unci banner

:: Evidenza

Il Questore Raffaele Grassi saluta la città di Reggio Calabria

Il Questore Raffaele Grassi saluta la città di Reggio Calabria

Il Questore Raffaele Grassi lascia la città. “Sono stati quattro anni particolarmente intensi, ha detto incontrando la stampa. Nel mio mandato ho messo il cittadino al centro del nostro operato perché lo ritengo il primo...

PFF: il film collettivo 13.11 su migrazioni e attentati di Parigi del 2015, in prima regionale a Reggio

PFF: il film collettivo 13.11 su migrazioni e attentati di Parigi del 2015, in prima regionale a Reggio

Uno scrigno di storie che rivelano sogni e bisogni, desideri e difficoltà tratteggiando una dimensione caleidoscopica e complessa del fenomeno che ha sempre scandito la storia dell’umanità quale quello delle Migrazioni. Storie accomunate da una...

Autorità portuale di Gioia: incontro con il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo

Autorità portuale di Gioia: incontro con il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo

Reggio Calabria. Per conoscere le strategie di sviluppo portuale e le aree del retro porto dello scalo di Gioia Tauro, il direttore della sede italiana della Banca di Tokyo Mitsubishi UFJ, Kaneyuki Iseda, accompagnato dai...

Falcomatà: “Conte venga a Reggio per CdM, evitare dissesto e rilanciare porto di Gioia Tauro”

Falcomatà: “Conte venga a Reggio per CdM, evitare dissesto e rilanciare porto di Gioia Tauro”

Reggio Calabria. “Il premier Giuseppe Conte venga a Reggio Calabria con una strategia precisa che ci consenta di evitare l’ipotesi di dissesto del Comune capoluogo e con un piano di sviluppo del porto di Gioia...

Al via gli “Incontri di Natura” per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco Aspromonte

Al via gli “Incontri di Natura” per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco Aspromonte

Divulgare, far conoscere, promuovere e confrontarsi. Hanno preso il via gli “Incontri di Natura”, ciclo di eventi organizzati per celebrare il venticinquesimo compleanno del Parco dell’Aspromonte che si terranno a Reggio Calabria dal mese di...

compra calabria

Sei qui: HomeSPORTU19, mercoledì di Coppa, Cataforio contro Bernalda nei 32esimi di finale. Gara secca alle 19 al "PalaMazetto"

U19, mercoledì di Coppa, Cataforio contro Bernalda nei 32esimi di finale. Gara secca alle 19 al "PalaMazetto"

Pubblicato in SPORT Mercoledì, 20 Febbraio 2019 08:09

Il Cataforio migliore della sua storia, in lista per un posto play-off per la A2, non perde di vista il proprio obiettivo base, ovvero, la valorizzazione dei propri giovani. L'U19, dopo aver salutato l'anno scorso la competizione contro i campioni in carica di Orte (fermato sul pareggio nella gara di andata) si è rifatta il look nei suoi interpreti in questa stagione. In panchina l'esordiente Ricardo Atkinson, bomber di razza e di esperienza che a suon di gol aiuta la prima squadra e sta contribuendo in maniera significativa anche alla crescita del gruppo affidatogli.

I numeri parlano chiaro: Cataforio capolista in solitaria proprio come accaduto negli ultimi due campionati. Non è stato sicuramente facile. Come detto, squadra cambiata negli interpreti ma che sta confermando il proprio talento. Primo su tutti capitan Campolo che è passato dall'essere leader degli Allievi, con qualche gettone importante nell'U18 (campione regionale) condito da un altrettanto importante gol nello spareggio interregionale della scorsa stagione, a leader indiscusso dell'Under 19 (dove è peraltro capocannoniere) e pedina chiave anche nelle rotazioni della prima squadra con la quale si allena in pianta stabile dall'inizio della stagione e dove è pure andato a segno. Insieme a lui, Sarica, altro elemento inserito in pianta stabile del roster di mister Praticò ed ancora i portieri Mancuso e Demetrio Laganà, gli esterni Gregorio Laganà (prima presenza in B anche per lui nell'ultimo turno di campionato) e Morabito, senza dimenticare i pivot Attinà ed Alessio Labate. Un roster vario, di valide individualità, e dal quale mister Atkinson sta tranedo il massimo da tutti i suoi componenti. Riavvolgendo il nastro, sembra di rivedere i vari Cristopher Laganà, Andrea Labate, Gianluca Parisi, senza dimenticare Modafferi e Ienari. Tutti arrivati in prima squadra con importanti minutaggi. E' questo il Cataforio che sa valorizzare i propri giovani, autoctoni, e che ha portato avanti negli anni progetti importanti e confermati dai risultati. Oggi, i bianconeri, saranno di scena nella gara secca contro Bernalda valevole per i 32esimi di finale di Coppa Italia. Calcio d'inizio al "PalaMazzetto" alle ore 19:00. Si tratta del re-match del 13 gennaio, gara di campionato, vinta dai lucani per 3-1 che hanno "vendicato" la sconfitta dell'andata (5-4). Equilibrio quindi sovrano e Cataforio che vuole fare valere le proprie motivazioni nonché il fattore campo. Si, perché, sognare è prerogativa di base per un giovane, specialmente nel suo percorso di crescita. Al Cataforio si può sognare, senza perdere di vista l'impegno di base, l'abnegazione ed il sacrificio che, come attestano i risultati del passato, possono regalare emozioni e soddisfazioni su quel parquet a rincorrere un pallone e dove tutto è racchiuso nel gridare ancora una volta "Goal!".

