unci banner

:: Evidenza

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Dopo una settimana di “voci di corridoio” la città apprende dalla rete ribattendo una notizia apparsa su Gazzetta del Sud, che all’assessore Angela Marcianò sono...

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Sulla vicenda del ritiro della delega di assessore ai lavori pubblici ad Angela Marcianò, riceviamo e pubblichiamo la riflessione di Tilde Minasi, ex consigliere regionale...

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Ritorno al passato. Con 18.533 voti, il popolo amaranto ha scelto la storia e la tradizione: maglia amaranto con colletto e pantaloncini bianchi. Uno stile...

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e...

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Le realtà che hanno dato vita alla ‘Rete Restiamo Umani’ intendono presentare alla città di Reggio Calabria una visione del fenomeno migratorio che possa unire...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEStrade e Piazze della Città Metropolitana: Villa San Giovanni

Strade e Piazze della Città Metropolitana: Villa San Giovanni

Pubblicato in Strade e Piazze Venerdì, 16 Giugno 2017 21:01

Villa San Giovanni sorge sulla fascia costiera dello Stretto di Messina, ad una dozzina di chilometri a Nord di Reggio Calabria. Si tratta, certamente, del Comune più importante all’interno dell’Area dello Stretto, dopo naturalmente il Capoluogo metropolitano, soprattutto per il ruolo che riveste di punto strategico dei trasporti marittimo fra la Calabria e la Sicilia.


Villa San Giovanni si raggiunge molto facilmente. La nostra passeggiata virtuale proviene da Reggio Calabria, e seguiamo la Strada Statale SS 18. Il confine fra il territorio comunale di Reggio Calabria e di Villa San Giovanni è all’altezza del piazzale che conduce al Lido “Kalura”, dove infatti fa capolinea l’ultimo mezzo dell’ATAM verso Nord. Da qui comincia il territorio comunale villese, e si raggiunge presto l’abitato di Acciarello, che è identificabile con il gruppo di case, costruite peraltro dall’Ente edilizio negli anni, fra il 1927 ed il 1933, negli anni in cui Villa San Giovanni era stato inglobato all’interno della “Grande Reggio”, a ridosso della chiesa parrocchiale consacrata ai Santi Cosma e Damiano. Ma certamente il punto di riferimento più importante della periferia Nord di Villa San Giovanni è il Centro Commerciale “La Perla dello Stretto”, che sorge poco più avanti.
Da qui in poi il paesaggio è dominato dall’immenso piazzale dedicato all’imbarco dei mezzi che debbano traghettare verso la Sicilia, e che ha condizionato e condiziona tuttora un ordinato sviluppo urbano della cittadina.
La Strada Statale SS 18, la “Nazionale”, attraversa Villa San Giovanni, oltre che a collegarla Reggio Calabria, verso Sud, ed ai centri della Costa Viola, verso Nord, a cominciare da Scilla. Proseguendo su di essa, dopo avere superato l’incrocio con quella che è la strada che conduce verso Campo Calabro, e che oggi si mostra con un piazzale su cui si ammira la bella statua che ricorda uno dei cittadini villesi più importanti del Novecento, vale a dire il professore Renato Caminiti, insigne chirurgo, si raggiunge il Palazzo Municipale, che fronteggia una piazza, ahimé divenuta parcheggio, dove si ammira un bel Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale. Non molto distante da qui, seguendo la strada verso la collina, si raggiunge la Fontana Vecchia, questa antica fontana costruita all’inizio dell’800 e che costituisce, certamente, il simbolo della cittadina e della sua storia, ancorché recente.
Parallela alla Nazionale si snoda la Via Ammiraglio Curzon. Si tratta dell’Ammiraglio della flotta navale inglese Sir Assheton Gore Curzon-Howe, comandante delle navi inglesi che, il 28 dicembre del 1908, erano presenti in zona e che portarono soccorsi alla popolazione. Su questa via si incontra Piazza Valsesia, là dove sorge l’antico edificio delle Scuole Elementari costruito nel 1930. Anche qui, edifici dell’Ente edilizio, che rendono Piazza Valsesia molto rassomigliante alla piazza delle Scuole Elementari del quartiere di S. Caterina, a Reggio Calabria.
Finché non si raggiunge il Duomo, la chiesa principale consacrata a Maria SS. Immacolata, denominazione, questa, che si estende anche a questa zona abitata. Ora, sovente, nei piccoli centri, l’edificio del Duomo e la piazza corrispondente costituisce un elemento di aggregazione funzionale, sociale, commerciale. Così non è a Villa San Giovanni, dove davanti all’edificio sacro troviamo una piazza poco frequentata, senza esercizi commerciali.
Proseguendo verso Nord, Villa San Giovanni si mostra come un unico, immenso spazio urbano residenziale anonimo e privo di personalità. Solamente la periferia Nord, che fa capo al villaggio costiero di Cannitello, mostra elementi di vivacità, soprattutto d’estate, facendo riferimento al bel lungomare dove spicca il celebre ristorante “Boccaccio” dei fratelli Sottilaro, punto di riferimento storico. Ma ancora più suggestivo è l’altro tratto di strada che continua a dirigersi verso Settentrione, e che passa davanti all’antico edificio del Comune di Cannitello (che fu inglobato nella Grande Reggio nel 1927, e che poi venne aggregato a Villa San Giovanni nel 1933 quando il Comune riacquistò l’autonomia) con una gradevole piazzetta alberata, molto frequentata d’estate, da cui ammirare un gradevole paesaggio sullo Stretto di Messina. Questa strada prosegue e termina praticamente ai piedi della rupe di Santa Trada, in località Porticello, dove si incontra peraltro il confine geografico settentrionale dello Stretto di Messina.


