unci banner

:: Evidenza

Ad Africo Antico la prima giornata di "Gente in Aspromonte", per una nuova narrazione della Calabria

Ad Africo Antico la prima giornata di "Gente in Aspromonte", per una nuova narrazione della Calabria

E' ad Africo antico, nel cuore dell'Aspromonte, la splendida montagna selvaggia e incontaminata della Calabria che, alta, affaccia sul Mediterraneo, luogo di straordinaria bellezza, primordiale,...

"Lo Stretto Sostenibile" in prima assoluta il 24 Luglio al Face Festival di Ecolandia

"Lo Stretto Sostenibile" in prima assoluta il 24 Luglio al Face Festival di Ecolandia

Un documentario che, tra passato, presente e futuro, racconta le bellezze e le potenzialità del comprensorio di Catona, Arghillà e della Vallata del Gallico. E’...

“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

“Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

È stato presentato stamane, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il progetto pilota “Luci da dentro”, che vuole offrire ai detenuti...

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Reggio Calabria. Nel corso di una operazione effettuata nei giorni scorsi, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio, i militari della Capitaneria di porto di...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Sant'Eufemia d'Aspromonte

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Sant'Eufemia d'Aspromonte

Pubblicato in Strade e Piazze Venerdì, 18 Agosto 2017 15:13

Sant’Eufemia d’Aspromonte è un Comune di poco più di 4.000 abitanti, il cui territorio si estende su di una superficie di circa 33 kmq., per una densità media di poco superiore ai 120 abitanti per chilometro quadrato. Si trova ad un’altitudine di 450 metri sul livello del mare, per cui le temperature sono gradevolmente fresche in estate, ma abbastanza fredde in inverno, quando nevica anche, per cui i caminetti vanno a tutta legna, e gli anziani si coprono con pesanti vestiti di lana.

Molti uomini portano la tradizionale coppola di lana, e le donne quegli scialli fatti a mano. Il braciere viene ancora usato.
Il paese si raggiunge facilmente. Per chi provenga da Reggio Calabria, con il nuovo tracciato dell’Autostrada del Mediterraneo A2, lo svincolo è quello denominato “Bagnara Calabra” che immette, per un buon tratto, sulla Strada Statale n. 18, in direzione Bagnara Calabra, appunto. Dopo qualche chilometro, sulla sinistra, ecco il bivio per l’innesto con la Strada Statale n. 112, che oggi per la verità ha assunto la nuova denominazione di Strada Provinciale n. 2 ed è passata sotto la competenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La strada sale attraversando, subito, l’abitato di Pellegrina, che come abbiamo visto lo scorso appuntamento, è una frazione del Comune di Bagnara Calabra; poi, prosegue attraversando un meraviglioso bosco che, soprattutto in estate, è davvero gradevole attraversare in automobile con i finestrini aperti a respirare fresco ossigeno. Poi, dopo avere superato il “vecchio” svincolo autostradale, la strada continua a salire. Qualche chilometro, e si giunge a Sant’Eufemia d’Aspromonte.
Colpisce subito il visitatore la regolarità delle strade, che delimitano isolati dalla forma quadrata o rettangolare. In effetti, in pianta Sant’Eufemia d’Aspromonte appare assai simile ad una scacchiera. Si tratta di una delle città “ricostruite” dopo il terremoto del 1783, che proprio qui vicino aveva avuto il suo epicentro.
Il paese appare come un grande bazar, come un unico centro commerciale, pieno di negozi e di attività. Subito, sulla Via Vittorio Veneto, sulla sinistra, ricordiamo l’esistenza, fin dagli anni ’70, de “La Centrale della Moda”, un grandissimo centro commerciale di abbigliamento di buona qualità a buon prezzo che attirava molta clientela, soprattutto la domenica visto che era aperto e diventava, così, un’occasione per una gita fuori porta. Non mancano le piccole botteghe di generi alimentari, dove acquistare prodotti tipici, ed ottimi panifici dove è consigliabile acquistare lo squisito pane di grano buono come una volta…
Il centro di Sant’Eufemia d’Aspromonte gravita certamente intorno a Piazza della Libertà, dove c’è la sede municipale, ospitata in un edificio moderno che, per la verità, a nostro giudizio, male si integra nella sua estetica con il contesto antico degli altri edifici circostanti. La piazza è lambita dalla Via Giuseppe Garibaldi che va in salita e conduce ad un interessante monumento: una sorta di cappelletta dedicata ai Caduti della Prima Guerra Mondiale, con l’immancabile lapide sulla quale sono riportati i nomi dei cittadini soldati deceduti. Il monumento è stato realizzato negli anni ’50.
Numerose sono le chiese che si trovano in questo paese (la chiesa dedicata alla Santa patrona, Eufemia, appunto; e poi la chiesa consacrata a Maria Santissima delle Grazie, ed altre ancora), ma nessuna di esse risulta interessante sotto il profilo artistico od architettonico, e non conservano opere d’arte di valore. Fra i monumenti religiosi, interessante ci appare “Le Tre Croci” , che qui viene chiamato anche “Il Calvario” , e che si trova lungo la Via Roma, espressione della religiosità popolare.
Un’ultima curiosità. Per tanto tempo Sant’Eufemia d’Aspromonte era collegata a Gioia Tauro attraverso il vecchio tracciato della Ferrovia Calabro Lucana. La Via Stazione conserva ancora il nome dello scalo ferroviario, per un collegamento su rotaia che ormai non esiste più. Ma è possibile ancora ammirare uno storico, spettacolare, meraviglioso ponte in ferro realizzato negli anni ’20 del Novecento, che serviva per superare uno strapiombo prima di arrivare in paese. Recentemente si era diffusa l’idea della demolizione, ma alcune associazioni hanno protestato in maniera efficace per consentire di salvare questo splendido monumento di archeologia industriale.

