unci banner

:: NEWS

Al via ContaminAzioni Festival il 29 e 30 giugno a Piazza Castello

Al via ContaminAzioni Festival il 29 e 30 giugno a Piazza Castello

Una festa gratuita e aperta a tutti: questo è ContaminAzioni Festival, una due giorni che vuole fare dell’arte la connessione virtuosa con territorio e popolazione. Proprio durante la conferenza stampa...

Il presidente Giuseppe Livoti presenta i due Premi Muse Estate 2019: Cinzia Leone e Gigi Miseferi

Il presidente Giuseppe Livoti presenta i due Premi Muse Estate 2019: Cinzia Leone e Gigi Miseferi

Anche se presenti nel panorama culturale regionale e nazionale ininterrottamente senza sosta o periodi di relax, ultimi giorni di lavoro e di programmazione per l’apertura in grande stile per il...

A Palazzo San Giorgio convegno a più voci per la Giornata internazionale contro la droga

A Palazzo San Giorgio convegno a più voci per la Giornata internazionale contro la droga

In occasione della Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga, il Ce.Re.So. - centro reggino di solidarietà e il Garante dei diritti delle persone private della...

Dal 5 luglio al 15 settembre 2019 nuove aree pedonali e zone a traffico limitato in città

Dal 5 luglio al 15 settembre 2019 nuove aree pedonali e zone a traffico limitato in città

Nuove aree pedonali e zone a traffico limitato in città in via sperimentale per fasce orarie a partire dal 5 luglio e fino al 15 settembre 2019.Introdotte al centro come...

compra calabria

Sei qui: HomeStrade | PiazzeLa piazzetta Federico Genoese

La piazzetta Federico Genoese

Pubblicato in Strade e Piazze Sabato, 05 Marzo 2016 08:29

Reggio Calabria 05/03/2016 – di Giuseppe Cantarella. La piazzetta Federico Genoese si raggiunge immediatamente dal Corso Garibaldi prendendo, sulla destra, via del Plebiscito, che e' quella traversa, un po' prima del Duomo, che porta verso l’Istituto Tecnico Raffaele Piria.  E' uno slargo che recentemente e' stato oggetto di un interessante lavoro di riqualificazione con cui e' stata valorizzata la funzione di spazio pedonale, all’interno del centro storico. Il fiore all’occhiello della piazzetta e', certamente, la statua che raffigura Federico Genoese, cui e' intitolato il luogo.

La statua è opera di Rocco Larussa, lo scultore di Villa San Giovanni che tante opere splendide ha realizzato per la nostra bella ed amata città.
Federico Genoese, appartenente ad una delle famiglie nobili più in vista di Reggio Calabria, nacque il 23 marzo del 1805. Venne attratto, come tanti della sua generazione, dalle idee patriottiche, e partecipò, quindi, alla sommossa antiborbonica del settembre del 1847. In seguito ed in conseguenza di questi eventi Genoese fu arrestato, poi sottoposto a processo e condannato a morte; venne liberato l’anno seguente, in relazione alle vicende della rivoluzione del 1848, ma morì quasi subito dopo.
Ma sulla lapide che si legge sul basamento si legge “benefattore”. Perché? Genoese, alla sua morte, dispose a favore della città di Reggio Calabria un lascito testamentario, con l’obbligo di realizzare importanti opere pubbliche, vale a dire un asilo, una scuola di Arti e Mestieri ed un acquedotto.
L’asilo è tuttora esistente, porta il suo nome, ed è ubicato in quell’edificio che fa ad angolo fra la via Aschenez e la via Palamolla. La scuola di Arti e Mestieri venne realizzata molti anni dopo, nell’Italia unitaria del Regno. Per consentire la realizzazione dell’acquedotto, Genoese donò all’Amministrazione comunale della città una sorgente di sua proprietà situata in località Pavigliana: l’opera di conduttura venne realizzata nel 1910 e fu il primo acquedotto costruito dopo il terremoto del 1908; la sorgiva aveva una portata limitata, circa 7 lt/sec , per cui non risolse, come magari il Genoese avrebbe desiderato, i problemi dell’approvvigionamento idrico della città, ma comunque costituì un importante opera nel quadro della ricostruzione post 1908.
Dicevamo di un gradevole spazio pedonalizzato, anche abbellito da piante e fiori. In effetti, qui la toponomastica ricorda con molta evidenza alcuni personaggi ed eventi di quel periodo di passaggio dal Regno delle due Sicilie al Regno d’Italia. Siamo giunti qui percorrendo via del Plebiscito: si tratta del Plebiscito di annessione al Regno d’Italia, che a Reggio Calabria si tenne il 21 ottobre del 1860, e che diede un risultato schiacciante a favore della nuova monarchia. Piazzetta Genoese è lambita, dal lato occidentale, dalla Via dei Plutino, e con quel “dei” si intendono i due fratelli Antonino (10 dicembre 1811 – 25 aprile 1872) ed Agostino (23 agosto 1810 – 12 settembre 1885) Plutino, figure centrali del risorgimento anche a livello nazionale. Verso Sud, piazzetta Genoese è delimitata dalla via Cavour. Ricordiamo quando, sul palazzo che si affaccia sulla piazzetta da questo lato, erano ubicati gli uffici della Questura, soprattutto nel periodo della Rivolta degli anni 1970 – 71, ma anche in occasione dell’attentato dinamitardo del 7 dicembre del 1969, e la figura del Questore dell’epoca, il dott. Emilio Santillo.
Nel quadro di una riorganizzazione degli spazi urbani a favore della collettività, si potrebbe pensare di chiudere completamente al traffico automobilistico questa piazzetta e le vie adiacenti, individuando un percorso che valorizzi al massimo la qualità della vita all’interno del centro storico. Anche perché, in chiave turistica, è necessario mostrare un aspetto ordinato e gradevole della nostra città che possa valorizzare l’aspetto residenziale di quella particolare forma di turismo che è la villeggiatura. Purtroppo, queste proposte si scontrano con l’inciviltà di automobilisti, commercianti e residenti, che occupano abusivamente spazi pubblici destinati alla libera fruibilità da parte dei cittadini e dei turisti.

 

Letto 1083 volte

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.