Prof. Giuseppe Cantarella

Reggio Calabria 16 giugno 2017

Letto 109 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

    Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e legalità:  Apprendo solo stamattina dalla Gazzetta del Sud  che oggi mi sono state ritirate le deleghe da Assessore di questa città! Voglio salutarvi con un pensiero quasi "premonitore"  che mi è arrivato ieri in tarda serata da uno dei tanti concittadini che ho avuto la fortuna  di conoscere e di apprezzare in questo difficile percorso. Vi voglio bene. Grazie da parte mia e del mio bimbo che ormai sta per nascere a tutti coloro che hanno voluto sostenermi come una vera Famiglia:

  • Gli appuntamenti di oggi in città 22 luglio 2017

    Gli appuntamenti di oggi in città: -“Ricicla Estate 2017” nei locali del Circolo Velico dalle ore 10 alle ore 12 con giochi attivi di laboratorio per i ragazzi e i genitori
    -alle ore 17:30 verrà inaugurato il piazzale ex Anas di Gambarie, riqualificato dall'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte

  • CalabriaPostTg 21 luglio 2017: le notizie di oggi

    A un anno dal taglio del nastro, il progetto Filoxenia traccia il suo primo bilancio tra impegno e traguardi raggiunti. Davide Enia presenta in Arcivescovado i suoi "Appunti per un naufragio". A palazzo Corrado Alvaro incontro dell'Anpi per raccontare la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati. Gran finale in piazza Castello per il FaMag con il concerto di Sarah Jane Morris

  • Bilancio impegnativo quanto positivo per il progetto Filoxenia

    «Dare il benvenuto». Può sembrare un messaggio scontato, ma così non è. Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare sono le direttrici verbali (e fattuali) che hanno condotto il primo anno di azione dell'Ats Filoxenia; un anno di impegno nel «farsi casa» per tutti quei minori stranieri non accompagnati che approdano alla banchina del porto di Reggio Calabria.

  • L'Anpi porta a Palazzo Alvaro la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati

    Presso la Sala “Francesco Perri” del Palazzo “Corrado Avaro” (Palazzo Storico della Provincia) in Piazza Italia, si è parlato di disabilità e diritti negati, con l'incontro: "I diritti negati, la storia di Antonio Maria". L'iniziativa, fortemente voluta dall'ANPI parte dalla storia di un bambino, di 7 anni con gravi disabilità, che si è visto negare il proprio diritto allo studio e di frequentare i bambini della sua età. L'ANPI si è interessata al caso, “in quanto la nostra costituzione, porta tra i suoi numerosi articoli anche quelli a difesa delle persone più deboli, cercando di rimediare con la legge

logo cp bucato

Copyright © 2016 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.
Comitato di redazione
Gianluca Del Gaiso, Valentina Raffa