unci banner

:: Evidenza

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

E' iniziato il lungo pomeriggio dell'Istituto "Piria". Sulla scalinata di Palazzo Campanella gli studenti, della scuola più antica di Reggio Calabria, protestano per dire "no"...

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato del "Piria": "In democrazia vale (?) il principio della maggioranza. Se gli studenti non scelgono il Ferraris bisognerebbe...

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Nella nottata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione ordinanza di applicazione di misura...

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Avrà inizio oggi e si concluderà il 25 gennaio la 110^ Settimana di preghiera per l'Unità dei Cristiani. L'iniziativa ecumenica si svolgerà nella città dello...

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

di Dominella Trunfio - “Ogni sera, prima di andare a dormire sento un solo coro: il vostro. Per questo, su questo palco, fino all’ultima goccia...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Santa Cristina d'Aspromonte

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Santa Cristina d'Aspromonte

Pubblicato in Strade e Piazze Lunedì, 06 Novembre 2017 19:07
Strade e Piazze della Città Metropolitana: Santa Cristina d'Aspromonte foto da wikipedia

Proseguendo sulla ex S.S. 112, oggi Strada Provinciale n. 2, dopo avere lasciato Scido, giungiamo a Santa Cristina d’Aspromonte. Scarsi 1.000 abitanti, ad un’altitudine di 500 metri sul livello del mare, su di una superficie comunale di poco superiore ai 23 chilometri quadrati, per una densità che si aggira intorno ai 40 abitanti per chilometro quadrato. Compresa la frazione di Lubrichi, che sorge a metà strada fra Cosoleto e Santa Cristina d’Aspromonte,e che è raggiungibile prendendo a sinistra, al bivio dopo Scido.

La prima strada importante di attraversamento del borgo è intitolata a Francesco Gangemi, che fu sacerdote e professore di lettere, fondatore della ProLoco. In fondo a questa strada, un gruppo di case dove le strade sono intitolate tutte secondo il criterio della Prima Guerra Mondiale: abbiamo, quindi, Via Cesare Battisti, Via Armando Diaz, Via Fiume e Via Piave, segno di attenzione verso la toponomastica comunale.
Come spesso capita in questi centri, la Strada Provinciale finisce col diventare la via più importante del paese: a Santa Cristina d’Aspromonte accade che vi si apre una gradevole piazza, intitolata a Vittorio Emanuele Secondo, sulla quale si ammira il Monumento ai Caduti opera dello scultore di Oppido Mamertina Concesso Barca (1877 – 1968), artista le cui opere si ammirano anche a Reggio Calabria e sulla cui produzione andrebbe realizzato uno studio specifico poiché lo merita.
Subito dietro, la Torre dell’Orologio, edificio costruito nell’800. Dall’altro lato, Palazzo Longo – Mazzapica, ed anche questo edificio di pregevole fattura architettonica, è dell’800 e risulta essere il primo ricostruito dopo il terremo del 1783. E questo è il centro storico del paese.
In fondo a Corso Umberto Primo si può ammirare il Monumento in onore agli Emigrati, che costituisce un vero capolavoro, dal momento che si tratta di un globo, con accanto una statua della Madonna, il tutto incastonato in un bastione che si affaccia sulla curva, con una serie di scalinate che ne ingentiliscono ed impreziosiscono l’architettura. E’ stata riportata una espressione del poeta Vincenzo Cardarelli (1887 – 1959) : “E dopo tanto errare godo in te ritrovarmi, terra mia, di cui porto l’immortal febbre nel sangue”.
L’emigrazione … abbiamo già altre volte sottolineato come questo fenomeno abbia inciso sulle sorti di questi borghi ormai lontani dai centri funzionali di attrazione, che qui sono rappresentati dai centri della Piana quali Palmi o Gioia Tauro. Basti pensare che al censimento del 1951, Santa Cristina d’Aspromonte aveva più di 3.000 abitanti (3.125, per la precisione), molti dei quali hanno lasciato (hanno dovuto lasciare) la propria terra per emigrare al Nord Italia, od in Europa, od in America, od in Australia.
Anche se, guardando intorno, lo sguardo spazia su di una meravigliosa campagna che oggi, se correttamente coltivata e gestita, potrebbe dare agli agricoltori ed agli imprenditori qualche soddisfazione di carattere economico con la valorizzazione dei prodotti tipici, a cominciare dallo squisito e pregiato olio extravergine di oliva, magari con lo strumento consortile cooperativo.
Ma pensiamo anche al turismo. Afferente a Santa Cristina d’Aspromonte è la località di Zervò. Qui venne costruito, all’inizio degli anni Venti, il Sanatorio Antitubercolare, che funzionò, tuttavia, solamente tre anni a causa delle difficoltà sopravvenute per le rigide condizioni meteorologiche invernali del luogo, i problemi logistici e l'elevato grado di mortalità riscontrato in quei pochi anni di attività. Dopo varie vicissitudini quelle strutture, ristrutturate, sono oggi utilizzate in concessione da una delle Comunità Incontro di Don Pierino Gelmini.

