unci banner

:: NEWS

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

Giornate Europee del Patrimonio: gli appuntamenti in città

L’assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale guidato da Irene Calabrò comunica le iniziative del Comune di Reggio Calabria in occasione delle Giornate europee del Patrimonio che si terranno il prossimo...

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Parte da Reggio Calabria il tour elettorale di Carlo Tansi

Parte da Reggio Calabria il tour elettorale di Carlo Tansi

“Ho deciso di scegliere la bellissima Reggio per avviare la prima esperienza politica della mia vita, in segno di rispetto ai miei amici reggini e di tutta la provincia”. A...

A Palazzo Campanella il convegno "Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione"

A Palazzo Campanella il convegno "Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione"

Presentato presso il Palazzo Municipale di Sant’Eufemia d’Aspromonte sil convegno: Calabria Anima Mediterranea - Ponte tra Meridione e Settentrione, organizzato dall’Accademia Progetto Uomo, in programma il prossimo sabato 21 settembre...

Si aggiunge al roster della Pallacanestro Viola il giocatore croato Luka Sebrek

Si aggiunge al roster della Pallacanestro Viola il giocatore croato Luka Sebrek

Luka, nato a Belgrado il 4/09/2000, doppio passaporto serbo e croato, è un’ala piccola e vanta una formazione sportiva italiana: ha infatti militato nelle giovanili del nostro paese prima a...

compra calabria

Sei qui: HomeSPORTCataforio più grande dei “giganti” e delle difficoltà

Cataforio più grande dei “giganti” e delle difficoltà

Pubblicato in SPORT Sabato, 19 Gennaio 2019 19:08

Un collettivo perfetto, più forte delle difficoltà ed alla faccia delle pesanti assenze in avanti (Atkinson e Martino squalificati e Cilione, in panchina ad onor di firma) con 11 reti realizzate e con le ottime risposte anche dai giovani Sarica, Campolo ed Alessio Labate. Il Cataforio vince in rimonta contro l’Akragas con una prova difensiva di altissimo livello al pari di quella offensiva. Prima della gara il porta voce territoriale della Divisione Calcio a 5, Nino Mallamaci, ha portato i saluti del presidente Montemurro, consegnando i gagliardetti ai due presidenti, Sismo e Parisi.

Cataforio contro Cillari, è questo in estrema sintesi l’andamento della prima frazione. Giriolo, Durante, Andrea Labate e Scopelliti, calciano anche a botta sicura ma trovano sulla loro strada il portiere avversario, più volte autore di veri e propri miracoli. Quando non ci arriva lui, poco dopo il 10’, c’è il palo interno a salvare la sua porta ancora sul punteggio di 0-0 e sullo schema da punizione di Andrea Labate. Palo colpito anche da Martines, al 14’, nella prima vera occasione da gol creata dagli ospiti che, qualche minuto dopo, passano a condurre. È Cascino che con un’azione personale batte l’incolpevole Parisi. Cataforio adesso ancora più determinato e, finalmente, Giriolo riesce a violare la porta difesa da Cillari. Andrea Labate, dal fondo, mette dentro un ottimo pallone col mancino che trova l’inzuccata vincente del compagno. È il gol che sblocca la capacità di finalizzazione dei locali che in un minuto, colpiranno altre due volte. Prima è Durante che incrocia col destro al volo, gol di rara bellezza, e poi è Andrea Labate che si gira e fa passare il pallone sotto le gambe del portiere avversario. Il 3-1 consente ai bianconeri di prendere decisamente in mano le redini del match e, a 45 secondi dall’intervallo, Durante anticipa a centrocampo e con un altro destro preciso trova anche il poker per un meritatissimo triplo vantaggio con il quale i suoi vanno al riposo.

Cataforio che non si accontenta e nella seconda frazione riesce chiudere la disputa evitando il ritorno degli avversari. Dopo il palo colpito da Andrea Labate, Durante realizza il 5-1 analogamente a come aveva siglato il momentaneo 4-1. Trascorrono un paio di minuti ed Andrea Labate trova la sua doppietta e gli faranno seguito Durante e Giriolo (con i suoi due gol ravvicinati per la tripletta totale). Sul parziale di 9-1 l’Akragas praticamente svanisce dal campo, a metà ripresa, e per i locali ci sarà ancora modo di incrementare il punteggio grazie alle segnature di Laganà e soprattutto di Campolo, alla sua prima rete in B. Schierati infatti oltre il capitano dell’U19, anche i vari Alessio Labate (esordio in prima squadra peraltro contemporaneamente schierato con il fratello Andrea) e Sarica (ottima personalità per lui). In campo anche il secondo portiere, Paviglianiti, autore di una bella parata su Francolino. Torna dunque al successo la compagine reggina dopo lo stop in casa del Mabbonath.

