:: Evidenza

Maltempo, disservizi idrici nella zona sud per l'esondazione del Tuccio

Maltempo, disservizi idrici nella zona sud per l'esondazione del Tuccio

A causa dell'esondazione del torrente Tuccio, in località di Musupuniti di Melito Porto Salvo, è stata divelta la condotta di Sorical. I lavori di ripristino a cura di Sorical sono in corso. La loro complessità...

Conclusa la 42° edizione del concorso nazionale per flauto e musica d’insieme Francesco Cilea

Conclusa la 42° edizione del concorso nazionale per flauto e musica d’insieme Francesco Cilea

Si è concluso nella serata di sabato 13 ottobre la 42° edizione del Concorso Nazionale per flauto e musica d'insieme Francesco Cilea. Presso l'auditorium della Santa Famiglia, un pubblico numeroso ha assistito al concerto dei...

La Reggina batte il Siracusa e conquista il successo con la rete di Franchini (1-0)

La Reggina batte il Siracusa e conquista il successo con la rete di Franchini (1-0)

Reggio Calabria. Seconda vittoria stagionale per la Reggina che al “Marco Lorenzon” di Rende supera il Siracusa. La rete dei tre punti la realizza Franchini su assist di Ungaro. Il tabellino della gara:

Gioia Tauro. Il Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018

Gioia Tauro. Il Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018

Reggio Calabria. Il “Bridal Fashion Show” trionfa al Wedding Expo 2018 di Gioia Tauro. Glamour, lusso, eleganza, stile e charme questi gli ingredienti dell’esclusivo evento, organizzato dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer, che ha sancito...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Scilla

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Scilla

Pubblicato in Strade e Piazze Martedì, 25 Luglio 2017 14:01

Scilla è uno dei Comuni più conosciuti della Città Metropolitana di Reggio Calabria, ed è anche uno dei più facilmente raggiungibili, da tutti i versanti. Provenendo da Reggio Calabria, dal Comune capoluogo, esistono due alternative: il tracciato della comoda Autostrada, quella che ora , nella nuova denominazione, a partire dallo svincolo di Villa San Giovanni si chiama A2 – Autostrada del Mediterraneo, con l’apposito svincolo che passa vicino, sfiorandolo, all’antico Cimitero,

e porta in giù verso il paese; oppure percorrere l’antica Strada Statale n. 18, attraversando quella teoria di località che, ormai, abbiamo tutti in mente e conosciamo a memoria: Archi, Gallico, Catona, Villa San Giovanni, Cannitello, Santa Trada, Scilla.

La Strada Statale n. 18 continua il suo tracciato e, per certi aspetti, delinea la fisionomia di parte del borgo di Scilla, quantomeno della zona più prossima al mare, verso la spiaggia denominata Marina Grande. Si passa davanti alla stazione ferroviaria, è questa è una comoda circostanza ben conosciuta dai giovani che, d’estate, prendono d’assalto la bella spiaggia di Scilla: appena scesi dal treno, basta attraversare la strada e si raggiunge Marina Grande.

Il lungomare di Scilla, recentemente ben ristrutturato nei marciapiedi e nelle aiuole spartitraffico e parcheggio, prosegue e conduce verso il porticciolo del borgo, che è essenzialmente rifugio dei pescherecci del luogo, ma anche di imbarcazioni private di turisti. Da qui comincia la passeggiata in quello splendido, unico ed irripetibile scenario denominato Chianalea, un pugno di antiche case allineate e costruite proprio a filo del mare. Qui la spiaggia quasi scompare, e ci troviamo con la costa rocciosa con numerosi scogli, rivolta verso Nord. Lungo il tragitto è certamente da ammirare lo splendido Palazzo Scategna, costruito vicino ad uno dei tanti punti di approdo e di sbarco del borgo marinaro. La passeggiata a Chianalea termina all’altra estremità, dove è possibile ammirare belle antiche fontane, recentemente restaurate.

La SS 18, superata la stazione, comincia a salire e si raggiunge il Castello dei Ruffo di Calabria, meravigliosa testimonianza di un mondo totalmente diverso da oggi. All’incrocio del Castello Ruffo, ci troviamo davanti ad un bivio: verso sinistra continua il tracciato della SS 18, che porta verso Bagnara Calabra, e che percorreremo, prossimamente; di fronte, invece, la strada prende a salire dirigendosi verso la parte alta di Scilla, denominata San Giorgio, innanzitutto verso la meravigliosa Piazza San Rocco, su cui si affacciano la bella, omonima, chiesa, ed il Palazzo Municipale. Piazza San Rocco costituisce uno stupendo balcone panoramico verso l’imboccatura Nord dello Stretto di Messina. La balconata prosegue verso Sud e conduce là dove si ammira il Monumento al Pesce Spada, opera dello scultore Pasquale Panetta (1913 – 1989). Per la verità, questa, fino a qualche anno fa, era una bellissima fontana, con la vasca di forma circolare e la statua posta nel centro della vasca stessa. Recentemente la vasca è stata, inopinatamente ed inspiegabilmente, smantellata e la statua è stata posta su di un anonimo piedistallo in pietra, che non ne valorizza affatto la bellezza.

