Stampa questa pagina

Parliamo di Fashion Week….

Pubblicato in ScheggeFashion Martedì, 25 Settembre 2018 12:48

di Tatiana Muraca - Milano si svuota dalla frenesia portata dalla Fashion Week, è l’ora di Parigi! Ma facciamo un po’ i conti su quanto abbiamo fin qui visto: le passerelle milanesi, come sempre, offrono “chicche” importanti per quanto riguarda le nuove tendenze in termini di abbigliamento, accessori, capelli e trucco.
Abbiamo assistito a veri e propri show, intorno a cui sfilavano dei capolavori assoluti, incarnati anche da volti conosciuti sul panorama internazionale. Si pensi alla meravigliosa e sinuosa Monica Bellucci per Dolce e Gabbana.


Sembra che la moda della prossima primavera-estate 2018/2019 dica a chiare lettere: non passate inosservate! Stampe, colore, accessori maxi, scintilii, a cui ciascun stilista ha posto la sua firma.
Citiamo alcuni marchi, non se ne vogliano gli altri, e andiamo a vedere le nuove proposte:
Alberta Ferretti sfila all’insegna della leggerezza, della raffinatezza. Vuole offrire alla donna comodità e sicurezza con abiti sui giochi di colori freddi e caldi.
La parola d’ordine di Moschino? Abbozzare. La bozza, il passaggio che porta alla “bella copia”, diventa un must da indossare. “Scarabocchi” ottici su calze, completi e accessori: la sua eccentricità magnetica non si smentisce mai!
Max Mara riprende le grande tendenze della stagione: le stampe, la pelle, il lurex. Sovrappone i capi come tessere che vanno a formare un unico mosaico assolutamente chic!
Fendi punta sugli accessori: doppie borse portate a mano, a tracolla, marsupi, pochette, per uno stile adatto alla vita di tutti giorni.
Etro è sempre fedele a sè stesso anche dopo 50 anni dalla sua nascita (festeggia 50 anni anche Missoni); anche in questo caso vengono riproposti i trend del momento, come l’animalier. In un attimo si è catapultati in un clima vacanziero; lo stile è grintoso! La ciliegina sulla torta: i sandali bassi aperti abbinati al tailleur.
Versace è pelle, tessuto, stampe, intrecciati tra di loro e divenuti un tutt’uno.
Armani incarna la pura e semplice eleganza nei giochi di trasparenze, scintilii, usando anche materiali atipici come la plastica, che accompagnano la donna e l’uomo dalla mattina alla sera.
Elisabetta Franchi si ispira agli anni ’70. Ripropone la plastica in abiti, trench, copricapi e accessori: in passerella, borse trasparenti con l'interno a vista. Si trasmette l'idea di una donna grintosa, autonoma e sicura di sè. Ed Elisabetta Franchi lo è e come sicura di sè: le lettere dell’alfabeto sono cucite sopra le sue creazioni; il jeans diventa chic abbinato a cinturone e paillette; un semplice tailleur diviene un pezzo unico con tulle e scintilli. Il richiamo alla famiglia non manca mai con la sua linea bimba, il tutto su una gamma di colori fluo.


Re Giorgio Armani infuoca le passerelle con un mix di luci e “vedo non vedo”: la palette di colori va dall’azzurro, al verde, al viola, ed è subito incanto.
Dolce e Gabbana lasciano senza fiato: sulle note della lirica italiana, sfila una donna dal tocco barocco, senza limiti di alcun tipo. Sfondano come sempre le barriere, anche con la linea uomo. I fiori, immancabili, adornano capi e abiti; ad aprire la sfilata, una processione di paese trasportata in passerella. Protagoniste, la favolosa Monica Bellucci, Carla Bruni, Eva Herzigova, solo per citarne alcune: ognuna di loro incarna un DNA preciso, tutto italiano, così come italiane sono le storie d’amore rappresentate da coppie di influencer e famiglie note al panorama internazionale.
Un’ultima sbirciatina alle passerelle di Parigi, dove la Fashion Week è appena iniziata: da annoverare, la teatralità di Gucci. L’ispirazione arriva ancora una volta dagli anni ’70, con un tributo speciale a Dolly Parton e Janis Joplin. Pantaloni a zampa, pettinature tipiche di quei tempi, combinati ai trend del momento: animalier, quadretti, stampe e raso. Comodità assicurata dalle sneakers. E per non rimanere inosservate, al via pailette, piume e maxi occhiali da sole. Il richiamo alla Disney, in particolare a Topolino che quest’anno compie 90 anni, è assolutamente TOP.
Altro giro, altro maxi show con Dior: la donna è un'amazzone moderna, vestita con tessuti leggeri e trasparenti, da cui si intravedono giochi di “rete”, un grande ritorno. Un SI in maiuscolo per le giacche abbinate alle gonne in tulle impalpabile. Borse da portare a tracolla.
RC 25 settembre 2018

Letto 254 volte

Articoli correlati (da tag)