A fine gara, il vice-presidente Roberto Zema, ha così commentato: “Non era facile alla vigilia, viste le nostre defezioni, ma ancora una volta questa squadra ha dimostrato che la sua vera forza risiede nel gruppo stesso. Fa piacere rilevare come i cosiddetti senatori abbiano cullato i giovani under-19, facendoli integrare alla perfezione nelle rotazioni scelte da mister Praticò. Contento per il gol di Campolo ma soprattutto soddisfatto per la prestazione di Andrea Labate il quale è stato il perno nella nostra fase offensiva; ricambiando la fiducia del mister e non facendo rimpiangere le assenze dei compagni pivot. Serviva riprendere il cammino interrotto a Palermo per mantenere il margine di vantaggio sulle inseguitrici. La pausa della prossima settimana arriva al momento giusto per consentirci di preparare al meglio la trasferta di Ispica, nella speranza anche di recuperare gli infortunati"

SERIE B, GIRONE H – 13^ GIORNATA (2^ RITORNO)

ASD CATAFORIO C5 RC-AKRAGAS FUTSAL 11-1

Marcatori: 13’28’’pt Cascino (A), 16’39’pt Giriolo, 17’21’’pt e 19’15’’pt Durante, 17’39’’pt An. Labate, 0’45’’st e 3’17’’st Durante, 2’14’’st An. Labate, 7’46’’st e 10’05’’st Giriolo, 13’22’’st C. Laganà, 18’19’’st Campolo.

Asd Cataforio C5 RC: Paviglianiti, Sarica, An. Labate, Scopelliti, Cilione, Giriolo, C. Laganà, Al. Labate, Durante, Campolo, Parisi, D. Laganà. All. Praticò

Asd Akragas Futsal: Cillari, Alfano, Sutera, Toledo, Di Gangi, Martines, Cascino, Francolino, Cottone, Sacco, D’Amico. All. Castiglione.

Arbitri: Lacalamita di Bari e Schirone di Barletta. Crono: Schirripa di Reggio Calabria

Note- Ammoniti: Sutera (A) e Al. Labate (C). Espulso: D’Amico (A) al 4’03’’st per doppia ammonizione.

Rc 19 gennaio 2019

Fabrizio Cantarella – Addetto Stampa Asd Cataforio -

Letto 227 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il Cataforio deve arrendersi alle espulsioni ed al Mabbonath

    Il cuore gettato oltre l'ostacolo a volte non basta. Il Cataforio deve arrendersi al cinico Mabbonath. Per Durante e compagni si tratta della prima sconfitta esterna stagionale: imbattibilità fino a qui in campionato (4 vinte e 1 pareggiata) e nelle restanti partite disputate sui campi di Polistena, Melilli e Traforo tra Coppa Italia e Coppa Divisione.

  • Cataforio sull'ottovolante, Regalbuto al tappeto

    Una prestazione perfetta, condita da grinta e determinazione e dove tutti gli interpreti hanno recitato il proprio ruolo al massimo del potenziale. Il Cataforio si aggiudica a pieni voti "l'esame" Regalbuto, aprendo il 2019 con un pesantissimo successo e con la concomitante chiusura del girone di andata. Partita emozionante, dagli alti ritmi, interpretata ottimamente dai reggini, abili anche a soffrire quando c'è stato bisogno.

  • Cataforio tris al Mascalucia e allungo sul 6° posto

    Che le vittorie siano importanti è fuori discussione, ma quando arrivano in trasferta, in una giornata importante anche per gli scontri diretti dagli altri campi (Regalbuto-Mabbonath ndr), assumono un rilievo ancora maggiore. Il Cataforio concede il bis dopo la vittoria interna con il Real Parco, chiude con il successo il 2018, ed a farne le spese è il Mascalucia sul terreno amico. Si rivede Martino, ancora out capitan Cilione. L'avvio è tutto di marca ospite e tra le occasioni, c'è il palo colpito da Durante, mentre Parisi è provvidenziale in uscita a metà primo tempo.

  • Cataforio, sestina vincente al Real Parco, Atkinson ne fa 300

    Torna al successo il Cataforio, e lo fa in maniera brillante, battendo per 6-2 il Real Parco. Un risultato figlio soprattutto dei meriti dei locali piuttosto che dei demeriti degli ospiti che hanno risentito da subito del pressing alto degli avversari. Un Cataforio determinatissimo a fare bottino pieno e lo si è capito sin dai primi minuti quando Atkinson, ha sbloccato il punteggio regalandosi il gol numero 300 tra i professionisti. Per il brasiliano ci sarà modo anche di incrementare ulteriormente il proprio bottino, in una giornata speciale vista la presenza sulla gradinata del "PalaMazzetto", del Presidente della Divisione Calcio a 5, Andrea Montemurro, accompagnato dal suo Vice, Gabriele Di Gianvito e dal portavoce territoriale Nino Mallamaci.

  • Il Cataforio torna da Catania con un pari e qualche rimpianto

    Succede tutto nella ripresa tra Catania Librino e Cataforio. A fare la partita è stata la compagine ospite che si è però presentata in questa occasione fortemente rimaneggiata. Restano a casa infatti sia Cilione sia Martino e per mister Praticò le rotazioni sono ridotte al minimo e con Atkinson a mezzo servizio. Nel primo tempo Parisi è chiamato in causa soltanto in un'occasione, mentre ben più pericolosa la squadra reggina che crea almeno cinque occasioni da gol, in superiorità numerica, non riuscendo però a trovare il bersaglio grosso. A metà ripresa locali in vantaggio ma ci pensa Andrea Labate a rimettere tutto in parità.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.