unci banner

:: Evidenza

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

E' iniziato il lungo pomeriggio dell'Istituto "Piria". Sulla scalinata di Palazzo Campanella gli studenti, della scuola più antica di Reggio Calabria, protestano per dire "no"...

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato del "Piria": "In democrazia vale (?) il principio della maggioranza. Se gli studenti non scelgono il Ferraris bisognerebbe...

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Nella nottata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione ordinanza di applicazione di misura...

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Avrà inizio oggi e si concluderà il 25 gennaio la 110^ Settimana di preghiera per l'Unità dei Cristiani. L'iniziativa ecumenica si svolgerà nella città dello...

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

di Dominella Trunfio - “Ogni sera, prima di andare a dormire sento un solo coro: il vostro. Per questo, su questo palco, fino all’ultima goccia...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Pubblicato in Strade e Piazze Lunedì, 10 Luglio 2017 23:17

Fiumara è un borgo di 1.000 abitanti che sorge a 200 metri sul livello del mare, sulla collina alle spalle di Campo Calabro. Lo possiamo raggiungere a partire da due strade differenti, che però si congiungono in cima. La prima direttrice è quella che stiamo seguendo in questo avvio di rubrica, vale a dire la Strada Provinciale che da Villa San Giovanni conduce verso Campo Calabro; proseguendo su questa strada, molto panoramica verso la collina, si raggiunge Fiumara. La seconda strada è, praticamente, quella che comincia dalla Strada Statale n. 18,

in quel bivio in corrispondenza di una delle ultime curve che la “Nazionale” compie prima di distendersi verso Bolano, al confine con il territorio del Comune di Villa San Giovanni. Da qui comincia questa Via Consortile, che cammina lungo la sponda destra della Fiumara Catona, e sale verso la collina con il consueto paesaggio fatto di disordine urbanistico, di terreni incolti, di vecchie case che stanno a testimoniare di un passato agricolo misero e pieno di stenti.
La prima e la seconda strada si incontrano, dunque, in corrispondenza di uno stretto bivio; o forse è meglio chiamarlo trivio, perché in effetti le direzioni sono tre: verso giù, si scende verso Catona; verso sinistra si ritorna a Campo Calabro e verso destra si va verso Fiumara.
Dici Fiumara e dici Mino Reitano. C’è poco da fare: il riferimento con il cantante (7.12.1944 – 27.1.2009) è immediato. Qui era nato, qui tornava sempre ad incontrare gli amici del borgo. Nella sua produzione canora Fiumara entra più volte. La casa dove nacque Mino Reitano si trova nella frazione San Pietro, che è questa prima parte del paese che si incontra venendo dalla Provinciale, e dove si incontrano la Chiesa di San Pietro e quella della Madonna delle Grazie. Vicino alla casa dove nacque Reitano, nell’Ottobre del 2009 è stata inaugurata una piazza proprio a lui dedicata.
In effetti, nonostante Fiumara sia un borgo piccolino, pur tuttavia è suddiviso in quartieri. Oltre a questo di San Pietro, il nucleo storico del borgo è denominato Rione Terra, dove sorgono i ruderi del Castello Ruffo, l’antica Chiesa dell’Immacolata ed il Palazzo dei Catalani. La sede comunale è nella zona denominata San Nicola. Un’altra zona è intitolata a San Rocco.
Anche Fiumara fa parte di quel gruppo di Comuni che era stato assorbito dalla “Grande Reggio” nel 1927; nel 1933, in occasione della storica “marcia indietro” del Governo Mussolini con cui il provvedimento venne parzialmente ridimensionato e modificato, veniva trasferita come frazione del Comune di Villa San Giovanni, per poi riacquistare solamente nel 1948 la propria autonomia.
Attualmente Fiumara soffre di quella “malattia” comune a tutti questi borghi periferici: lo spopolamento e la perdita di identità in corrispondenza di un cambiamento sociale che ha determinato la fine della civiltà contadina ed il passaggio verso un terziario assistito, dove però si osserva sempre più una cronica carenza di servizi ed una intelligente programmazione. Basti pensare che al censimento del 1951, Fiumara contava 2.300 abitanti, vale a dire più del doppio di oggi. I fenomeni migratori hanno privato questo borgo, come altri, delle braccia giovani, determinandone il passaggio verso una fase di invecchiamento cui bisogna assolutamente porre rimedio.
La costituzione della nuova realtà amministrativa della Città Metropolitana, che si sostituisce e sovrappone alla Provincia, dovrà trovare la giusta soluzione al problema. Ma è altrettanto evidente che una ovvia strategia di crescita per il borgo di Fiumara dovrebbe passare attraverso la rivalutazione e la “utilizzazione” della figura di Mino Reitano, che non può essere ricordato solamente in occasione delle sagre estive di Agosto quando gli emigranti ritornano al paese, ma dovrebbe essere organizzato un grande centro raccolta documentazione biblioteca ascolto musica, tutto in rete a livello nazionale ed internazionale.

