unci banner

:: Evidenza

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Reggio Calabria. Nel corso di una operazione effettuata nei giorni scorsi, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio, i militari della Capitaneria di porto di...

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Melito Porto Salvo. Nuova ordinanza di divieto di balneazione a Melito Porto Salvo. In data odierna il sindaco Giuseppe Meduri VISTA la comunicazione prot. 15.01.02...

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Reggio Calabria. Ieri, personale del Distaccamento di Polizia Stradale di Brancaleone ha tratto in arresto un 23enne di Locri, S.D., responsabile del reato di Omicidio...

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Pubblicato in Strade e Piazze Lunedì, 10 Luglio 2017 23:17

Fiumara è un borgo di 1.000 abitanti che sorge a 200 metri sul livello del mare, sulla collina alle spalle di Campo Calabro. Lo possiamo raggiungere a partire da due strade differenti, che però si congiungono in cima. La prima direttrice è quella che stiamo seguendo in questo avvio di rubrica, vale a dire la Strada Provinciale che da Villa San Giovanni conduce verso Campo Calabro; proseguendo su questa strada, molto panoramica verso la collina, si raggiunge Fiumara. La seconda strada è, praticamente, quella che comincia dalla Strada Statale n. 18,

in quel bivio in corrispondenza di una delle ultime curve che la “Nazionale” compie prima di distendersi verso Bolano, al confine con il territorio del Comune di Villa San Giovanni. Da qui comincia questa Via Consortile, che cammina lungo la sponda destra della Fiumara Catona, e sale verso la collina con il consueto paesaggio fatto di disordine urbanistico, di terreni incolti, di vecchie case che stanno a testimoniare di un passato agricolo misero e pieno di stenti.
La prima e la seconda strada si incontrano, dunque, in corrispondenza di uno stretto bivio; o forse è meglio chiamarlo trivio, perché in effetti le direzioni sono tre: verso giù, si scende verso Catona; verso sinistra si ritorna a Campo Calabro e verso destra si va verso Fiumara.
Dici Fiumara e dici Mino Reitano. C’è poco da fare: il riferimento con il cantante (7.12.1944 – 27.1.2009) è immediato. Qui era nato, qui tornava sempre ad incontrare gli amici del borgo. Nella sua produzione canora Fiumara entra più volte. La casa dove nacque Mino Reitano si trova nella frazione San Pietro, che è questa prima parte del paese che si incontra venendo dalla Provinciale, e dove si incontrano la Chiesa di San Pietro e quella della Madonna delle Grazie. Vicino alla casa dove nacque Reitano, nell’Ottobre del 2009 è stata inaugurata una piazza proprio a lui dedicata.
In effetti, nonostante Fiumara sia un borgo piccolino, pur tuttavia è suddiviso in quartieri. Oltre a questo di San Pietro, il nucleo storico del borgo è denominato Rione Terra, dove sorgono i ruderi del Castello Ruffo, l’antica Chiesa dell’Immacolata ed il Palazzo dei Catalani. La sede comunale è nella zona denominata San Nicola. Un’altra zona è intitolata a San Rocco.
Anche Fiumara fa parte di quel gruppo di Comuni che era stato assorbito dalla “Grande Reggio” nel 1927; nel 1933, in occasione della storica “marcia indietro” del Governo Mussolini con cui il provvedimento venne parzialmente ridimensionato e modificato, veniva trasferita come frazione del Comune di Villa San Giovanni, per poi riacquistare solamente nel 1948 la propria autonomia.
Attualmente Fiumara soffre di quella “malattia” comune a tutti questi borghi periferici: lo spopolamento e la perdita di identità in corrispondenza di un cambiamento sociale che ha determinato la fine della civiltà contadina ed il passaggio verso un terziario assistito, dove però si osserva sempre più una cronica carenza di servizi ed una intelligente programmazione. Basti pensare che al censimento del 1951, Fiumara contava 2.300 abitanti, vale a dire più del doppio di oggi. I fenomeni migratori hanno privato questo borgo, come altri, delle braccia giovani, determinandone il passaggio verso una fase di invecchiamento cui bisogna assolutamente porre rimedio.
La costituzione della nuova realtà amministrativa della Città Metropolitana, che si sostituisce e sovrappone alla Provincia, dovrà trovare la giusta soluzione al problema. Ma è altrettanto evidente che una ovvia strategia di crescita per il borgo di Fiumara dovrebbe passare attraverso la rivalutazione e la “utilizzazione” della figura di Mino Reitano, che non può essere ricordato solamente in occasione delle sagre estive di Agosto quando gli emigranti ritornano al paese, ma dovrebbe essere organizzato un grande centro raccolta documentazione biblioteca ascolto musica, tutto in rete a livello nazionale ed internazionale.

