:: Evidenza

Maltempo, disservizi idrici nella zona sud per l'esondazione del Tuccio

Maltempo, disservizi idrici nella zona sud per l'esondazione del Tuccio

A causa dell'esondazione del torrente Tuccio, in località di Musupuniti di Melito Porto Salvo, è stata divelta la condotta di Sorical. I lavori di ripristino a cura di Sorical sono in corso. La loro complessità...

Conclusa la 42° edizione del concorso nazionale per flauto e musica d’insieme Francesco Cilea

Conclusa la 42° edizione del concorso nazionale per flauto e musica d’insieme Francesco Cilea

Si è concluso nella serata di sabato 13 ottobre la 42° edizione del Concorso Nazionale per flauto e musica d'insieme Francesco Cilea. Presso l'auditorium della Santa Famiglia, un pubblico numeroso ha assistito al concerto dei...

La Reggina batte il Siracusa e conquista il successo con la rete di Franchini (1-0)

La Reggina batte il Siracusa e conquista il successo con la rete di Franchini (1-0)

Reggio Calabria. Seconda vittoria stagionale per la Reggina che al “Marco Lorenzon” di Rende supera il Siracusa. La rete dei tre punti la realizza Franchini su assist di Ungaro. Il tabellino della gara:

Gioia Tauro. Il Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018

Gioia Tauro. Il Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018

Reggio Calabria. Il “Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018 di Gioia Tauro. Glamour, lusso, eleganza, stile e charme questi gli ingredienti dell’esclusivo evento, organizzato dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer, che ha sancito...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Sant'Eufemia d'Aspromonte

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Sant'Eufemia d'Aspromonte

Pubblicato in Strade e Piazze Venerdì, 18 Agosto 2017 15:13

Sant’Eufemia d’Aspromonte è un Comune di poco più di 4.000 abitanti, il cui territorio si estende su di una superficie di circa 33 kmq., per una densità media di poco superiore ai 120 abitanti per chilometro quadrato. Si trova ad un’altitudine di 450 metri sul livello del mare, per cui le temperature sono gradevolmente fresche in estate, ma abbastanza fredde in inverno, quando nevica anche, per cui i caminetti vanno a tutta legna, e gli anziani si coprono con pesanti vestiti di lana.

Molti uomini portano la tradizionale coppola di lana, e le donne quegli scialli fatti a mano. Il braciere viene ancora usato.
Il paese si raggiunge facilmente. Per chi provenga da Reggio Calabria, con il nuovo tracciato dell’Autostrada del Mediterraneo A2, lo svincolo è quello denominato “Bagnara Calabra” che immette, per un buon tratto, sulla Strada Statale n. 18, in direzione Bagnara Calabra, appunto. Dopo qualche chilometro, sulla sinistra, ecco il bivio per l’innesto con la Strada Statale n. 112, che oggi per la verità ha assunto la nuova denominazione di Strada Provinciale n. 2 ed è passata sotto la competenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La strada sale attraversando, subito, l’abitato di Pellegrina, che come abbiamo visto lo scorso appuntamento, è una frazione del Comune di Bagnara Calabra; poi, prosegue attraversando un meraviglioso bosco che, soprattutto in estate, è davvero gradevole attraversare in automobile con i finestrini aperti a respirare fresco ossigeno. Poi, dopo avere superato il “vecchio” svincolo autostradale, la strada continua a salire. Qualche chilometro, e si giunge a Sant’Eufemia d’Aspromonte.
Colpisce subito il visitatore la regolarità delle strade, che delimitano isolati dalla forma quadrata o rettangolare. In effetti, in pianta Sant’Eufemia d’Aspromonte appare assai simile ad una scacchiera. Si tratta di una delle città “ricostruite” dopo il terremoto del 1783, che proprio qui vicino aveva avuto il suo epicentro.
Il paese appare come un grande bazar, come un unico centro commerciale, pieno di negozi e di attività. Subito, sulla Via Vittorio Veneto, sulla sinistra, ricordiamo l’esistenza, fin dagli anni ’70, de “La Centrale della Moda”, un grandissimo centro commerciale di abbigliamento di buona qualità a buon prezzo che attirava molta clientela, soprattutto la domenica visto che era aperto e diventava, così, un’occasione per una gita fuori porta. Non mancano le piccole botteghe di generi alimentari, dove acquistare prodotti tipici, ed ottimi panifici dove è consigliabile acquistare lo squisito pane di grano buono come una volta…
Il centro di Sant’Eufemia d’Aspromonte gravita certamente intorno a Piazza della Libertà, dove c’è la sede municipale, ospitata in un edificio moderno che, per la verità, a nostro giudizio, male si integra nella sua estetica con il contesto antico degli altri edifici circostanti. La piazza è lambita dalla Via Giuseppe Garibaldi che va in salita e conduce ad un interessante monumento: una sorta di cappelletta dedicata ai Caduti della Prima Guerra Mondiale, con l’immancabile lapide sulla quale sono riportati i nomi dei cittadini soldati deceduti. Il monumento è stato realizzato negli anni ’50.
Numerose sono le chiese che si trovano in questo paese (la chiesa dedicata alla Santa patrona, Eufemia, appunto; e poi la chiesa consacrata a Maria Santissima delle Grazie, ed altre ancora), ma nessuna di esse risulta interessante sotto il profilo artistico od architettonico, e non conservano opere d’arte di valore. Fra i monumenti religiosi, interessante ci appare “Le Tre Croci” , che qui viene chiamato anche “Il Calvario” , e che si trova lungo la Via Roma, espressione della religiosità popolare.
Un’ultima curiosità. Per tanto tempo Sant’Eufemia d’Aspromonte era collegata a Gioia Tauro attraverso il vecchio tracciato della Ferrovia Calabro Lucana. La Via Stazione conserva ancora il nome dello scalo ferroviario, per un collegamento su rotaia che ormai non esiste più. Ma è possibile ancora ammirare uno storico, spettacolare, meraviglioso ponte in ferro realizzato negli anni ’20 del Novecento, che serviva per superare uno strapiombo prima di arrivare in paese. Recentemente si era diffusa l’idea della demolizione, ma alcune associazioni hanno protestato in maniera efficace per consentire di salvare questo splendido monumento di archeologia industriale.