Prof. Giuseppe Cantarella

Reggio Calabria 10 luglio 2017

Letto 309 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli appuntamenti di oggi in città 18 gennaio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: - workshop dal titolo “Come selezionare le risorse umane”, dalle ore 10.30 alle ore 18.00, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria
    - alle ore 15 presso l’aula D3  dell’Università “Mediterranea” salita Melissari  sarà  presentato la 4° edizione del  Corso e workshop in  Europrogettazione avanzato di 32 o 80 ore +stage.

  • Al MuStruMu, Demetrio Spagna racconta i "Migranti"

    Presso il Museo dello Strumento Musicale, in collaborazione con il Rhegium Julii, la nuova fatica letteraria di Demetrio Spagna, Fondatore e Presidente del MuStruMu, dal titolo "Migranti" edito da Città del Sole Edizioni. Il libro è una raccolta di riflessioni sulle proprie esperienze con i migranti accolti nei centri che ha visitato, di come la città di Reggio abbia accolto a braccia aperte tutti quelli meno fortunati, quelli costretti a fuggire dagli affetti per colpa delle guerre, che grazie anche alla musica sono riusciti a ritrovare la loro identità, e dignità di persone.

  • No all'accorpamento della Radice-Alighieri, il Piria torna in piazza

    La Regione Calabria boccia nei fatti l'ipotesi di accorpamento del plesso di Rosalì (I.C. Radice-Alighieri) all' I. C. Campo Calabro - San Roberto, secondo quanto progettato dalla Città Metropolitana. L’annuncio questo pomeriggio dalla voce del segretario questore Giuseppe Neri. Intanto domani i ragazzi del Piria potrebbero tornare a manifestare questa volta davanti Palazzo Campanella in occasione del Consiglio regionale per chiedere l’intervento di Oliverio che però a conti fatti poco può considerata l’assoluta competenza in materia della MetroCity

  • Nasce la Rete dei Licei Artistici dell’Area Metropolitana dello Stretto

    Utopia, sino a qualche decennio fa, l’idea che le due città che si affacciano sullo Stretto, potessero un giorno, non solo collaborare, ma creare una rete che coinvolge la scuola. E’ stato firmato, questa mattina, presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio l’accordo per l’istituzione della Rete dei Licei Artistici Statali dell’Area Metropolitana dello Stretto, che prevede tra i suoi partner istituzionali, il Comune di Reggio Calabria ed il Comune di Messina. Una rete che andrà a creare un percorso preferenziale tra le diverse scuole per rappresentare le esigenze delle stesse presso il Miur, il Mibact, la Regione e gli Enti locali, le Università, le Soprintendenze ai Beni Culturali Archeologici, Artistici e presso tutti gli organismi pubblici e privati direttamente interessati alla promozione del territorio dell’Area Metropolitana dello Stretto.

  • Minori stranieri non accompagnati: al via a Reggio il progetto Just

    La Prefettura di Reggio Calabria è una delle cinque Prefetture italiane a far parte di progetto di ampio respiro: il Progetto Just, promosso dall’Associazione Telefono Azzurro Onlus e cofinanziato dalla Commissione Europea.
    Proprio stamane, presso il Salone degli Stemmi, si è tenuta la Tavola Rotonda sul tema del rafforzamento della tutela e della protezione dei minori stranieri non accompagnati, verso cui il progetto sperimentale suddetto si rivolge.
    Milano, Treviso, Napoli, Ragusa rientrano in questa importante rete: “Reggio Calabria per noi rappresenta una grande sfida – ha affermato il Prof. Ernesto Caffo, fondatore e presidente di Telefono Azzurro –

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.