Prof. Giuseppe Cantarella

Reggio Calabria 10 luglio 2017

Letto 622 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli appuntamenti di oggi in città 19 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -alle ore 10 presso il Castello Aragonese si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2018 della #Ntc Summer League.
    -ore 10:30 palazzo Corrado Alvaro presentazione evento in programma a Riace nei giorni 28 e 29 luglio: Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro
    -Progetto pilota “Luci da dentro“ rivolto ai detenuti in un percorso che li vedrà tornare sui “banchi di scuola” per acquisire le procedure di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale riciclato. Le opere realizzate saranno esposte nel corso della presentazione del progetto presso la Camera di Commercio alle ore 11.00.

  • A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

    Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi di decisione.
    In questa direzione, un contributo importante è venuto dall’assemblea pubblica organizzata dalla stessa CRPO alla sala Monteleone di Palazzo Campanella con gli interventi della presidente Cinzia Nava, della consigliera regionale Flora Sculco, dell’on. Lella Golfo e del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

  • La Fata Morgana apre come da tradizione l'Ecojazz Festival 2018

    Torna a Reggio Calabria Ecojazz Festival, con la direzione artistica di Giovanni Laganà, dedicato alla memoria del giudice Antonino Scopelliti e a tutte le vittime per la giustizia. La manifestazione, che quest’anno l’associazione Art Blakey propone in partenariato con l’associazione Azimut Alta Formazione, è patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Città Metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria e per il secondo anno consecutivo avrà il parco Ecolandia come cornice. La Pinacoteca civica di Reggio Calabria ha ospitato la conferenza stampa apertasi con un video di presentazione degli artisti protagonisti dei concerti che, dall'1 al 7 agosto 2018, scandiranno questa ventisettesima edizione, sempre ricca di appuntamenti di rilievo internazionale.

  • Diego Galdino lo scrittore barista, alla Libreria Nuova Ave con "L’ultimo caffè della sera"

    Sarà il prossimo “Autore in Vetrina” per la rassegna letteraria organizzata dalla Libreria Nuova Ave, sabato 21 luglio. E’ stato definito il Nicholas Sparks italiano. Diego Galdino, dal bancone del bar di famiglia a fenomeno letterario con il romanzo “Il primo caffè del mattino”, che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo. Dal bestseller del 2013, sono seguite altre pubblicazioni e quest’anno torna con il romanzo “L’ultimo caffè della sera”, quello che potremo definire il “secondo capitolo” della storia di Massimo, il barista romano protagonista del romanzo che ci ha lasciati con un grande punto interrogativo. Lo abbiamo raggiunto prima dell’incontro di sabato per cercare di saperne di più del suo nuovo romanzo. Al bando ogni formalità, Diego Galdino abbatte la barriera del “lei” per preferire un più diretto e confidenziale “tu”. “Tra amici si usa così no?” ci dice.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 18 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: - La Pinacoteca civica ospiterà alle ore 10 la conferenza stampa di presentazione del programma della ventisettesima edizione di Ecojazz Festival, dedicato alla memoria del giudice Antonino Scopelliti e a tutte le vittime per la giustizia
    - alle ore 16,00, a Palazzo Campanella, è prevista un’Assemblea pubblica organizzata dalla CPO per chiedere con forza la calendarizzazione della legge per la doppia preferenza di genere”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.