unci banner

:: Evidenza

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Dopo una settimana di “voci di corridoio” la città apprende dalla rete ribattendo una notizia apparsa su Gazzetta del Sud, che all’assessore Angela Marcianò sono...

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Sulla vicenda del ritiro della delega di assessore ai lavori pubblici ad Angela Marcianò, riceviamo e pubblichiamo la riflessione di Tilde Minasi, ex consigliere regionale...

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Ritorno al passato. Con 18.533 voti, il popolo amaranto ha scelto la storia e la tradizione: maglia amaranto con colletto e pantaloncini bianchi. Uno stile...

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e...

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Le realtà che hanno dato vita alla ‘Rete Restiamo Umani’ intendono presentare alla città di Reggio Calabria una visione del fenomeno migratorio che possa unire...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Fiumara di Muro

Pubblicato in Strade e Piazze Lunedì, 10 Luglio 2017 23:17

Fiumara è un borgo di 1.000 abitanti che sorge a 200 metri sul livello del mare, sulla collina alle spalle di Campo Calabro. Lo possiamo raggiungere a partire da due strade differenti, che però si congiungono in cima. La prima direttrice è quella che stiamo seguendo in questo avvio di rubrica, vale a dire la Strada Provinciale che da Villa San Giovanni conduce verso Campo Calabro; proseguendo su questa strada, molto panoramica verso la collina, si raggiunge Fiumara. La seconda strada è, praticamente, quella che comincia dalla Strada Statale n. 18,

in quel bivio in corrispondenza di una delle ultime curve che la “Nazionale” compie prima di distendersi verso Bolano, al confine con il territorio del Comune di Villa San Giovanni. Da qui comincia questa Via Consortile, che cammina lungo la sponda destra della Fiumara Catona, e sale verso la collina con il consueto paesaggio fatto di disordine urbanistico, di terreni incolti, di vecchie case che stanno a testimoniare di un passato agricolo misero e pieno di stenti.
La prima e la seconda strada si incontrano, dunque, in corrispondenza di uno stretto bivio; o forse è meglio chiamarlo trivio, perché in effetti le direzioni sono tre: verso giù, si scende verso Catona; verso sinistra si ritorna a Campo Calabro e verso destra si va verso Fiumara.
Dici Fiumara e dici Mino Reitano. C’è poco da fare: il riferimento con il cantante (7.12.1944 – 27.1.2009) è immediato. Qui era nato, qui tornava sempre ad incontrare gli amici del borgo. Nella sua produzione canora Fiumara entra più volte. La casa dove nacque Mino Reitano si trova nella frazione San Pietro, che è questa prima parte del paese che si incontra venendo dalla Provinciale, e dove si incontrano la Chiesa di San Pietro e quella della Madonna delle Grazie. Vicino alla casa dove nacque Reitano, nell’Ottobre del 2009 è stata inaugurata una piazza proprio a lui dedicata.
In effetti, nonostante Fiumara sia un borgo piccolino, pur tuttavia è suddiviso in quartieri. Oltre a questo di San Pietro, il nucleo storico del borgo è denominato Rione Terra, dove sorgono i ruderi del Castello Ruffo, l’antica Chiesa dell’Immacolata ed il Palazzo dei Catalani. La sede comunale è nella zona denominata San Nicola. Un’altra zona è intitolata a San Rocco.
Anche Fiumara fa parte di quel gruppo di Comuni che era stato assorbito dalla “Grande Reggio” nel 1927; nel 1933, in occasione della storica “marcia indietro” del Governo Mussolini con cui il provvedimento venne parzialmente ridimensionato e modificato, veniva trasferita come frazione del Comune di Villa San Giovanni, per poi riacquistare solamente nel 1948 la propria autonomia.
Attualmente Fiumara soffre di quella “malattia” comune a tutti questi borghi periferici: lo spopolamento e la perdita di identità in corrispondenza di un cambiamento sociale che ha determinato la fine della civiltà contadina ed il passaggio verso un terziario assistito, dove però si osserva sempre più una cronica carenza di servizi ed una intelligente programmazione. Basti pensare che al censimento del 1951, Fiumara contava 2.300 abitanti, vale a dire più del doppio di oggi. I fenomeni migratori hanno privato questo borgo, come altri, delle braccia giovani, determinandone il passaggio verso una fase di invecchiamento cui bisogna assolutamente porre rimedio.
La costituzione della nuova realtà amministrativa della Città Metropolitana, che si sostituisce e sovrappone alla Provincia, dovrà trovare la giusta soluzione al problema. Ma è altrettanto evidente che una ovvia strategia di crescita per il borgo di Fiumara dovrebbe passare attraverso la rivalutazione e la “utilizzazione” della figura di Mino Reitano, che non può essere ricordato solamente in occasione delle sagre estive di Agosto quando gli emigranti ritornano al paese, ma dovrebbe essere organizzato un grande centro raccolta documentazione biblioteca ascolto musica, tutto in rete a livello nazionale ed internazionale.

