unci banner

:: Evidenza

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Dopo una settimana di “voci di corridoio” la città apprende dalla rete ribattendo una notizia apparsa su Gazzetta del Sud, che all’assessore Angela Marcianò sono...

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Sulla vicenda del ritiro della delega di assessore ai lavori pubblici ad Angela Marcianò, riceviamo e pubblichiamo la riflessione di Tilde Minasi, ex consigliere regionale...

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Ritorno al passato. Con 18.533 voti, il popolo amaranto ha scelto la storia e la tradizione: maglia amaranto con colletto e pantaloncini bianchi. Uno stile...

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e...

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Le realtà che hanno dato vita alla ‘Rete Restiamo Umani’ intendono presentare alla città di Reggio Calabria una visione del fenomeno migratorio che possa unire...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZETrekking urbano alla riscoperta dei monumenti del Lungomare

Trekking urbano alla riscoperta dei monumenti del Lungomare

Pubblicato in Strade e Piazze Martedì, 23 Maggio 2017 20:49

Reggio Calabria 23/05/2017 – di Giuseppe Cantarella. Passeggiando sul Lungomare Italo Falcomatà si possono ammirare alcuni monumenti che, se pure recenti, pur tuttavia riportano a riferimenti storici anche antichi. E’ il caso della stele commemorativa del poeta Ibico, vissuto nell’epoca magnogreca. Il monumento è collocato accanto alla scalinata che fa riferimento alla Via Gabriele D’Annunzio, nell’aiuola a sinistra. Vi è inciso, sul lato interno, il testo del più celebre componimento di Ibico che fa riferimento alla bellezza della Natura ed all’Amore, mentre sul lato rivolto alla strada si ammira un bassorilievo evocativo.


Dall’altro lato, un po’ più avanti, sul marciapiede opposto, la semplicissima stele che funge anche da targa toponomastica, che ricorda la luminosa ed indimenticabile figura del prof. Italo Falcomatà, che fu Sindaco della nostra bella e amata città dal 1993 al 2001, anno della sua prematura dipartita.
In corrispondenza dell’Istituto Magistrale “Tommaso Gullì” (mi raccomando, con l’accento sulla i finale), là dove due rampe a S collegano la strada bassa a quella alta, si ammira la stele a Giovanni Pascoli. Il celebre poeta romagnolo aveva insegnato Letteratura latina all’Università di Messina ed aveva vissuto nella città peloritana da gennaio del 1898 a giugno del 1902. Aveva sentito parlare della grandezza di Diego Vitrioli, ed avrebbe voluto conoscerlo di persona, ma il Vitrioli morì il 20 maggio del 1898 ed i due non ebbero l’occasione di incontrarsi. Così, Pascoli scrisse un componimento, dedicato a Vitrioli, dal titolo : “Un poeta di lingua morta” il cui meraviglioso incipit è riportato sulla stele, ed è il celebre : “Questo mare è pieno di voci e questo cielo e pieno di visioni …” .
Il monumento a Francesco Sofia Alessio (18.9.1873 – 14.4.1943), poeta latinista di Radicena, l’odierna Taurianova, è dentro l’aiuola prospiciente la Via Biagio Camagna.
Nelle aiuole in corrispondenza di Villa Genoese Zerbi, le tre statue di Rabarama (al secolo Paola Epifani, artista italiana molto quotata anche a livello internazionale sia per le sue sculture che per le sue pitture) : Costellazione (quella rossa, tanto per intenderci), Trans-Lettera (quella bianca, a cruciverba) e Labirintite (quella verde), che suscitano molto entusiasmo fra i visitatori che le prendono di assalto per fotografie e per graffiti postmoderni.
Appartiene ad uno stile classico, invece, la splendida Fontana Luminosa realizzata da Camillo Autore nel 1935 e che sorge in corrispondenza della Via Giudecca, alle spalle dell’edificio del Grande Albergo Miramare.
Si giunge, quindi, alle spalle del palazzo della Prefettura, in corrispondenza dell’imponente Monumento ai Caduti, che venne inaugurato nel 1930 alla presenza del Re Vittorio Emanuele III. Questo monumento sfrutta la differenza di pendenza e forma, così, una meravigliosa balconata panoramica con vista sullo Stretto di Messina.
Poco più avanti comincia ad ammirarsi il recinto che ospita il sito archeologico delle Mura Greche, la struttura muraria costruita, secondo l’ipotesi più accreditata, dopo la metà del IV secolo a.C.
Appena finito il recinto delle Mura Greche, ecco il semplice monumento che ricorda Diego Vitrioli (20 maggio 1818 – 20 maggio 1898) che fu uno dei massimi latinisti dell’Ottocento, vincitore del più prestigioso riconoscimento a livello mondiale, vale a dire il Certamen Hoeufftianum di Amsterdam con il suo celebre componimento “Xiphias” dedicato alla pesca dello spada secondo la tradizione antica.
Poi, l’altro sito archeologico, quello delle Terme Romane, un complesso termale che probabilmente faceva parte di un edificio privato. Il mosaico è datato intorno al II – III secolo d. C.
Ecco, questi sono, essenzialmente, i più importanti monumenti che ornano le aiuole del Lungomare Italo Falcomatà. Nel prossimo appuntamento cercheremo di osservare i palazzi che vi si affacciano dall’altro lato della strada.