Prof. Giuseppe Cantarella

RC 18 agosto 2017

Letto 699 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Accadde questa settimana dal 15 al 21 ottobre

     Il 15 ottobre del  1990 il leader dell'Unione Sovietica, Michail Gorbačëv, riceve il Premio Nobel per la pace, per i suoi sforzi nello smorzare la Guerra Fredda e nell'aprire la sua nazione. Il 16 ottobre del  1923 Walt e Roy Oliver Disney fondano la Walt Disney Company. Il 17 ottobre del  1931 Al Capone viene condannato per evasione fiscale. Il 18 ottobre del 1975 in Italia nasce ufficialmente il Fondo per l'Ambiente Italiano (FAI). Il 19 ottobre del  2007 a Roma l'acqua di Fontana di Trevi si colora di rosso. Si tratta della performance futurista di Graziano Cecchini, artista italiano, facente parte del gruppo di avanguardia artistica neo-futurista.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 15 ottobre 2018

    Gli appuntamenti di oggi: -Il convegno accademico dal titolo “Luoghi e tempi del recupero della memoria nell’area mediterranea” si svolgerà alle 14.45 presso il palazzo Alvaro, sala F. Perri e vedrà impegnati a relazionare illustri docenti universitari e professionisti

    - con inizio alle ore 16, presso l’Università della Terza Età, sita in via Willermin n.10 l’avvio del corso gratuito di formazione aspiranti volontari ospedalieri AVO

  • Scuole chiuse a Reggio Calabria oggi lunedì 15 ottobre 2018 per aggravamento Allerta meteo

    Scuola chiuse oggi lunedì 15 ottobre 2018 a Reggio Calabria per l'aggravamento dell'allerta meteo, ora di livello ROSSO.

  • Esordio della Viola al PalaCalafiore: la vittoria è di casa

    di Tatiana Muraca - Primo match casalingo della Viola per questa nuova stagione: si gioca contro la più quotata Palestrina. Dagli strascichi di Matera, i neroarancio partono al PalaCalafiore più consapevoli e vincono 81-64. Primo quarto: buon avvio di partita per i ragazzi di coach Mecacci: il tabellone è tutto per loro, anche se i romani tengono botta in difesa e grazie alla fisicità dei lunghi riescono a chiudere avanti. (16-20) Secondo quarto: Riparte con il freno a mano tirato la Viola, ma grazie ad un ottimo Mastroianni la squadra si porta in vantaggio al settimo minuto del secondo quarto (28-25). I neroarancio cominciano a pressare con il buon gioco anche di Nobile e Fallucca; quest’ultimo a metà del quarto, con una tripla fa esplodere il PalaCalafiore (35-27). Lo segue Mastroianni, distintosi sin da inizio partita, e la Viola chiude in vantaggio. (45-42).

  • Reggina: si torna a parlare di calcio giocato, a Rende a porte chiuse contro il Siracusa

    Non sembra vero ma c’è anche il calcio giocato per la Reggina vittima delle turbolenze di questa stagione, cominciata con buoni propositi e che al momento è peggiore della precedente. Dall’esclusione dal Sant’Agata e quindi la necessità di trovare un campo di allenamento (per fortuna c’è l’ospitalità di Gallico) alla chiusura del Granillo per i problemi alla copertura della tribuna all’ormai famigerata fideiussione presentata in tempi utili ma invalidata dalla lega dopo lo stop alla società che l’aveva emessa: un problema dietro l’altro per la Reggina che, a dire il vero, non risponde nemmeno in campo dopo le “batoste” delle prime giornate, se si eccettua il successo sul Bisceglie.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.