unci banner

:: Evidenza

I ragazzi dei territori plaudono l'apertura della Commissione Politiche Giovanili

I ragazzi dei territori plaudono l'apertura della Commissione Politiche Giovanili

In vista dell'apertura degli Stati Generali delle Politiche Giovanili, la Commissione Speciale per le politiche giovanili della Città Metropolitana, ovvero, coloro che 'rappresentano' i giovani...

Slalom European di Windsurf: il reggino Scagliola sfiora la vittoria di categoria in Germania

Slalom European di Windsurf: il reggino Scagliola sfiora la vittoria di categoria in Germania

Reggio Calabria. Nessun rimpianto. Francesco Scagliola manca per un soffio la vittoria di categoria all’IFCA Slalom European Championships che si è tenuto in Germania, precisamente...

Gioia Tauro, Callipo: "Il Porto volano per l'economia della Calabria e dell'Italia"

Gioia Tauro, Callipo: "Il Porto volano per l'economia della Calabria e dell'Italia"

Reggio Calabria. "Il porto di Gioia Tauro per la sua eccellente posizione strategica e logistica potrebbe fare da traino a tutta l'economia, potrebbe dare un...

Reggio Calabria. Approvato il progetto esecutivo per il nuovo Parco Baden Powell

Reggio Calabria. Approvato il progetto esecutivo per il nuovo Parco Baden Powell

Reggio Calabria. Via libera al progetto esecutivo per il nuovo Parco Baden Powell. La Giunta comunale di Reggio Calabria, guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, ha...

Reggio Calabria. Tribunale: cerimonia di insediamento del neo procuratore Bombardieri

Reggio Calabria. Tribunale: cerimonia di insediamento del neo procuratore Bombardieri

Reggio Calabria. Si è insediato ufficialmente il neo procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri. Il magistrato ha firmato l'incarico alla presenza del presidente...

Venerdì 25 il Concerto solidale per la rigenerazione dell’ex emeroteca di Via Palmi

Venerdì 25 il Concerto solidale per la rigenerazione dell’ex emeroteca di Via Palmi

Il Comune di Reggio Calabria, con la partecipazione degli Istituti Comprensivi Alvaro-Gebbione, Carducci-V. da Feltre, Catanoso-De Gasperi, Falcomatà-Archi, Galluppi-Collodi-Bevacqua, Lazzarino, Nosside-Phytaghoras, Radice-Alighieri, Vitrioli-Principe di Piemonte,...

compra calabria

Sei qui: HomeSTRADE PIAZZEUno sguardo sui palazzi storici del lungomare reggino

Uno sguardo sui palazzi storici del lungomare reggino

Pubblicato in Strade e Piazze Lunedì, 29 Maggio 2017 20:13

Reggio Calabria 29/05/2017 – di Giuseppe Cantarella. Per ammirare i palazzi che si affacciano su Lungomare di Reggio Calabria dobbiamo salire verso il secondo livello, vale a dire il Corso Vittorio Emanuele Terzo. Vediamo, dunque, per comodità, di percorrere la Via Marina “alta” secondo il senso di marcia delle automobili, quindi da Sud verso Nord.  E potremmo cominciare proprio dall’isolato 351 di P.R. dove sorge Palazzo Pellicano, progettista l’architetto Pietro Borradori.

L’edificio si mostra con una bella facciata con le finestre ed il doppio portone d’ingresso rivestiti da un imponente bugnato, ed i balconi al primo piano ornati da una delicata ringhiera. Un altro esempio di stile liberty che risale agli anni ’20, quando costruire era un’arte.
Proseguiamo. All’isolato 318 sorge l’edificio dell’Istituto Tecnico “Raffaele Piria” . L’imponente costruzione, con una forma, in pianta che ricorda vagamente una lettera “C” , è stata progettata come istituto scolastico dall’architetto palermitano Camillo Autore e completata nel 1919. Camillo Autore è uno dei professionisti che più hanno inciso, a Reggio Calabria, per la costruzione di edifici dopo il terremoto del 1908: fra tutte le sue realizzazioni, ricordiamo la Chiesa di San Giorgio al Corso, del 1935.
Il blocco successivo, all’isolato 287, è lo splendido Palazzo Zani, che prende il nome dal suo progettista, l’Ingegnere Gino Zani, che fu senza dubbio il più importante professionista che giunse a Reggio Calabria (dalla Repubblica di San Marino, dove viveva). Il grande merito di Zani fu quello di introdurre, per primo, nella nostra città, il sistema costruttivo a cemento armato, che offre grandi garanzie di stabilità in caso di terremoto. In questo edificio era ubicato, fino a poco tempo fa, il Genio Civile, di cui Zani fu Ingegnere Capo (ed in questa veste, fu anche Direttore tecnico dell’Ente edilizio).
All’isolato 275 sorge il palazzo delle Poste. Una facciata imponente di un edificio ministeriale, che contribuisce a formare lo skyline della Via Marina Alta.
Più avanti, in corrispondenza del Monumento ai Caduti, all’isolato 254 sorge l’altro capolavoro di Zani progettista, vale a dire l’edificio della Prefettura, o Palazzo del Governo. Risulta essere tra i primi edifici costruiti a Reggio Calabria con criteri antisismici. Certamente la facciata artisticamente più interessante è quella che si affaccia su Piazza Vittorio Emanuele (piazza Italia) con decorazioni liberty e le quattro statue, in sommità, che rappresentano le virtù nazionali.
Continuiamo a passeggiare. L’isolato successivo, numerato con il 240, ospita Palazzo Spanò Bolani “ … in riferimento ad uno dei personaggi più illustri della città, deputato, sindaco della città e direttore del museo civico “ per come scrive sul portale turistico del Comune di Reggio Calabria.
Uno degli edifici più belli ed interessanti della Via Marina Alta è sicuramente il celebre palazzo del Grande Albergo Miramare, della cui storia già abbiamo scritto, e che costituisce uno dei migliori esempi di liberty a Reggio Calabria. Esso sorge sull’isolato F adiacente al 226, e questa strana denominazione è verosimilmente da mettere in relazione alla vertenza fra il Comune e gli eredi Palumbo circa il testamento di quest’ultimo.
Ma quello che, insieme al Teatro Siracusa sul Corso Garibaldi, è da considerare il più bello edificio stile liberty di Reggio Calabria è sicuramente Palazzo Spinelli, progettato anche questo da Gino Zani , edificato all’isolato 218.
All’isolato 210, invece, sorge la meravigliosa Villa Genoese Zerbi, sicuramente il più bell’edificio del Lungomare, che ancora troppe persone chiamano erroneamente ed impropriamente “Villa Zerbi” : la famiglia Genoese è una famiglia molto antica, già presente in Cava dei Tirreni nell’anno 1000. A Reggio compare nel 1500. E’ una delle famiglie nobili più importanti ed influenti della storia della nostra bella e amata città. Accadde che il Marchese Domenico Genoese, che era nato nel 1824, per devozione alla madre, donna Clementina Zerbi, usò, in aggiunta al suo, il cognome della madre e con tale doppio cognome denunciò all’anagrafe i suoi discendenti diretti. Ecco come si è formato il cognome Genoese Zerbi.
All’isolato successivo, al numero 201, il trionfo del bugnato in Palazzo Fiaccadori, ad angolo con la Via Biagio Camagna.
L’isolato 194 ospita due importanti palazzi del Lungomare: prima possiamo ammirare l’edificio dell’Albergo Centralino Belfanti, molto attivo negli anni del dopoguerra (ricordiamo, per esempio, la riunione che si tenne a Reggio Calabria nel 1947 di preparazione alla costituzione di ConfCommercio, di cui i delegati nazionali alloggiarono tutti in questo hotel). Adiacente, l’edificio dell’Istituto Magistrale “Tommaso Gullì” (con l’accento sulla i finale).
Per ultimo vorremmo segnalare Palazzo Romeo Retez, all’isolato 178, con la sua facciata in rosso, non fosse altro che per la straordinaria somiglianza con Palazzo Cova di Milano.

