unci banner

:: Evidenza

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Tonnara di Palmi: sequestrati 100 kg di pescato

Reggio Calabria. Nel corso di una operazione effettuata nei giorni scorsi, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio, i militari della Capitaneria di porto di...

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Comune di Melito Porto Salvo: nuova ordinanza di divieto balneazione

Melito Porto Salvo. Nuova ordinanza di divieto di balneazione a Melito Porto Salvo. In data odierna il sindaco Giuseppe Meduri VISTA la comunicazione prot. 15.01.02...

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Polizia di Stato: arrestato un 23enne per “omicidio stradale”

Reggio Calabria. Ieri, personale del Distaccamento di Polizia Stradale di Brancaleone ha tratto in arresto un 23enne di Locri, S.D., responsabile del reato di Omicidio...

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZETrekking urbano alla riscoperta dei monumenti del Lungomare

Trekking urbano alla riscoperta dei monumenti del Lungomare

Pubblicato in Strade e Piazze Martedì, 23 Maggio 2017 20:49

Reggio Calabria 23/05/2017 – di Giuseppe Cantarella. Passeggiando sul Lungomare Italo Falcomatà si possono ammirare alcuni monumenti che, se pure recenti, pur tuttavia riportano a riferimenti storici anche antichi. E’ il caso della stele commemorativa del poeta Ibico, vissuto nell’epoca magnogreca. Il monumento è collocato accanto alla scalinata che fa riferimento alla Via Gabriele D’Annunzio, nell’aiuola a sinistra. Vi è inciso, sul lato interno, il testo del più celebre componimento di Ibico che fa riferimento alla bellezza della Natura ed all’Amore, mentre sul lato rivolto alla strada si ammira un bassorilievo evocativo.


Dall’altro lato, un po’ più avanti, sul marciapiede opposto, la semplicissima stele che funge anche da targa toponomastica, che ricorda la luminosa ed indimenticabile figura del prof. Italo Falcomatà, che fu Sindaco della nostra bella e amata città dal 1993 al 2001, anno della sua prematura dipartita.
In corrispondenza dell’Istituto Magistrale “Tommaso Gullì” (mi raccomando, con l’accento sulla i finale), là dove due rampe a S collegano la strada bassa a quella alta, si ammira la stele a Giovanni Pascoli. Il celebre poeta romagnolo aveva insegnato Letteratura latina all’Università di Messina ed aveva vissuto nella città peloritana da gennaio del 1898 a giugno del 1902. Aveva sentito parlare della grandezza di Diego Vitrioli, ed avrebbe voluto conoscerlo di persona, ma il Vitrioli morì il 20 maggio del 1898 ed i due non ebbero l’occasione di incontrarsi. Così, Pascoli scrisse un componimento, dedicato a Vitrioli, dal titolo : “Un poeta di lingua morta” il cui meraviglioso incipit è riportato sulla stele, ed è il celebre : “Questo mare è pieno di voci e questo cielo e pieno di visioni …” .
Il monumento a Francesco Sofia Alessio (18.9.1873 – 14.4.1943), poeta latinista di Radicena, l’odierna Taurianova, è dentro l’aiuola prospiciente la Via Biagio Camagna.
Nelle aiuole in corrispondenza di Villa Genoese Zerbi, le tre statue di Rabarama (al secolo Paola Epifani, artista italiana molto quotata anche a livello internazionale sia per le sue sculture che per le sue pitture) : Costellazione (quella rossa, tanto per intenderci), Trans-Lettera (quella bianca, a cruciverba) e Labirintite (quella verde), che suscitano molto entusiasmo fra i visitatori che le prendono di assalto per fotografie e per graffiti postmoderni.
Appartiene ad uno stile classico, invece, la splendida Fontana Luminosa realizzata da Camillo Autore nel 1935 e che sorge in corrispondenza della Via Giudecca, alle spalle dell’edificio del Grande Albergo Miramare.
Si giunge, quindi, alle spalle del palazzo della Prefettura, in corrispondenza dell’imponente Monumento ai Caduti, che venne inaugurato nel 1930 alla presenza del Re Vittorio Emanuele III. Questo monumento sfrutta la differenza di pendenza e forma, così, una meravigliosa balconata panoramica con vista sullo Stretto di Messina.
Poco più avanti comincia ad ammirarsi il recinto che ospita il sito archeologico delle Mura Greche, la struttura muraria costruita, secondo l’ipotesi più accreditata, dopo la metà del IV secolo a.C.
Appena finito il recinto delle Mura Greche, ecco il semplice monumento che ricorda Diego Vitrioli (20 maggio 1818 – 20 maggio 1898) che fu uno dei massimi latinisti dell’Ottocento, vincitore del più prestigioso riconoscimento a livello mondiale, vale a dire il Certamen Hoeufftianum di Amsterdam con il suo celebre componimento “Xiphias” dedicato alla pesca dello spada secondo la tradizione antica.
Poi, l’altro sito archeologico, quello delle Terme Romane, un complesso termale che probabilmente faceva parte di un edificio privato. Il mosaico è datato intorno al II – III secolo d. C.
Ecco, questi sono, essenzialmente, i più importanti monumenti che ornano le aiuole del Lungomare Italo Falcomatà. Nel prossimo appuntamento cercheremo di osservare i palazzi che vi si affacciano dall’altro lato della strada.

