univeristà mediterranea

:: Evidenza

Firmato l’accordo di valorizzazione e rilancio dei siti archeologici cittadini

Firmato l’accordo di valorizzazione e rilancio dei siti archeologici cittadini

E’ stata firmata questa mattina la Convenzione tra il Comune di Reggio Calabria e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana...

Reggio Calabria, pellegrinaggio Unitalsi : è partito il treno bianco per Lourdes

Reggio Calabria, pellegrinaggio Unitalsi : è partito il treno bianco per Lourdes

E'partito il treno bianco dell'Unitalsi alla volta di Lourdes! Stamattina, all'alba, il treno con pellegrini, ammalati e volontari della sezione calabrese dell'Unitalsi, ha lasciato la...

Prefettura: massima attenzione alle misure di sicurezza durante le manifestazioni

Prefettura: massima attenzione alle misure di sicurezza durante le manifestazioni

Tutto il personale di polizia impegnato, già particolarmente attento al riguardo, come da consuetudine, del resto, delle nostre Forze di Polizia, sarà ulteriormente sensibilizzato perché...

Viola, Monastero: “Contenti della squadra che abbiamo allestito, siamo pronti per la nuova stagione”

Viola, Monastero: “Contenti della squadra che abbiamo allestito, siamo pronti per la nuova stagione”

Il Presidente della Met Extra Viola Reggio Calabria Raffaele Monastero è intervenuto all’interno del programma radiofonico “Break In Sport”, in onda sulle frequenze di Radio...

Atam, "congelata" la nomina di Basile. MNS: "poca esperienza di chi ci amministra"

Atam, "congelata" la nomina di Basile. MNS: "poca esperienza di chi ci amministra"

Tra pochi giorni l’assemblea dei soci Atam dirà l’ultima parola sulla recente nomina di Giuseppe Basile ad Amministratore Unico, al momento “congelata” dopo le perplessità...

La Procura dispone il sequestro preventivo per 75mila euro ad Adriana Musella

La Procura dispone il sequestro preventivo per 75mila euro ad Adriana Musella

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso, in via d’urgenza, dalla Procura...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEDue passi alla riscoperta del "Chilometro più bello d'Italia"

Due passi alla riscoperta del "Chilometro più bello d'Italia"

Pubblicato in Strade e Piazze Martedì, 16 Maggio 2017 14:03

Reggio Calabria 16/05/2017 – di Giuseppe Cantarella. Ritorniamo in centro e concludiamo questa nostra serie di passeggiate virtuali a spasso per le strade della nostra bella e amata città, andando proprio in quella che è considerata la più spettacolare, la più panoramica, quella più frequentata nei mesi estivi, quella … insomma … dulcis in fundo … la Via Marina. Intendiamo, all’inizio, chiamarla così, innanzitutto perché è questa la denominazione “storica”, presente prima del 1908; ma poi, perché è una definizione che comprende le tre strade in cui, oggi,

si suddivide il complesso del Lungomare di Reggio Calabria. Vediamo innanzitutto di ripercorrere le fasi storiche che hanno portato alla realizzazione della Via Marina, per come la possiamo ammirare oggi. Possiamo, a tal proposito, individuare tre momenti distinti.
Nella Reggio del ‘600, con la città cinta di mura, non esisteva ovviamente nessuna strada litoranea, dal momento che anche dal lato della spiaggia esisteva una struttura muraria a protezione della città.
Dopo il terremoto del 1783 la città viene ridisegnata da Giovan Battista Mori, e compare quindi una strada litoranea. Per tutto l’Ottocento, e fino a prima del terremoto del 1908, la Via Marina era molto diversa da oggi: le vecchie fotografie ci mostrano una strada litoranea, senza alberatura, con i palazzi sul lato orientale ed un muraglione dal lato del mare; la linea ferroviaria tirrenica verso Villa San Giovanni venne inaugurata nel 1884. Rimane il ricordo della vecchia Fontana della Pescheria, sulla spiaggia, dove oggi sorge il Circolo Velico all’altezza dell’attuale Istituto Tecnico “Raffaele Piria”, distrutta dal terremoto del 1908.
Dopo il 1908, la decisione di costruire due strade parallele fra di loro, su differenti livelli, collegate da rampe: la Via Marina “Alta” e la Via Marina “Bassa” , ed in aggiunta, la strada che dalla Stazione Lido portava verso il sottopassaggio sotto la linea ferroviaria per andare a Rada Giunchi ed al Monumento a Vittorio Emanuele, il “Cippo”, e questa era la Via Marina “Bassissima”. Per molto tempo le denominazioni ufficiali furono Lungomare Giacomo Matteotti per la Via Marina bassa e Corso Vittorio Emanuele III per la Via Marina alta.
L’assetto dell’attuale Lungomare scaturisce dall’idea di realizzare una galleria dentro cui fra transitare la linea ferroviaria, per recuperare il rapporto ed il legame della città con il proprio mare. I lavori, come si ricorderà, ebbero un iter lungo e tormentato, fino a quando l’azione sinergica del Sindaco Italo Falcomatà ed il Presidente delle FFSS Claudio Dematté portarono alla definitiva soluzione della questione relativa allo sblocco dei finanziamenti occorrenti ed al completamento dell’opera.
Alla prematura morte di Italo Falcomatà la Via Marina bassa venne intitolata al suo nome, ed oggi abbiamo, dunque, il Lungomare Italo Falcomatà.
Si tratta, come abbiamo scritto all’inizio, della strada più bella di Reggio Calabria, ma non solo, è una delle strade litoranee più belle d’Italia, che si colloca a livello internazionale accanto alla Croisette di Cannes oppure alla Promenade des Anglais di Nizza, per finire alla Avénida Atlantica di Rio de Janeiro, quella dal marciapiede a onde bianche e nere. Difficile trovare, in città sul mare, un Lungomare bello come questo di Reggio Calabria. E’, certamente, “il più bel chilometro d’Italia”.
Nell’appuntamento della prossima settimana passeremo in rassegna quelli che sono gli elementi che fanno bella la Via Marina, vale a dire monumenti, palazzi ed alberi.