Prof. Giuseppe Cantarella

Rc 6 novembre 2017

Letto 173 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli appuntamenti di oggi in città 18 gennaio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: - workshop dal titolo “Come selezionare le risorse umane”, dalle ore 10.30 alle ore 18.00, presso la sede della Camera di Commercio di Reggio Calabria
    - alle ore 15 presso l’aula D3  dell’Università “Mediterranea” salita Melissari  sarà  presentato la 4° edizione del  Corso e workshop in  Europrogettazione avanzato di 32 o 80 ore +stage.

  • Al MuStruMu, Demetrio Spagna racconta i "Migranti"

    Presso il Museo dello Strumento Musicale, in collaborazione con il Rhegium Julii, la nuova fatica letteraria di Demetrio Spagna, Fondatore e Presidente del MuStruMu, dal titolo "Migranti" edito da Città del Sole Edizioni. Il libro è una raccolta di riflessioni sulle proprie esperienze con i migranti accolti nei centri che ha visitato, di come la città di Reggio abbia accolto a braccia aperte tutti quelli meno fortunati, quelli costretti a fuggire dagli affetti per colpa delle guerre, che grazie anche alla musica sono riusciti a ritrovare la loro identità, e dignità di persone.

  • No all'accorpamento della Radice-Alighieri, il Piria torna in piazza

    La Regione Calabria boccia nei fatti l'ipotesi di accorpamento del plesso di Rosalì (I.C. Radice-Alighieri) all' I. C. Campo Calabro - San Roberto, secondo quanto progettato dalla Città Metropolitana. L’annuncio questo pomeriggio dalla voce del segretario questore Giuseppe Neri. Intanto domani i ragazzi del Piria potrebbero tornare a manifestare questa volta davanti Palazzo Campanella in occasione del Consiglio regionale per chiedere l’intervento di Oliverio che però a conti fatti poco può considerata l’assoluta competenza in materia della MetroCity

  • Nasce la Rete dei Licei Artistici dell’Area Metropolitana dello Stretto

    Utopia, sino a qualche decennio fa, l’idea che le due città che si affacciano sullo Stretto, potessero un giorno, non solo collaborare, ma creare una rete che coinvolge la scuola. E’ stato firmato, questa mattina, presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio l’accordo per l’istituzione della Rete dei Licei Artistici Statali dell’Area Metropolitana dello Stretto, che prevede tra i suoi partner istituzionali, il Comune di Reggio Calabria ed il Comune di Messina. Una rete che andrà a creare un percorso preferenziale tra le diverse scuole per rappresentare le esigenze delle stesse presso il Miur, il Mibact, la Regione e gli Enti locali, le Università, le Soprintendenze ai Beni Culturali Archeologici, Artistici e presso tutti gli organismi pubblici e privati direttamente interessati alla promozione del territorio dell’Area Metropolitana dello Stretto.

  • Minori stranieri non accompagnati: al via a Reggio il progetto Just

    La Prefettura di Reggio Calabria è una delle cinque Prefetture italiane a far parte di progetto di ampio respiro: il Progetto Just, promosso dall’Associazione Telefono Azzurro Onlus e cofinanziato dalla Commissione Europea.
    Proprio stamane, presso il Salone degli Stemmi, si è tenuta la Tavola Rotonda sul tema del rafforzamento della tutela e della protezione dei minori stranieri non accompagnati, verso cui il progetto sperimentale suddetto si rivolge.
    Milano, Treviso, Napoli, Ragusa rientrano in questa importante rete: “Reggio Calabria per noi rappresenta una grande sfida – ha affermato il Prof. Ernesto Caffo, fondatore e presidente di Telefono Azzurro –

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.