Letto 323 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli appuntamenti di oggi in città 19 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -alle ore 10 presso il Castello Aragonese si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2018 della #Ntc Summer League.
    -ore 10:30 palazzo Corrado Alvaro presentazione evento in programma a Riace nei giorni 28 e 29 luglio: Ero straniero, Festa dei Popoli e del Lavoro
    -Progetto pilota “Luci da dentro“ rivolto ai detenuti in un percorso che li vedrà tornare sui “banchi di scuola” per acquisire le procedure di riutilizzo della plastica per la realizzazione di prodotti in materiale riciclato. Le opere realizzate saranno esposte nel corso della presentazione del progetto presso la Camera di Commercio alle ore 11.00.

  • A Palazzo Campanella l'Assemblea pubblica della Commissione Regionale Pari Opportunità

    Prosegue l’impegno della CRPO per approfondire gli strumenti necessari nel percorso di realizzazione dell’uguaglianza di genere nelle rappresentanze istituzionali e, più in generale, nei luoghi di decisione.
    In questa direzione, un contributo importante è venuto dall’assemblea pubblica organizzata dalla stessa CRPO alla sala Monteleone di Palazzo Campanella con gli interventi della presidente Cinzia Nava, della consigliera regionale Flora Sculco, dell’on. Lella Golfo e del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

  • La Fata Morgana apre come da tradizione l'Ecojazz Festival 2018

    Torna a Reggio Calabria Ecojazz Festival, con la direzione artistica di Giovanni Laganà, dedicato alla memoria del giudice Antonino Scopelliti e a tutte le vittime per la giustizia. La manifestazione, che quest’anno l’associazione Art Blakey propone in partenariato con l’associazione Azimut Alta Formazione, è patrocinata dalla Regione Calabria, dalla Città Metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria e per il secondo anno consecutivo avrà il parco Ecolandia come cornice. La Pinacoteca civica di Reggio Calabria ha ospitato la conferenza stampa apertasi con un video di presentazione degli artisti protagonisti dei concerti che, dall'1 al 7 agosto 2018, scandiranno questa ventisettesima edizione, sempre ricca di appuntamenti di rilievo internazionale.

  • Diego Galdino lo scrittore barista, alla Libreria Nuova Ave con "L’ultimo caffè della sera"

    Sarà il prossimo “Autore in Vetrina” per la rassegna letteraria organizzata dalla Libreria Nuova Ave, sabato 21 luglio. E’ stato definito il Nicholas Sparks italiano. Diego Galdino, dal bancone del bar di famiglia a fenomeno letterario con il romanzo “Il primo caffè del mattino”, che lo ha fatto conoscere in tutto il mondo. Dal bestseller del 2013, sono seguite altre pubblicazioni e quest’anno torna con il romanzo “L’ultimo caffè della sera”, quello che potremo definire il “secondo capitolo” della storia di Massimo, il barista romano protagonista del romanzo che ci ha lasciati con un grande punto interrogativo. Lo abbiamo raggiunto prima dell’incontro di sabato per cercare di saperne di più del suo nuovo romanzo. Al bando ogni formalità, Diego Galdino abbatte la barriera del “lei” per preferire un più diretto e confidenziale “tu”. “Tra amici si usa così no?” ci dice.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 18 luglio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: - La Pinacoteca civica ospiterà alle ore 10 la conferenza stampa di presentazione del programma della ventisettesima edizione di Ecojazz Festival, dedicato alla memoria del giudice Antonino Scopelliti e a tutte le vittime per la giustizia
    - alle ore 16,00, a Palazzo Campanella, è prevista un’Assemblea pubblica organizzata dalla CPO per chiedere con forza la calendarizzazione della legge per la doppia preferenza di genere”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.