unci banner

:: Evidenza

Sciolto dal CdM il Consiglio comunale di Platì

Sciolto dal CdM il Consiglio comunale di Platì

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Marco Minniti, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUEL),...

Ordine dei Medici, bilanci approvati e decani premiati

Ordine dei Medici, bilanci approvati e decani premiati

Si è svolta, presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri, l’assemblea annuale per l’approvazione del conto consuntivo 2017 e del bilancio preventivo 2018, passati...

Viola, Baldassarre va al Lugano

Viola, Baldassarre va al Lugano

La Viola Reggio Calabria comunica il trasferimento dell’ala/pivot Patrick Baldassarre al Lugano Basket Tigers. La società ha concesso il “nulla osta” al giocatore per disputare...

Uilpa: "Che fine hanno fatto le sedi distaccate dei Vigili del Fuoco di Monasterace e Ricadi?"

Uilpa: "Che fine hanno fatto le sedi distaccate dei Vigili del Fuoco di Monasterace e Ricadi?"

Reggio Calabria. Oblìo o “sindrome del marinaio”? Questo è l’interrogativo che si pone la UILPA dei Vigili del Fuoco Calabrese, sempre attenta alla sicurezza dei...

Il presidente della Conferenza per l'Area dello Stretto Domenico Battaglia sull'aeroporto "Tito Minniti"

Il presidente della Conferenza per l'Area dello Stretto Domenico Battaglia sull'aeroporto "Tito Minniti"

“Rivolgo un invito affinché cessi lo scontro politico-istituzionale e si superino le roventi polemiche di queste settimane. Ciascuno si assuma le proprie responsabilità e collabori...

Il ruolo della donna nella società: la riflessione di Cinzia Nava (Crpo)

Il ruolo della donna nella società: la riflessione di Cinzia Nava (Crpo)

Reggio Calabria. Cinzia Nava, presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità, intervenendo in merito al ruolo della donna nella società e soffermandosi in particolare...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEDue passi alla riscoperta del "Chilometro più bello d'Italia"

Due passi alla riscoperta del "Chilometro più bello d'Italia"

Pubblicato in Strade e Piazze Martedì, 16 Maggio 2017 14:03

Reggio Calabria 16/05/2017 – di Giuseppe Cantarella. Ritorniamo in centro e concludiamo questa nostra serie di passeggiate virtuali a spasso per le strade della nostra bella e amata città, andando proprio in quella che è considerata la più spettacolare, la più panoramica, quella più frequentata nei mesi estivi, quella … insomma … dulcis in fundo … la Via Marina. Intendiamo, all’inizio, chiamarla così, innanzitutto perché è questa la denominazione “storica”, presente prima del 1908; ma poi, perché è una definizione che comprende le tre strade in cui, oggi,

si suddivide il complesso del Lungomare di Reggio Calabria. Vediamo innanzitutto di ripercorrere le fasi storiche che hanno portato alla realizzazione della Via Marina, per come la possiamo ammirare oggi. Possiamo, a tal proposito, individuare tre momenti distinti.
Nella Reggio del ‘600, con la città cinta di mura, non esisteva ovviamente nessuna strada litoranea, dal momento che anche dal lato della spiaggia esisteva una struttura muraria a protezione della città.
Dopo il terremoto del 1783 la città viene ridisegnata da Giovan Battista Mori, e compare quindi una strada litoranea. Per tutto l’Ottocento, e fino a prima del terremoto del 1908, la Via Marina era molto diversa da oggi: le vecchie fotografie ci mostrano una strada litoranea, senza alberatura, con i palazzi sul lato orientale ed un muraglione dal lato del mare; la linea ferroviaria tirrenica verso Villa San Giovanni venne inaugurata nel 1884. Rimane il ricordo della vecchia Fontana della Pescheria, sulla spiaggia, dove oggi sorge il Circolo Velico all’altezza dell’attuale Istituto Tecnico “Raffaele Piria”, distrutta dal terremoto del 1908.
Dopo il 1908, la decisione di costruire due strade parallele fra di loro, su differenti livelli, collegate da rampe: la Via Marina “Alta” e la Via Marina “Bassa” , ed in aggiunta, la strada che dalla Stazione Lido portava verso il sottopassaggio sotto la linea ferroviaria per andare a Rada Giunchi ed al Monumento a Vittorio Emanuele, il “Cippo”, e questa era la Via Marina “Bassissima”. Per molto tempo le denominazioni ufficiali furono Lungomare Giacomo Matteotti per la Via Marina bassa e Corso Vittorio Emanuele III per la Via Marina alta.
L’assetto dell’attuale Lungomare scaturisce dall’idea di realizzare una galleria dentro cui fra transitare la linea ferroviaria, per recuperare il rapporto ed il legame della città con il proprio mare. I lavori, come si ricorderà, ebbero un iter lungo e tormentato, fino a quando l’azione sinergica del Sindaco Italo Falcomatà ed il Presidente delle FFSS Claudio Dematté portarono alla definitiva soluzione della questione relativa allo sblocco dei finanziamenti occorrenti ed al completamento dell’opera.
Alla prematura morte di Italo Falcomatà la Via Marina bassa venne intitolata al suo nome, ed oggi abbiamo, dunque, il Lungomare Italo Falcomatà.
Si tratta, come abbiamo scritto all’inizio, della strada più bella di Reggio Calabria, ma non solo, è una delle strade litoranee più belle d’Italia, che si colloca a livello internazionale accanto alla Croisette di Cannes oppure alla Promenade des Anglais di Nizza, per finire alla Avénida Atlantica di Rio de Janeiro, quella dal marciapiede a onde bianche e nere. Difficile trovare, in città sul mare, un Lungomare bello come questo di Reggio Calabria. E’, certamente, “il più bel chilometro d’Italia”.
Nell’appuntamento della prossima settimana passeremo in rassegna quelli che sono gli elementi che fanno bella la Via Marina, vale a dire monumenti, palazzi ed alberi.