Fabrizio Cantarella - Add. Stampa Asd Cataforio -

Rc 29 febbraio 2019

Letto 59 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Coppa Italia U19: il Cataforio esce a testa alta, i bianconeri devono arrendersi alla Meta Catania

    Un Cataforio sfortunato ed inesperto fa da contraltare ad un esperto e più fortunato Meta Catania. Eppure, i ragazzi di mister Atkinson, hanno disputato una buona prova, contro un avversario più quotato almeno nei pronostici della vigilia. La differenza in campo non è stata così abissale; gli episodi hanno finito per sorridere agli etnei, bravi a capitalizzare. Nel giro di 2'27'' il punteggio cambia per 4 volte. Prima è Gregorio Laganà che fa esplodere il "PalaMazzetto" con un bolide che non lascia scampo a Dovara; poi lo stesso subirà uno stranissimo rimpallo sul proprio tacco che befferà Mancuso. De Barros porta poi in vantaggio i suoi, bello lo scambio con Silvestri, e lo stesso brasiliano troverà la doppietta, dopo un altro rimpallo fortunoso che gli ha consentito di presentarsi a tu per tu con Mancuso e batterlo.

  • U19: il Cataforio si conferma Campione in carica, i bianconeri trionfano nel proprio girone con 3 giornate d'anticipo

    Il destino di chi è chiamato a riconfermarsi non è mai così facile né scontato. Il Cataforio, rinnovato nelle componenti ma non nello spirito e, nei risultati, vince ancora, trionfa ancora, è davanti a tutti anche per la stagione 2018-2019. Il progetto giovanile bianconero continua a raccogliere i propri frutti sul parquet, derivati dalla maniacale programmazione degli staff dirigenziali e tecnici. Anche il roster di questa stagione appone i proprio marchio nella storia del club. Un solo pareggio (contro Polistena) e 2 sconfitte (a Rossano ed in casa contro Bernalda), per il resto solo vittorie (11) per la squadra che vanta anche il migliore attacco (89) e la migliore difesa (39). Si tratta del secondo successo consecutivo da quando è stata inserita la categoria U19, che va a sommarsi al trionfo del girone U21, vinto sempre dai bianconeri che in quell'occasione raggiunsero il gradino più basso del podio italiano.

  • U19, il Cataforio si regala i sedicesimi di Coppa Italia trascinata dalle reti di Campolo e Surace

    Vince non negandosi qualche brivido di troppo il Cataforio contro il Bernalda. I ragazzi allenati da Ricardo Atkinson, sciorinano un primo tempo di altissimo livello, contro una delle formazioni più quotate del girone R, finendo per commettere qualche evitabile disattenzione, rimettendo in gara gli ospiti. Alla fine però, la supremazia tattica, unita ad una maggiore rotazione, ha consentito ai reggini di brindare al passaggio del turno.

  • Under 19, Cataforio: a Rossano sconfitta di misura

    Un Cataforio meno brillante rispetto ad altre uscite, viene sconfitto sul campo del Real Rogit. I ragazzi di mister Atkinson sono stati bravi ad ogni modo nell'imporre il proprio ritmo alla gara. La prima frazione ha visto Gregorio Laganà trovare il punto del pari dopo l'iniziale vantaggio dei locali. Lo stesso Laganà, due volte Alessio Labate e Campolo, con un tiro che ha colpito il palo, sono andati tutti vicinissimi al punto del vantaggio. Nella ripresa è ancora il Rogit a trovare la via della rete, prima che capitan Campolo, a 3'28'' dalla fine trovi il gol del nuovo pareggio grazie anche al portiere di movimento adoperato dai reggini. Quinto d'attacco utilizzato anche sul punteggio di 2-2 ed il portiere del Rogit è riuscito, dopo una parata, a mandare il pallone in gol per il definitivo 3-2 arrivato a 2' dalla fine.

  • Under 19, Coppa Italia: il Cataforio si complica la vita ma passa il turno

    Il Cataforio vince "soltanto" con due gol di scarto. I bianconeri di mister Atkinson si complicano maledettamente la vita contro La Sportiva Traforo che, sorniona, per poco non ha sfiorato il colpaccio. Gara sempre saldamente in mano ai padroni di casa che creano tantissimo ma sciupano altrettanto. Ospiti che si affidano alle ripartenze letali ed anche ai lanci in profondità.
    In avvio capitan Campolo è tarantolato. Segna due gol e ne sbaglia tre nello spazio dei primi 4 minuti di gioco. Pur con due gol di vantaggio, la retroguardia bianconera cala di intensità e il Traforo riesce con due fiammate a ritornare in parità grazie ai timbri di Cosentino e Graziano. In precedenza le occasioni migliori sono stati di Sarica ed Attinà, con Ruffo che invece aveva colpito il palo.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.