Letto 238 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Maggio 2017 14:16

Articoli correlati (da tag)

  • Zankle e Rhegion si raccontano in mostra al MArRC

    Parterre d’eccezione questo pomeriggio al MArRC per il taglio del nastro della mostra “Zankle e Rhegion. Due città a controllo dello Stretto”. Quasi trecento reperti in mostra che raccontano il passato delle due città dello Stretto. Un’esposizione che getta ancora una volta un ponte virtuale culturale su queste due città unite nel passato

  • Domani allo Zanotti Bianco, la presentazione del progetto: “Cambio Rotta”

    Scoprire quello di cui si ha realmente bisogno, non facendosi influenzare dalle aspettative altrui, ma, esclusivamente, dalle proprie ambizioni. È per soddisfare questo bisogno che nasce il progetto, ‘Cambio Rotta’. Un percorso che punta sulla crescita personale, partendo dall’esperienza del mondo, dalla ricerca continua, dalla testimonianza di chi ha avuto il coraggio di lasciare il segno. L’idea nasce più di dieci anni fa tra i banchi dell’università dove due giovani studenti di Scienze della Formazione, 

  • Gli appuntamenti di oggi in città 20 settembre 2017

    Gli appuntamenti di oggi in città: - Il Consiglio comunale è stato convocato per mercoledì 20 settembre alle nove dal presidente Demetrio Delfino
    -La storia del braccio di mare che separa la Calabria e la Sicilia e delle due grandi città affacciate sul Mar Mediterraneo sarà al centro della grande mostra “Zankle e Rhegion. Due città a controllo dello Stretto”, pronta all’inaugurazione alle ore 17.00, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

  • Incidente mortale sulle Bretelle

    Incidente mortale questa sera sulle Bretelle all’altezza dello svincolo per il ponte di Sant’Anna. Una zona più volte segnalata dai cittadini per la scarsa luminosità del tratto. A perdere la vita una donna, secondo quanto appreso, che stava attraversando. Coinvolta nell’incidente una utilitaria. La persona al volante ha cercato di dare i primi soccorsi chiamando anche il 118 ma nonostante la tempestività dell’intervento non c’è stato nulla da fare. Sul posto i Vigili Urbani e i Carabinieri per tutti i rilievi del caso e accertare la dinamica dei fatti.

  • Atam, "congelata" la nomina di Basile. MNS: "poca esperienza di chi ci amministra"

    Tra pochi giorni l’assemblea dei soci Atam dirà l’ultima parola sulla recente nomina di Giuseppe Basile ad Amministratore Unico, al momento “congelata” dopo le perplessità sollevate dal Movimento Nazionale per la Sovranità che proprio questa mattina ha incontrato la stampa. Ernesto Siclari e Franco Germanò, definiscono il tutto come  “sintomatico della poca esperienza di chi ci amministra”. Senza troppi giri di parole, gli esponenti del Movimento Nazionale, facendo direttamente riferimento allo Statuo Comunale,

logo cp bucato

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.