Prof. Giuseppe Cantarella

RC 25 luglio 2017

Letto 781 volte

Articoli correlati (da tag)

  • A Scilla la quarta edizione di “SpinUpAward” tra innovazione, far rete e due “sogni” calabresi

    Il suo obiettivo era far incontrare startup e piccole-medie imprese con investitori, imprenditori, ricercatori e docenti universitari, istituzioni e professionisti per far nascere opportunità reciproche in termini di innovazione e fare rete. E “SpinUpAward”, business competition giunta alla sua quarta edizione, l’ha centrato pienamente. Infatti, la manifestazione svoltasi nella splendida location del Castello Ruffo di Scilla il 28 e 29 settembre attraverso workshop, spazi di networking e sessioni di presentazione di imprese, startup e PMI innovative, organizzata da Confindustria Reggio mediante la sezione “Terziario Innovativo” e lo sportello “ImprendiReggioCalabria” del Gruppo Giovani Imprenditori e dall’associazione “Reboot” e il progetto “NaStartup” rispettivamente rappresentate da Angelo Marra e Antonio Prigiobbo, ha avuto un grande successo, sia per la partecipazione che per i contenuti.

  • I consiglieri FI rispondono a Castorina sull'intitolazione della strada

    Appaiono imbarazzanti le dichiarazioni del Consigliere Castorina in merito all’intitolazione di una arteria viaria a un proprio parente. In certi casi occorrerebbe tacere.
    Forza Italia ha avanzato legittimamente istanza di accesso agli atti dinanzi a una decisione presa al confine con il conflitto di interesse, che la Boschi ci ha insegnato essere molto familiare al PD, partito dell’appunto Consigliere Castorina.
    Dalle parole di quest’ultimo si evidenzia l’incapacità di lettura di note stampa e di atti amministrativi, che non vogliono certamente violare i defunti, ma al contrario sottolineare la sobrietà che un Consigliere Comunale deve avere nello svolgimento del proprio mandato e stimolare la riflessione in seno alla Commissione Toponomastica sulla opportunità di procedere alla decisione di intitolazione di una strada proprio nella consiliatura attuale che vede presente tra gli scranni del Consiglio comunale il parente prossimo.

  • Associazione Archi Club contro i consiglieri FI: vergognosa polemica che offende la storia di chi per anni ha servito la città

    Apprendiamo dalla stampa, stupiti e sconcertati, di una polemica da parte del gruppo consiliare di Forza Italia che al posto di produrre proposte in favore della città o creare una alternativa per la guida di Reggio Calabria, troppo impegnata a litigare al proprio interno ed in pieno stato confusionale, offende la memoria e la storia di chi per anni ha servito la città di Reggio Calabria come professionista esemplare e medico dalle profonde doti umane. La richiesta di accesso agli atti fatta da Forza Italia produrrà come conseguenza il fatto che a richiedere l’intitolazione di una arteria cittadina allo stimato Prof. Castorina non è stato il nipote di quest’ultimo, che si è limitato ad apprezzare la nostra iniziativa, bensì la nostra associazione

  • La salita dietro la Chiesa della Candelora è oggi via Gilda Trisolini

    E' stata ufficialmente intitolata a Gilda Trisolini la via alle spalle della Chiesa della Candelora. Una proposta giunta alla Commissione Toponomastica del Comune direttamente dal Circolo culturale Rhegium Julii

  • Consiglieri FI: "Toponomastica a Reggio Calabria nell'era del centrosinistra? Tutta una questione di famiglia"

    Le vicende amministrative del Comune di Reggio Calabria governato dal csx non finiscono mai di stupire (negativamente) i cittadini e anche le scelte amministrative che più dovrebbero unire la comunità reggina , ossia quelle riferibili alla ricostruzione della memoria storica della Città e conferire riconoscimenti e intitolazioni di strade e piazze a personalità illustri che, con la loro opera, hanno omaggiato Reggio durante le sue molteplici e caratterizzanti fasi storico-sociali, vengono piegate agli interessi particolari di qualche amministratore che si adopera per far assegnare l'intitolazione di pubbliche vie a prossimi congiunti, recando con sé la logica conseguenza di manifestare urbi et orbi una sensibilità istituzionale ormai ampiamente sbiadita e un senso di opportunità delle scelte di fatto inesistente, buttando definitivamente al macero il concetto di autorevolezza delle Istituzioni stesse.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.