unci banner

:: NEWS

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Finale col botto per l’International Fashion Week 2019: il successo della seconda serata di sfilate

Cala il sipario sulle sfilate della IV edizione dell’International Fashion Week. Un successo di talenti, ospiti e pubblico per l’evento promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer in collaborazione con...

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Orto e Mangiato: l’orto della Comunità Sant’Arsenio

Da 5 anni portiamo avanti come cooperativa Comunità Sant’Arsenio la sperimentazione del progetto “Orto e Mangiato”, un orto Comunitario: piccoli appezzamenti di terreno “affittati” a servizio di “nuovi contadini”. Negli...

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Arsac: Il suino nero di Calabria è risorsa e volano di sviluppo dell’agricoltura calabrese

Nell’Ottocento un romanziere inglese scriveva che “qui, dovunque mi volgessi, incontravo maiali neri e magri che grugnivano, sgambettavano e strillavano”. Parlava del suino nero di Calabria, un maiale che si...

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Antonimina: Grande successo per la Festa delle Rose 2019

Si sa, gli dei amano le rose. Coloro che, domenica scorsa, sfidando pioggia, fulmine e saette previsti al sud, sono arrivati alla Casa delle Erbe, ad Antonimina, hanno potuto verificarlo....

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

Roccella Jonica, inaugurato il nuovo waterfront

“Questo lungomare ci racconta su cosa deve puntare il nostro territorio: cultura, bellezza e legalità”. Così, nella giornata di ieri, il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà ha inaugurato il nuovo Waterfront...

compra calabria

Sei qui: HomeStrade | Piazze

Strade e Piazze

Reggio Calabria 22/10/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Enotria chiude verso Levante il quartiere di Santa Caterina. È la strada che, laggiù in fondo, si raccorda con l’imbocco dell’Autostrada A3 Salerno Reggio Calabria. Il suo nome è meraviglioso, si tratta di un’altra splendida denominazione con cui veniva conosciuta l’Italia nell’antichità, ossia : “la terra del vino” , all’interno del Mediterraneo.

Reggio Calabria15/10/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Esperia è quella strada del quartiere di Santa Caterina che si comincia a percorrere là dove finisce l’Autostrada A3 Salerno Reggio Calabria. Anzi, per tanti anni, ed intendiamo riferirci al periodo fra l’inaugurazione dell’Autostrada, quanto meno nel tratto fra Reggio Calabria e Santa Trada (2 febbraio 1966),

Reggio Calabria 08/10/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Italia attraversa il quartiere di Santa Caterina in direzione Nord Sud, mettendo in comunicazione quella che una volta era la Strada Statale 18, la “Nazionale”, che oramai è stata dismessa dall’ANAS dal momento che afferisce ad un’area urbana consolidata, con il Piazzale Mino Reitano.

Reggio Calabria 01/10/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Santa Caterina d’Alessandria è una delle quattro strade lunghe che costituiscono la struttura del quartiere di Santa Caterina, immediatamente a Nord del centro urbano. L’area urbana di Reggio Calabria è suddivisa e scandita dalle fiumare che la attraversano: a Nord, la fiumara Annunziata; a Sud, la fiumara Calopinace e la fiumara Sant’Agata.

Reggio Calabria 28/09/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Monsignor De Lorenzo, che nel vecchio Piano Regolatore del 1911 aveva la originaria denominazione di Via Columbia, comincia proprio all’incrocio, sulla sinistra, del Viale Amendola là dove sorge, sulla destra invece, l’imponente palazzo dove ha sede la sezione regionale dell’Associazione Mutilati e Invalidi di Guerra, che richiama alla memoria la figura del Senatore Michele Barbaro (23.5.1894 – 3.2.1965). Monsignor Antonio Maria De Lorenzo (5.8.1835 – 2.11.1903) è da considerarsi, a tutti gli effetti, il vero fondatore del Museo Civico di Reggio Calabria, che venne inaugurato il 18 giugno del 1882 da parte del Sindaco Fabrizio Plutino. Il primo direttore del Museo venne nominato lo Spanò Bolani, mentre il De Lorenzo fu nominato ViceDirettore; costui nel 1889 venne nominato Vescovo della Diocesi di Mileto, e dovette lasciare l’incarico. Qui dove la strada ha inizio, sorge uno spazio triangolare, un giardinetto, che meriterebbe altra attenzione e maggiore cura, dal momento che vi fanno bella mostra alcune piante, anche rare, fra cui la celebre Chorisia insignis, una varietà di Baobab che a Reggio Calabria è conosciuta con l’appellativo di “antiscimmia”, per via della storia raccontata dal Preside Giacomo D’Africa tanto tempo fa. Nei prossimi giorni la fioritura della Chorisia offrirà uno spettacolo veramente imperdibile.

Reggio Calabria 17/09/2016 – di Giuseppe Cantarella. La Via Vittorio Veneto è la prima strada parallela alla Via Giuseppe De Nava, orientandosi verso il mare. Essa comincia da quello che, ormai, dallo scorso 1° Settembre, dopo il definitivo pronunciamento della Prefettura, va chiamato Piazzale Mino Reitano (7.12.1944 – 27.1.2009) , in particolare là dove sorge l’edificio che, fino a molti anni fa, ospitava il Pastificio Costantino, all’isolato 72, un isolato che racconta di una triste storia. Dunque: ci raccontava Giuseppe Polimeni, direttore della rivista trimestrale di cultura e turismo “Calabria Sconosciuta” , che nei sotterranei dell’isolato 72 erano stati realizzati i locali dove le persone si andavano a rifugiare in occasione dei bombardamenti. Siamo nel 1943, Reggio Calabria fu duramente colpita. Qui, appunto, all’isolato 72, una bomba fece una vera e propria strage di persone (donne, bambini, anziani) che si ritenevano al sicuro. L’antica denominazione della Via Vittorio Veneto, quale risulta dalle carte del Piano Regolatore del 1911, era di Via Nuova Provinciale; le successive vicende della Prima Guerra Mondiale avranno indotto la toponomastica comunale a variare questa denominazione. Troppe persone, a Reggio Calabria, però, credono che questa sia Via Veneto (una delle venti regioni amministrative italiane), invece di considerare che qui viene ricordata una delle località più evocative di quel conflitto, dal momento che segna la definitiva sconfitta dell’esercito austro ungarico da parte delle truppe italiane.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.