Letto 381 volte

Articoli correlati (da tag)

  • La Lira torna protagonista al Museo della Lingua Greco-Calabra di Bova

    Il Museo della Lingua Greco-Calabra “Gerhard Rohlfs” di Bova, diretto da Pasquale Faenza, si arricchisce di un nuovo spazio espositivo interamente dedicato alla Lira. Un percorso fotografico a cura di Gianni Vittorio che ne ripercorre le fasi della costruzione grazie alla collaborazione del maestro liutaio Francesco Siviglia. Ieri la presentazione ufficiale che ha visto tra gli altri, la presenza dell’associazione “Il Giardino di Morgana”, impegnata in questi mesi sul territorio proprio nella riscoperta dell’Aspromonte grecanico. 

  • Gli appuntamenti di oggi in città 26 aprile 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: - dalle 9:00, nel Salone della Camera di commercio di Reggio Calabria di Via T. Campanella n. 12, si terrà un incontro di formazione sulle procedure del servizio Agest Telematico e sulle nuove modalità di compilazione e trasmissione della dichiarazione MUD 2018.
    - il Centro Internazionale Scrittori, alle ore 16.45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” promuoverà l'incontro dal titolo “La tavola dei popolani”.
    - alle ore 17,00 verrà inaugurata presso la Sala esposizioni del Liceo Artistico “Preti/Frangipane”, coordinato dall’avvocato Albino Barresi, la Mostra/Asta di beneficenza per celebrare la memoria dell’artista Battistina Marianna Polillo, prematuramente scomparsa.

  • Alla Villa Comunale le celebrazioni per il 25 aprile

    Anche Reggio festeggia il 25 aprile, la liberazione dell'Italia dal nazifascismo, e lo fa in grande grazie all'Anpi che per questo anno si è avvalso della collaborazione di ben 16 associazioni, che hanno contribuito anche alla costituzione del “Coordinamento provinciale antifascista e antirazzista”, promosso dall’ANPI sulla base del documento nazionale “Mai più fascismi”. Quella di festeggiare il 25 aprile presso l'orto botanico Umberto I (villa comunale), è ormai una tradizione che dura dal 1993, da quando l'allora sindaco Italo Falcomatà decise di far rivivere la festività a Reggio.

  • Anassilaos San Giorgio 2018: la cerimonia di premiazione nel ricordo di Don Antonio Santoro

    Anche quest'anno, come consuetudine da ormai 20 anni, presso il Tempio della Vittoria (chiesa di San Giorgio al Corso) si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos San Giorgio. Il premio nasce nel 1999 su suggerimento dell'allora Sindaco della Città Prof. Italo Falcomatà, allo scopo di esprimere gratitudine e apprezzamento a quei reggini e non reggini, che in patria, o lontani dalla patria, hanno contribuito e contribuiscono alla crescita civile, culturale, economica della Città, della Provincia e della Regione.

  • Villa San Giovanni, identificati i ragazzi che hanno aggredito lo studente, un fermo

    A seguito dei fatti di ieri mattina, che hanno visto un giovane studente di 17 anni gravemente ferito con una coltellata nel corso di una rissa nei pressi dell’istituto alberghiero, i carabinieri di Villa San Giovanni hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto di iniziativa un soggetto albanese maggiorenne, di 21 anni. Inoltre lo stesso è stato deferito in stato di libertà, insieme ad altri due soggetti maggiorenni albanesi e a due soggetti minorenni italiani, per rissa. Infine, uno dei citati minori italiani sarà deferito anche per porto illecito di oggetti atti ad offendere in quanto, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un coltello

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.