tutte le specie presenti nei due ambienti esaminati (aree boscate ed aree aperte), completata da approfondimenti e schede descrittive specifiche.
La pubblicazione rappresenta un vero e proprio manuale di facile consultazione che tratta scientificamente le 66 specie contattate durante le indagini di campo, permettendo di definire composizione e consistenza di alcune specie di grande valore conservazionistico, come la Balia dal collare (Ficedula albicollis) per l’habitat boschivo, l’Averla piccola (Lanius collurio) e la Magnanina (Sylvia undata) per gli ambienti aperti, la cui densità appare in linea o di poco superiore ai valori medi caratterizzanti le stesse specie in ambiente appenninico.
Il taglio divulgativo degli undici capitoli dell’opera, infine, è stato volutamente scelto dagli autori per un duplice scopo: informare e coinvolgere le comunità e i visitatori del Parco Nazionale dell’Aspromonte verso una maggiore responsabilità e attenzione per il territorio e alcune componenti fondamentali degli ecosistemi in cui essi vivono. Il volume è in vendita presso l’Ente Parco e sarà a breve disponibile anche presso i Centri Visita.
Il lavoro scientifico del Parco non si ferma a questa pubblicazione: ulteriori indagini in corso porteranno certamente nuove e interessanti informazioni, mentre il proseguimento dei monitoraggi già attivati arricchirà la banca dati e fornirà spunti e suggerimenti per la corretta gestione del territorio dell’Area Protetta.


Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte
v.i.

Rc 24 aprile 2019

Letto 59 volte

Articoli correlati (da tag)

  • “Segni, impronte e armonie d’Aspromonte”, nuovo progetto di educazione ambientale del Parco

    Un “eco progetto” innovativo con l’intento di far conoscere la biodiversità dell’Aspromonte ed educare all’importanza della tutela degli ecosistemi, coinvolgendo attivamente la collettività nel processo di salvaguardia e di rispetto dell’ambiente.
    “Segni, impronte e armonie di un Aspromonte che educa” è il nuovo progetto di educazione ambientale a cura del Parco Nazionale dell’Aspromonte e selezionato tra i soggetti beneficiari del finanziamento promosso dalla Regione Calabria nell’ambito del Por 2014-2020 Piano di Azione 6.5.A.1 “Azioni previste nei Prioritized Action Framework (PAF) e nei Piani di gestione della Rete Natura 2000”.

  • Il mondo misterioso dei pipistrelli agli “Incontri di Natura” del Parco

    Gli “Incontri di Natura” giungono a metà percorso: il ciclo di eventi promossi e organizzati dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, arriva al suo sesto appuntamento. Giovedì 16 maggio, a Reggio Calabria, sono di scena i pipistrelli, i Chirotteri (in termini scientifici).
    Creature indubbiamente misteriose, mammiferi volanti, animali che vivono nell’oscurità: queste originali caratteristiche hanno attirato da sempre l’uomo, che ha poi trasferito sui pipistrelli, come spesso accade, tutte le proprie fantasie.

  • Il recupero ambientale tema degli “Incontri di Natura” del Parco Aspromonte

    Quarto “Incontro di Natura” questa settimana a Reggio Calabria: giovedì 9 maggio il ciclo di conferenze organizzate dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, affronta un tema interessante per chi si occupa di gestione del territorio.
    Sarà il direttore del Parco, Sergio Tralongo, a relazionare sul recupero ambientale, ossia sulle tecniche utilizzate per ripristinare aree degradate da azioni umane poco attente al rispetto degli equilibri naturali.

  • Creazzo: “Gentilezza e politica gentile: i valori guidino il nostro agire”

    “La gentilezza quale sentimento che anima l’agire quotidiano. Un impegno nel solco di valori che formano l’animo umano, ne scalfiscono la fisionomia etica e morale, ne guidano i passi ed i respiri.
    E questi valori costituiscono il nostro essere. Non sono barattabili e non sono effimera presenza o appartenenza: sono i valori del rispetto verso l’altro ed il prossimo, verso la dignità della persona. Solidarietà e vicinanza ai più bisognosi, ai più deboli. Tutto questo è “gentilezza”.

  • I Carabinieri del Parco Aspromonte presentano il Piano Operativo 2019

    I Carabinieri del Parco Aspromonte presentano il Piano Operativo 2019. Un impegno crescente nel nome di una sinergia chiamata a tutelare uno dei parchi più particolari della penisola italiana. Per l'occasione è intervenuto anche il presidente di Federparchi

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.