Prof. Giuseppe Cantarella

RC 18 agosto 2017

Letto 535 volte

Articoli correlati (da tag)

  • “Luci da dentro”: il carcere visto come riscatto sociale nel rispetto per l’ambiente

    È stato presentato stamane, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria, il progetto pilota “Luci da dentro”, che vuole offrire ai detenuti una speranza di riscatto sociale nel lavoro in un processo di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale di riciclo. Rieducazione civica e salvaguardia dell’ambiente: è il duplice obiettivo che il progetto si pone, sviluppato in collaborazione tra la Casa Circondariale di Reggio Calabria, la Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Lega dei Diritti Umani (LIDU).

  • Presentata la Festa dei Popoli e del Lavoro di Riace: il 28 e 29 luglio

    Presentata questa mattina a palazzo Corrado Alvaro la due giorni in programma il prossimi 28 e 29 luglio a Riace, dal titolo "Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro". Un appuntamento organizzato dalla Cgil e che ha visto raccogliere il suo appello tra gli altri dall'Arci

  • In piazza Castello la tappa reggina della NTC Summer League 2018

    Presentata questa mattina la tappa reggina della NTC Summer League in programma questo fine settimana nel piazzale alle spalle del Castello Aragonese davanti il Tribunale. Sport ma non solo per un appuntamento che come sempre vede già ai nastri di partenza tanta partecipazione ed entusiasmo.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 19 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -alle ore 10 presso il Castello Aragonese si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2018 della #Ntc Summer League.
    -ore 10:30 palazzo Corrado Alvaro presentazione evento in programma a Riace nei giorni 28 e 29 luglio: Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro
    -Progetto pilota “Luci da dentro“ rivolto ai detenuti in un percorso che li vedrà tornare sui “banchi di scuola” per acquisire le procedure di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale riciclato. Le opere realizzate saranno esposte nel corso della presentazione del progetto presso la Camera di Commercio alle ore 11.00.

  • A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

    Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi di decisione.
    In questa direzione, un contributo importante è venuto dall’assemblea pubblica organizzata dalla stessa CRPO alla sala Monteleone di Palazzo Campanella con gli interventi della presidente Cinzia Nava, della consigliera regionale Flora Sculco, dell’on. Lella Golfo e del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.