Letto 417 volte

Articoli correlati (da tag)

  • I magistrati dedicano ad Arghillà la memoria dell'impegno di Capaci

    Una festa, o forse ancora di più la conferma della bontà di un percorso già avviato e che oggi vede scendere in campo la sezione reggina dell’Associazione Nazionale Magistrati con una manifestazione dal titolo “Murali contro la paura” nel giorno che precede il ricordo della strage di Capaci, oggi dedicato ai due magistrati simbolo di quella lotta: Falcone e Borsellino. È una sinergia di realtà che oggi in piazza Modenelle ad Arghillà vuole tornare a scrivere un possibile futuro diverso in un insieme di voci che è molto lontano da quella solitudine che fino a qualche tempo faceva di questi luoghi la terra di nessuno. 

  • I ragazzi dei territori plaudono l'apertura della Commissione Politiche Giovanili

    In vista dell'apertura degli Stati Generali delle Politiche Giovanili, la Commissione Speciale per le politiche giovanili della Città Metropolitana, ovvero, coloro che 'rappresentano' i giovani del territorio nelle stanze dell'amministrazione di questo territorio, ha ritenuto opportuno convocare una seduta della commissione "aperta ai cittadini". La stessa presidente della commissione Adele Briganti ha sottolineato l'importanza di questo'incontro. "È arrivato il momento -ha dichiarato Briganti- di incontrare le realtà già esistenti nel territorio metropolitano che sono tantissime.

  • Gli appuntamenti di oggi in città 22 maggio 2018

    Gli appuntamenti di oggi in città: -Alle 10 al Cedir s’insedia il nuovo Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri
    -presso la sede del Consiglio Metropolitano alle ore 16 e 30, una seduta aperta della Commissione Speciale aperta Politiche Giovanili, convocata dalla presidente Adele Brigant
    - alle ore 17,30 presso la sala di San Giorgio al Corso il secondo degli incontri che l'Associazione Culturale Anassilaos dedica al ruolo dei cappellani militari nella Grande Guerra

  • Al Cilea il "Processo all'Aspromonte": la montagna tradita dai suoi figli

    Andrà in scena al teatro Francesco Cilea il prossimo sabato in anteprima nazionale lo spettacolo “Processo all’Aspromonte”. Con la regia di Francesca Grenci e l’interpretazione di Emilia Mallamaci, Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi, è stato presentato oggi ufficialmente alla presenza tra gli altri del Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino.

  • Un successone per la prima serata del musical “Le notti d’Oriente – Aladdin e la lampada dei desideri”

    La prima serata in scena del musical “Le notti d’Oriente – Aladdin e la lampada dei desideri” si è conclusa ieri con grande successo. Nessun posto vuoto al Teatro Francesco Cilea; tutti presenti per assistere allo spettacolo interamente realizzato dai volontari dell’Associazione Attendiamoci Onlus. Ragazzi dagli 8 ai 35 anni di età, che a Reggio Calabria hanno riproposto la versione del musical di Broadway, riadattandola con musiche e scenografie inedite, frutto del loro lavoro.
    La storia raccontata dal noto cartone della Disney è stata presentata sul palco del Teatro comunale in chiave moderna. I valori dell’amicizia e dell’amore sono i protagonisti assoluti, basati sulla fiducia: fiducia nell’altro e speranza in un futuro migliore. Questo è il messaggio che si è voluto trasmettere.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.