unci banner

:: NEWS

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Continua senza sosta il lavoro dell’Amministrazione Comunale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e del nostro patrimonio naturale. Questa mattina il sindaco Giuseppe Ranuccio ha preso parte ad una...

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

“Due serate eccezionali, generi diversi ma con un comune denominatore: l’Arte, la creatività e le emozioni della grande Musica dal vivo ai massimi livelli internazionali... La location unica al mondo...

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

L’Asd Cataforio C5 Reggio Calabria, comunica di avere ingaggiato Angelo Creaco, universale-pivot classe 1989 di Reggio Calabria. Nelle ultime due stagioni ha contribuito al doppio salto di categoria del Futal...

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Torna anche per quest’anno a Reggio il consueto appuntamento con la due giorni dedicata ai festeggiamenti in onore di Sant’Anna. Si pare con la serata del 25 di luglio, dove...

compra calabria

Sei qui: HomeStorieI campi di servizio, una proposta dell’Agape ai giovani

I campi di servizio, una proposta dell’Agape ai giovani

Pubblicato in Storie Mercoledì, 15 Maggio 2019 13:08

Anche quest’ estate Il Centro Comunitario Agape offre la possibilità a tanti giovani reggini di vivere un’esperienza di vacanza estiva speciale, una settimana di impegno con la possibilità di fare un’esperienza forte, ore di lavoro e di vita comunitaria, con un grande ideale: condividere un pezzo della propria vita con gli altri. Il campo è soprattutto una esperienza educativa per aiutare i giovani ad uscire dal proprio guscio , a guardare il mondo sentendosi responsabili di ciò che accade e non semplice spettatore, a prendersi cura delle membra più deboli della comunità. Sulla scia dell’insegnamento del fondatore don Italo Calabrò, che ha fatto della sua vita una consacrazione alla causa degli ultimi e dei diseredati, si offre così la possibilità ai giovani di sperimentare la gioia e la ricchezza dell’incontro con altri giovani e con persone con fragilità e disagio sociale Un’occasione per donare agli altri amicizia e compagnia ma anche per riceverne altrettanta.

I campi di volontariato sono soprattutto un’esperienza intensa di vita comunitaria, che permette di offrire un frammento della propria vita agli altri in controtendenza con una società che sembra attratta solo dall’effimero e dalle apparenze. Lo scopo del campo è aiutare gli altri ma anche occasione per, intrecciare e consolidare amicizie, dando una mano concreta a chi fa più fatica, confrontandosi e mettendosi alla prova. Un’occasione per coinvolgersi maggiormente ed in maniera attiva nel mondo del volontariato che rappresenta un’ esperienza di cittadinanza attiva e per i credenti una forma esemplare di incarnazione del Vangelo della carità da proporre , una opportunità che viene data soprattutto ai giovani che hanno bisogno di vivere itinerari educativi capaci di farli confrontare con i problemi del mondo. . Il programma estate 2019 prevede due campi che si terranno a Cucullaro di Gambarie nel mese di agosto.. Durante il campo si svolgeranno incontri di formazione con esperti, operatori volontari. Hanno già aderito studenti del Panella-Vallauri, del Liceo A. Volta, dell’Istituto Piria e del Fermi Boccioni
Per informazioni tel 0965/894706, adesioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rc 15 maggio 2019

Letto 156 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Lettera firmata: "L'affido è una scelta d'amore"

    Siamo una famiglia affidataria di Reggio Calabria, con noi vivono assieme a quattro figli naturale altre due ragazze con disabilità che abbiamo accolto e cresciuto da piccole, affrontando insieme le loro gravi malattie e patologie. Altre coppie del Centro comunitario Agape di cui facciamo parte hanno accolto fin dagli anni ottanta altri minori provenienti da storie di abbandono, rom con disabilità, figli di famiglie mafiose o coinvolti in faide sanguinose, bambini strappati ai brefotrofi ed agli istituti . Un’esperienza segnata da tante fatiche ma anche dalla gioia di avere dato loro una famiglia, degli affetti, delle sicurezze. Per noi l’affido è una scelta d’amore e leggere le notizie arrivate da Reggio Emilia ha provocato in noi sconcerto e preoccupazione.

  • Il diritto alla famiglia dei minori in difficoltà: Agape e Forum Associazioni Familiari chiedono convocazione del tavolo regionale affido

    In Calabria, nonostante la disponibilità di tante famiglie ad aprirsi all’accoglienza di bambini che vivono uno stato di disagio e spesso di grave abbandono all’interno di famiglie con problemi la strada dell’affido familiare non decolla a causa della cronica mancanza di interlocutori istituzionali. È significativo che le poche associazioni che operano in questo ambito, come il Centro Comunitario Agape di Reggio Calabria, ricevono da tutta la regione molte richieste di informazioni da parte delle famiglie che vorrebbero affacciarsi all’affido e che lamentano di non sapere a chi rivolgersi.

  • Reggio Calabria. Agape: su Rai 3 si parla del progetto "Liberi di scegliere"

    Reggio Calabria. Mercoledi 20 marzo, alle ore 12.30, nella trasmissione Fuori dal tg di Rai 3, approfondimento della tematica dei minori che vivono in contesti socio familiari di mafia. Sarà trasmesso un servizio sul centro giovanile don Italo Calabrò di Melito Porto Salvo, la prima casa famiglia del sud fondata dal compianto sacerdote e che ha accolto in oltre quaranta anni

  • Reggio Calabria. Al Centro Comunitario Agape la visita del presidente Morra

    Reggio Calabria. Un’occasione per ricordare l’impegno che don Italo Calabrò fin dagli anni 80 ha profuso per cercare di strappare tanti minori da un destino di ndrangheta, ma anche per fare il punto sul programma Liberi di Scegliere avviato dal Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, con il supporto di associazioni come Libera, Agape, Unicef, camere minorili. Questo ed

  • Contro le dipendenze ed il gioco d’azzardo, evento finale del progetto dal Circolo in Circolo

    Venerdì 1 marzo alle ore 9, 30 a palazzo Alvaro incontro di presentazione dei risultati del progetto condotto da diverse associazioni reggine (Cereso, Agape, Nuova solidarietà, CSI, Il Tralcio, Artinsieme) e finanziato dalla Fondazione con il Sud.
    L’iniziativa si proponeva di contrastare le dipendenze dal gioco dell’azzardo e la dispersione scolastica attraverso la valorizzazione e l’uso educativo delle piazze e dei luoghi di socializzazione. Per oltre un anno diverse sono state le iniziative di animazione e riqualificazione che hanno interessato alcune piazze della città ed in particolare le periferie. Coinvolte associazioni giovanili, studenti, parrocchie delle diverse zone interessate.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.