Letto 159 volte Ultima modifica il Martedì, 23 Maggio 2017 20:53

Articoli correlati (da tag)

  • Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

    Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e legalità:  Apprendo solo stamattina dalla Gazzetta del Sud  che oggi mi sono state ritirate le deleghe da Assessore di questa città! Voglio salutarvi con un pensiero quasi "premonitore"  che mi è arrivato ieri in tarda serata da uno dei tanti concittadini che ho avuto la fortuna  di conoscere e di apprezzare in questo difficile percorso. Vi voglio bene. Grazie da parte mia e del mio bimbo che ormai sta per nascere a tutti coloro che hanno voluto sostenermi come una vera Famiglia:

  • Gli appuntamenti di oggi in città 22 luglio 2017

    Gli appuntamenti di oggi in città: -“Ricicla Estate 2017” nei locali del Circolo Velico dalle ore 10 alle ore 12 con giochi attivi di laboratorio per i ragazzi e i genitori
    -alle ore 17:30 verrà inaugurato il piazzale ex Anas di Gambarie, riqualificato dall'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte

  • CalabriaPostTg 21 luglio 2017: le notizie di oggi

    A un anno dal taglio del nastro, il progetto Filoxenia traccia il suo primo bilancio tra impegno e traguardi raggiunti. Davide Enia presenta in Arcivescovado i suoi "Appunti per un naufragio". A palazzo Corrado Alvaro incontro dell'Anpi per raccontare la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati. Gran finale in piazza Castello per il FaMag con il concerto di Sarah Jane Morris

  • Bilancio impegnativo quanto positivo per il progetto Filoxenia

    «Dare il benvenuto». Può sembrare un messaggio scontato, ma così non è. Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare sono le direttrici verbali (e fattuali) che hanno condotto il primo anno di azione dell'Ats Filoxenia; un anno di impegno nel «farsi casa» per tutti quei minori stranieri non accompagnati che approdano alla banchina del porto di Reggio Calabria.

  • L'Anpi porta a Palazzo Alvaro la storia di Antonio Maria e i suoi diritti negati

    Presso la Sala “Francesco Perri” del Palazzo “Corrado Avaro” (Palazzo Storico della Provincia) in Piazza Italia, si è parlato di disabilità e diritti negati, con l'incontro: "I diritti negati, la storia di Antonio Maria". L'iniziativa, fortemente voluta dall'ANPI parte dalla storia di un bambino, di 7 anni con gravi disabilità, che si è visto negare il proprio diritto allo studio e di frequentare i bambini della sua età. L'ANPI si è interessata al caso, “in quanto la nostra costituzione, porta tra i suoi numerosi articoli anche quelli a difesa delle persone più deboli, cercando di rimediare con la legge

logo cp bucato

Copyright © 2016 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.
Comitato di redazione
Gianluca Del Gaiso, Valentina Raffa