Stampa questa pagina

Melilli in A2, al Cataforio i rimpianti. Non bastano Labate ed Atkinson per superare la capolista

Pubblicato in SPORT Sabato, 16 Marzo 2019 19:45

Reggio Calabria.  Nella quint'ultima della regular season si affrontano le due miglior difese del torneo. Melilli cerca gli ultimi 3 punti per la matematica promozione in A2, ospitando un Cataforio che invece vuol provare l'impresa. E la partenza degli uomini di Praticò è notevole, nonostante Rizzo, dopo 20'', trovi il vantaggio per i suoi. Cataforio che risponde

immediatamente a tono, con Labate ed Atkinson che sfiorano il pareggio. Quest'ultimo arriverà proprio con Labate ben appostato sul secondo palo e lesto ad insaccare sull'assist di Durante. Monaco e Durante non inquadrano le porte avversarie mentre è ghiottissima la chance fallita da due passi da Atkinson, dopo la triangolazione con uno scatenato Andrea Labate che poco dopo incrocia il fendente mancino e porta in vantaggio i bianconeri. Assoporto frastornato e Cataforio che colpisce di nuovo, stavolta in contropiede, con l'assist di Labate per Martino. Locali che ora alzano il pressing e chiudono gli ospiti nella propria metà campo e si deve attendere il 14' per vedere capitolare la difesa reggina. Failla calcia, Parisi para e pallone a Rizzo che coglie il palo ed insacca sulla sua stessa respinta. Poco prima era arrivato il quinto fallo dei siciliani che si salvano sulla ripartenza tre contro uno, chiudendo all'ultimo istante l'assist di Laganà in mezzo. Traversa poi di Bocci che dalla sua metà campo prova a sfruttare la porta sguarnita del Cataforio che ha tentato la mossa del portiere di movimento; trascorrono pochi istanti e Failla trova il bersaglio grosso da fuori area. Inerzia tutta ora spostata in favore dei neroverdi che con un'azione manovrata trovano il 4-3 di Bocci che ribalta la situazione. Gli uomini di Praticò ci riprovano in attacco, ma Atkinson e Labate falliscono un libero a testa. Libero di Labate che scaturisce dalla follia di Bocci che colpisce a palla lontana Scopelliti, guadagnandosi il rosso diretto a 1' dall'intervallo. Difesa della capolista che regge l'urto anche con l'uomo in meno e conserva il vantaggio all'intervallo. Nella ripresa parte ancora bene il Cataforio guidato da Labate che trova solo un calcio d'angolo con un velenoso sinistro. Al 3' però Boschiggia nulla può sul tiro di Atkinson che rimette la sfida di nuovo in parità sul 4-4. Parisi è attento su Chalo e Failla con quest'ultimo che poco dopo non arriva in spaccata sul pallone servito da Boschiggia. È il preludio al gol che arriva proprio con Failla che deposita a porta vuota dopo l'assist di Gianino, seppure ci fosse Scopelliti a terra. Trascorrono pochi attimi e la difesa reggina si fa sorprendere dal contropiede di Boschiggia ed è Rizzo riportare sul doppio vantaggio i suoi. Sfida che regala ancora emozioni, con il secondo giallo per Gianino (intervento da dietro a centrocampo su Atkinson) e Cataforio che sfiora il gol con il suo bomber brasiliano da mezzo metro. Duello verde-oro con il portiere locale che si rinnova ed è un autentico miracolo quello di Boschiggia ancora su Atkinson. Dall'altra parte anche Parisi vola sul tiro di Failla prima di subire altre due azioni di rimessa dei locali che mandano in rete Chalo e Rizzo. Atkinson è l'ultimo ad arrendersi e timbra l'8-5, mentre nel finale il tiro di Giriolo dalla propria area, a porta vuota, finisce al lato di un niente . Sul capovolgimento di fronte lo stesso Giriolo colpisce di testa beffando il proprio portiere per il definitivo 9-5 che, dobbiamo dirlo, rappresenta un passivo troppo pesante, specie per il Cataforio, in virtù dell'equilibrio che le due squadre hanno messo in mostra.  A quattro giornate dalla fine, reggini agganciati al quarto posto dal Regalbuto, fermato sul pari in casa del Real Parco, mentre Polistena si riporta a +4 consolidando il terzo posto con un solo punto per la qualificazione matematica alla off-season. Melilli, come detto, in A2 (da parte della società dell'Asd Cataforio vanno i complimenti per il grande traguardo ottenuto) e Mabbonath matematicamente ai play-off. Per i palermitani sarà solo da capire il posizionamento finale. Nel prossimo turno il Cataforio ospiterà il Catania Librino. A fine gara mister Quattrone ha così commentato: "Ce la siamo giocata ancora una volta, contro una grande squadra, e non inganni il punteggio finale. Cosa non ha funzionato? Sicuramente in partite come queste, non riuscire a sfruttare dei vantaggi, può costare caro. Abbiamo avuto per due volte la superiorità numerica ed abbiamo sbagliato due tiri liberi. Troppe distrazioni inoltre in difesa dove non abbiamo messo in mostra ciò che invece siamo soliti fare. Nove reti subite non era mai capitato quest'anno. Dall'altra parte tra le note positive c'è stato un Andrea Labate in grande spolvero, bravo a dimostrare in partita ciò che evidenzia giornalmente in allenamento. Bravi in ogni caso a reagire, ribaltando l'1-0 iniziale fino al 3-1 e poi pareggiando anche sul 4-4. Per lunghi tratti della partita abbiamo impostato il nostro ritmo e tenuto il pallino del gioco. Adesso siamo attesi dalla sfida contro Catania Librino che, in caso di vittoria e contemporaneo pareggio o sconfitta dell'Arcobaleno Ispica, potrebbe qualificarci ai play-off. Non importa il posizionamento finale; siamo tutte squadre che vogliamo giocarci la promozione".

Il tabellino

SERIE B GIRONE H - 18^ GIORNATA (7^DI RITORNO)

ASSOPORTO MELILLI-ASD CATAFORIO C5 REGGIO CALABRIA 9-5

Marcatori PT: Rizzo, An. Labate (C), An. Labate (C), Atkinson (C), Rizzo, Failla, Bocci.

Marcatori ST: Atkinson (C), Failla, Rizzo, Chalo, Rizzo, Atkinson (C), aut. Giriolo 

Note PT: Espulso: Bocci (A). Nel primo tempo Atkinson e Labate (C) falliscono due tiri liberi.

Reggio Calabria 16 marzo 2019

Letto 160 volte

Articoli correlati (da tag)