Prof. Giuseppe Cantarella

Reggio Calabria 10 luglio 2017

Letto 59 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

    Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e legalità:  Apprendo solo stamattina dalla Gazzetta del Sud  che oggi mi sono state ritirate le deleghe da Assessore di questa città! Voglio salutarvi con un pensiero quasi "premonitore"  che mi è arrivato ieri in tarda serata da uno dei tanti concittadini che ho avuto la fortuna  di conoscere e di apprezzare in questo difficile percorso. Vi voglio bene. Grazie da parte mia e del mio bimbo che ormai sta per nascere a tutti coloro che hanno voluto sostenermi come una vera Famiglia:

  • Gli appuntamenti di oggi in città 22 luglio 2017

    Gli appuntamenti di oggi in città: -“Ricicla Estate 2017” nei locali del Circolo Velico dalle ore 10 alle ore 12 con giochi attivi di laboratorio per i ragazzi e i genitori
    -alle ore 17:30 verrà inaugurato il piazzale ex Anas di Gambarie, riqualificato dall'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte

  • CalabriaPostTg 21 luglio 2017: le notizie di oggi

    A un anno dal taglio del nastro, il progetto Filoxenia traccia il suo primo bilancio tra impegno e traguardi raggiunti. Davide Enia presenta in Arcivescovado i suoi "Appunti per un naufragio". A palazzo Corrado Alvaro incontro dell'Anpi per raccontare la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati. Gran finale in piazza Castello per il FaMag con il concerto di Sarah Jane Morris

  • Bilancio impegnativo quanto positivo per il progetto Filoxenia

    «Dare il benvenuto». Può sembrare un messaggio scontato, ma così non è. Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare sono le direttrici verbali (e fattuali) che hanno condotto il primo anno di azione dell'Ats Filoxenia; un anno di impegno nel «farsi casa» per tutti quei minori stranieri non accompagnati che approdano alla banchina del porto di Reggio Calabria.

  • L'Anpi porta a Palazzo Alvaro la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati

    Presso la Sala “Francesco Perri” del Palazzo “Corrado Avaro” (Palazzo Storico della Provincia) in Piazza Italia, si è parlato di disabilità e diritti negati, con l'incontro: "I diritti negati, la storia di Antonio Maria". L'iniziativa, fortemente voluta dall'ANPI parte dalla storia di un bambino, di 7 anni con gravi disabilità, che si è visto negare il proprio diritto allo studio e di frequentare i bambini della sua età. L'ANPI si è interessata al caso, “in quanto la nostra costituzione, porta tra i suoi numerosi articoli anche quelli a difesa delle persone più deboli, cercando di rimediare con la legge

logo cp bucato

Copyright © 2016 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.
Comitato di redazione
Gianluca Del Gaiso, Valentina Raffa